.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 60 ospiti collegati

.: Eventi

« Luglio 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Antonella Fachin
Sei nella categoria Zona 3: notizie e commenti - Torna indietro »
Sabato, 23 Ottobre, 2010 - 14:17

ROM:la storia del Rubattino in finale al festival “L’anello debole” di Capodarco,

Nei giorni scorsi l'ennesimo sgombero (Redecesio/Segrate, Cavriana/Forlanini) ... e i bimbi e i loro genitori faticosamente continuano nel percorso di integrazione che il comune sta ostacolando in tutti i modi.

Ho appena finito di vedere il documentario (di cui riporto il link qui sotto) e di ascoltare le parole delle maestre, delle mamme italiane e rom, del papà rom, dei volontari.

Spero che anche a voi possiate emozionarvi nell'ascoltare e nel vedere le immagini: sono messaggi semplici e chiari, di buon senso.
Spero che questo messaggio possa giungere non solo al cuore, ma anche –e sempre più- alle menti di un numero sempre maggiore di persone desiderose di vivere in un acittà capace di accogliere e di accompagnare le persone emarginate e stigmatizzate in un doveroso -e voluto!- percorso di integrazione.

Di che cosa si tratta?

E' il documentario realizzato dalla Scuola Civica di Cinema di Milano, “Seminateci bene” , in finale al festival “L’anello debole” di Capodarco, sulla storia di Rubattino

http://www.premioanellodebole.it/SchedaVideo.aspx?id=399


Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliera di Zona 3
Lista civica "Uniti con Dario Fo per Milano"
Facebook: Antonella Fachin

Venerdì, 16 Aprile, 2010 - 14:40

RADUNO NAZIFASCISTA DEL 24 APRILE NON C'E' PIÙ. ma...

Per opportuna informazione e riflessione riporto il commento di Luciano Muhlbauer e, in allegato, le canzoni di Federico Goglio in arte “Skoll”.
E' palese che un conto è commemorare la morte di un ragazzo, attraverso una iniziativa di ricordo del PASSATO
Antonella Fachin
---------------------------------------

Luciano Muhlbauer
Il concerto-raduno nazifascista del 24 aprile non c’è più. Il Consiglio di Zona 3 di Milano, chiamato stasera (14/4) a discuterne, l’ha spostato al 2 maggio, confermando purtroppo a maggioranza sia il patrocinio, che il finanziamento di 1.000 euro.
Un’importante vittoria, dunque, per quanti, singoli o organizzazioni, si sono mossi in queste ultime 24 ore per denunciare pubblicamente quanto si stava preparando e per esigere che il raduno venisse bloccato. Perché una cosa appariva evidente stasera in CdZ 3: se il tutto si fosse svolto nel silenzio e nella disattenzione pubblica si sarebbe ripetuto quanto già avvenuto in precedenza in Commissione Cultura, la quale infatti aveva dato il via libera al raduno del 24 aprile.
Ma è anche una vittoria a metà, perché rimane purtroppo il fatto che un’istituzione pubblica concede incredibilmente il patrocinio e un finanziamento a un’iniziativa di carattere neofascista.
Ma veniamo alla cronaca della serata, alquanto illuminante.
All’ordine del giorno del CdZ, tra le altre cose, c’era anche il “Concerto in ricordo di Sergio Ramelli” e la relativa delibera, predisposta dalla Commissione Cultura, che recitava testualmente:
In occasione del 35° anniversario della morte di Sergio Ramelli giovane militante del Fronte della Gioventù (MSI) avvenuta il 29 aprile 1975 per mano di un commando del movimento di estrema sinistra “Avanguardia Operaia”, l’Associazione MO.D.A.V.I onlus attiva dal 1995 intende realizzare un concerto presso i Giardini Ramelli di via Bronzino nel pomeriggio di sabato 24 aprile. Il concerto vedrà la partecipazione del cantautore Federico Goglio in arte “Skoll”.
A fronte di una richiesta di 1500 euro (150 euro di rimborso cantante, 950 euro per il service audio, 400 euro per l’allestimento) la Commissione propone di stanziare un contributo di 1000 euro. Si chiede inoltre la concessione del Patrocinio”.
Insomma, si intendeva usare strumentalmente l’anniversario dell’omicidio di Ramelli, che viene abitualmente commemorato il 29 aprile, per ovvi motivi, per piazzare invece un raduno nazifascista il 24 aprile, cioè il giorno prima dell’anniversario della Liberazione. Anzi, la primissima proposta arrivata in Commissione Cultura, com’è stato ufficialmente confermato stasera, era di fare il concerto addirittura il 25 aprile (sic!). Ma questa ipotesi era sembrata evidentemente un po’ eccessiva anche ai padrini istituzionali dei neofascisti e quindi avevano deciso di metterlo il giorno prima.
La Commissione Cultura non aveva nemmeno da ridire sul fatto che a presentare la richiesta di patrocinio fosse un’associazione, la MO.D.A.V.I. onlus, che palesemente fungeva da prestanome, considerato che a Milano e in Lombardia non esiste nemmeno. Infatti, la MO.D.A.V.I. onlus ha sede legale a Roma e non dispone di alcun associato in tutta la Lombardia.
In altre parole, era evidente sin dall’inizio che fossimo di fronte a un’operazione politica che poco c’entrava con la commemorazione dell’anniversario dell’omicidio di Ramelli e che aveva, invece, come obiettivo, tutto politico e contemporaneo, una provocazione in vista del 25 aprile (stanno già pensando alla campagna elettorale per le comunali…?!) e uno sdoganamento dei gruppi e del pensiero neofascisti.
Infatti, stasera in CdZ l’imbarazzo era palpabile, visto che il tutto era finito sulla pubblica piazza. Dopo pochissimi interventi è arrivata la prima sospensione ed è stata convocata la riunione dei capigruppo. Conclusione: la data del 24 improvvisamente non era più “opportuna” e il tutto andava spostato al 2 maggio (cioè, lontano dal 25 aprile e, per i non addetti ai lavori, fuori dalla settimana di iniziativa dal 24 aprile al 1° maggio, annunciata dalla galassia nera).
Tuttavia, essendo ormai tutta la faccenda di pubblico dominio, qualcuno nel centrodestra voleva andare anche oltre. E così, l’emendamento che chiedeva l’eliminazione del patrocinio e la riduzione del contributo economico a 700 euro (cioè, la stessa cifra stanziata a suo tempo per un’iniziativa in ricordo di Fausto e Iaio, per citare un consigliere di zona) è stato sostenuto anche dal capogruppo della Lega e dall’Udc, che quindi hanno votato insieme a sinistre e Pd.
Ma purtroppo non è stato sufficiente, poiché il Presidente del CdZ, l’ex-An Pietro Viola, ha letteralmente militarizzato la truppa del Pdl e il patrocinio e i 1.000 euro per i camerati sono stati salvati, sebbene di misura.
Infine, ultima annotazione di cronaca, la deliberazione che sposta tutto al 2 maggio, ma che conferma la copertura istituzionale del concerto neofascista, è stata approvata con 27 voti a favore e 11 voti contrari. Cioè, il Pd si è incredibilmente diviso e metà gruppo ha votato a favore, insieme alle destre…
Morale? Primo, che il tutto fosse un’operazione politica, concordata tra estremismo neofascista/neonazista e settori del centrodestra istituzionale, in primis di provenienza ex-An, è rimasto ampiamente confermato dal CdZ di stasera. Secondo, vigilare attentamente ed essere pronti a prendere parola e iniziativa in prima persona è una necessità imprescindibile, perché non oso immaginare cosa sarebbe successo in CdZ stasera se nessuno avesse denunciato, chiesto, detto ecc. Terzo, il 25 aprile in piazza a Milano, al corteo, prima, e a Partigiani in ogni quartiere, poi, dobbiamo essere in tanti e tante.
Allegato Descrizione
Canzoni Skoll.doc
33.5 KB
Lunedì, 4 Gennaio, 2010 - 16:33

Biblioteca V.Peroni: inaugurata sezione Ipovedenti, curata da ANS, Ass.Naz.Subvedenti

Per opportuna informazione, riporto qui il post della sig.ra Rosa Garofalo in zona 3.

Cordiali saluti a tutti/e
Antonella Fachin
-----------------------

Il 26 novembre 2009 è stata inaugurata, al secondo piano della biblioteca Valvassori Peroni (zona 3), la "sezione Ipovedenti" curata dall'Associazione Nazionale Subvedenti Onlus.
In questo spazio, gli ipovedenti o più semplicemente TUTTI coloro che hanno una qualsiasi difficoltà visiva troveranno un ambiente dedicato con operatori dell'A.N.S. a loro disposizione (lun. mar. gio. ven. 10.00 - 13.00; mer. 14.00 - 17.00).
L'Associazione Nazionale Subvedenti Onlus dal 1970, con il prezioso aiuto di volontari si occupa di sostenere e assistere GRATUITAMENTE tutti coloro che si trovano a vivere la realtà dell'ipovisione. Gli ipovedenti vedono poco e male ma a differenza dei ciechi totali possono utilizzare il loro "residuo visivo" avvalendosi di ausili che rendono più vivibile l'attività quotidiana nello spirito di una sempre maggiore autonomia personale.
Questa la mission che anima tutte le attività della nostra Associazione (www.subvedenti.it).
Per qualsiasi informazione:
ANS - Associazione Nazionale Subvedenti Onlus
Largo Volontari del Sangue 1
20133 Milano
02 70 63 28 50
In questo spazio, gli ipovedenti o più semplicemente TUTTI coloro che hanno una qualsiasi difficoltà visiva troveranno un ambiente dedicato con operatori dell'A.N.S. a loro disposizione (lun. mar. gio. ven. 10.00 - 13.00; mer. 14.00 - 17.00).
L'Associazione Nazionale Subvedenti Onlus dal 1970, con il prezioso aiuto di volontari si occupa di sostenere e assistere GRATUITAMENTE tutti coloro che si trovano a vivere la realtà dell'ipovisione. Gli ipovedenti vedono poco e male ma a differenza dei ciechi totali possono utilizzare il loro "residuo visivo" avvalendosi di ausili che rendono più vivibile l'attività quotidiana nello spirito di una sempre maggiore autonomia personale.
Questa la mission che anima tutte le attività della nostra Associazione (www.subvedenti.it).
Per qualsiasi informazione:
ANS - Associazione Nazionale Subvedenti Onlus
Largo Volontari del Sangue 1
20133 Milano
02 70 63 28 50
Venerdì, 7 Agosto, 2009 - 11:15

INNSE:RIAPERTA LA PROSPETTIVA DELLA CONTINUITA' PRODUTTIVA

COMUNICATO STAMPA
LA CGIL: ALLA INNSE RIAPERTA LA PROSPETTIVA DELLA CONTINUITA' PRODUTTIVA.  DICHIARAZIONE DI NERINA BENUZZI DELLA SEGRETERIA DELLA CAMERA DEL LAVORO DI MILANO E DI GIACINTO BOTTI DELLA SEGRETERIA CGIL LOMBARDIA
Dopo 15 mesi di lotte e quattro giorni di dura mobilitazione fuori e dentro l'azienda, dopo la difficile decisione di cinque lavoratori di passare due giorni e due notti su un carroponte, in un clima di solidarieta' della societa' civile e di totale disinteresse da parte delle istituzioni locali e nazionali, per la vicenda INNSE sembrano finalmente aprirsi spiragli di una soluzione positiva in grado di garantire l'occupazione e l'eccellenza della produzione. E' stata infatti ufficializzata alla Aedes, l'immobiliare proprietaria del terreno, una proposta di acquisto dei macchinari e di mantenimento dell'unita' produttiva da parte di un imprenditore.
Questo elemento ci fa dire che la giustezza degli obiettivi e la determinazione dei lavoratori INNSE, della Rsu, della Fiom e della Cgil nell'affermare la dignita' del lavoro per tutti, hanno prodotto un risultato importante che va oltre i confini della fabbrica di Lambrate.
Ora la situazione deve tornare alla normalita' perche' la trattativa possa aprirsi senza ricatti e possa produrre, stavolta seriamente, il rilancio produttivo della INNSE.
Milano 6 agosto 2009

Mercoledì, 7 Gennaio, 2009 - 12:07

SINDACO & C: facciamo il macro-elenco di errori e incapacità?

Molti cittadini hanno potuto constatare sulla loro pelle il disinteresse o la disorganizzazione della macchina comunale nell'affrontare il "problema" neve a Milano.
Ieri sera il nostro Sindaco Brichetto Moratti ha dichiarato  ... conosciamo le previsioni del tempo, ma per il momento tutto è sotto controllo, anzi abbiamo predisposto un piano emergenza sulla base di condizioni meteo peggiori di quelle previste......" (v. TG3 regionale).
Ehh, già!
Se la situazione non fosse stata sotto controllo, in quali condizioni si sarebbero dovuti svegliare i milanesi?!?!.. e in quali condizioni debbono andare al lavoro, ammesso che ci riescano!
E tutto questo, nonostante ieri fosse giorno festivo e quindi l'organizzazione comunale abbia potuto contare su una giornata tranquilla, con poche persone in giro e poche situazioni critiche, e organizzarsi per tempo in vista della ripresa lavorativa di centinaia di migliaia di persone.

NO, SINDACO, NON CI SIAMO!!!!
 
Si ricordi, Sindaco, che sono i FATTI che contano e non le dichiarazioni o le fiaccolate per le strade di Milano! Anzi se proprio ci tiene alle fiaccolate, perchè non ne organizza una oggi pomeriggio per protestare contro l'inefficienza della Sua macchina amministrativa?!?
E tutti i Suoi consulenti ben pagati cosa Le consigliano?!?!

Temo che il nostro Sindaco abbia energie e soldi per organizzare la parata Expo 2015 in corso Buenos Ayres, con palloncini e carri vari, ma non ha interesse ad agire con efficienza e determinazione quando si tratta di operare per i suoi concittadini.
... inutili sono le riunioni di emergenza ... quando l'emergenza era ben nota, prevista e preventivabile!!!
 La vera emergenza non è la neve, ma questo governo della città di Milano!

Spero che i milanesi abbiano sufficiente memoria per ricordarsi le inefficienze e incapacità del Sindaco Brichetto Moratti e della sua maggioranza quando torneranno alle urne!!!!

Propongo di iniziare, anche su questo forum a fare il macro-elenco dei problemi irrisolti e dei nuovi problemi creati, degli errori, delle incapacità, delle inefficienze di questa maggioranza di centro-destra ... così sarà più facile non dimenticare!!!

Inizio con l'elenco in attesa di vostri contributi!
1) attenzione solo nei confronti dei gruppi economici forti (di cui peraltro fa parte, come la Sindaca ci tiene a ricordare, dato che fa uso solo del suo cognome acquisito "Moratti" e non del suo cognome di origine "Brichetto", nonostante tutte le donne che lavorano sono conosciute e fanno uso del loro cognome e non di quello del marito!)

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano

Mercoledì, 24 Dicembre, 2008 - 11:05

Tantissimi AUGURI!!

Le festività sono ormai prossime.
Un caro augurio di buona speranza e di rinnovato impegno civile per un anno migliore per tutti.
In allegato una creazione della grafica e pittrice Francesca Carmi (dall'Associazione Culturale Punto Rosso).
Antonella Fachin

Allegato Descrizione
Auguri 2009.pdf
670.96 KB
Mercoledì, 24 Dicembre, 2008 - 11:05

Tantissimi AUGURI!!

Le festività sono ormai prossime.
Un caro augurio di buona speranza e di rinnovato impegno civile per un anno migliore per tutti.
In allegato una creazione della grafica e pittrice Francesca Carmi (dall'Associazione Culturale Punto Rosso).
Antonella Fachin

Allegato Descrizione
Auguri 2009.pdf
670.96 KB
Venerdì, 7 Novembre, 2008 - 10:10

sondaggio per la salute della nostra città

Buona partecipazione al sondaggio promosso da Legambiente, GAS, Ambiente Milano e VAS !
Antonella Fachin

Comunicato di  Genitori Antismog (GAS)

Nell’ambito delle iniziative volte a premere sulle nostre amministrazioni per l’adozione di nuove e più efficaci misure di contenimento dell’inquinamento nella nostra città (e non solo ) è stato realizzato un sondaggio al quale vi invitiamo a partecipare on-line sul sito:

http://sondaggi.legambiente.org/index.php?sid=55127&lang=it


I risultati, che saranno a breve visibili sul sito, ci aiuteranno a dare voce alle nostre richieste.

Grazie a tutti!
Genitori Antismog

Lunedì, 2 Ottobre, 2006 - 15:17

Che succede in Consiglio di Zona 3?

Un cordiale saluto a tutti/e.
Sono Antonella Fachin, neoeletta nel Consiglio di Zona 3 e capogruppo della lista “Uniti con Dario Fo per Milano”.
Ringrazio di cuore coloro che hanno nelle primarie e nelle elezioni amministrative dato il loro voto alla lista e a coloro che hanno espresso la preferenza per me!
Per coloro che non mi conoscono, segnalo che è possibile leggere qualche sintetica informazione su di me nella pagina di presentazione che il sitocomunalimilano2006.it mi ha permesso di pubblicare.
Cosa mi preme dire per prima cosa? Darvi un breve aggiornamento sull’attività del Consiglio di Zona (CdZ):
-         è stato candidato e rieletto Presidente della Zona 3, per il terzo mandato consecutivo, Pietro Viola, che ha già ricoperto tale carica a seguito delle elezioni del 1999 e del 2001, nonostante l’art. 8 del Regolamento per l’elezione dei Consigli di Zona limiti a due i mandati consecutivi.
Sono fiduciosa che sulla questione sarà fatta chiarezza a livello interpretativo, affinché venga eliminata la forte preoccupazione mia e degli altri Consiglieri dell’Unione che tale nomina sia illegittima.
-         Sono state costituite 7 Commissioni istruttorie, come da Regolamento, 5 Commissioni definite “a termine” e una Commissione competente in materia di “Polo Multifunzionale di Zona” (v. elenco nel sito del Comune); in realtà:
o       La nostra Zona –a differenza della altre Zone di Milano- non dispone di un PMZ, né si sta impegnando per trovare una sede idonea, benché ciò sia stato richiesto da me e da altri Consiglieri dell’opposizione;
o       le Commissioni cosiddette a termine non sono in linea con l’art. 19, comma 4, del Regolamento del Decentramento Territoriale, secondo cui esse possono essere costituite “per l’esame di particolari questioni e problemi”, mentre in realtà sono state costituite per perseguire un generico programma entro un anno, che è il tempo massimo ammesso dal Regolamento. Inevitabilmente, come nella precedente consigliatura di Zona 3, le commissioni a termine, alla loro scadenza, verranno ricostituite, per perseguire il medesimo generico programma entro il tempo massimo consentito e così via, di anno in anno. Non è questo il modo corretto di costituire le commissioni a termine, che di fatto sono delle vere e proprie commissioni istruttorie che durano per tutta la consigliatura.
A mio parere, non è una questione meramente formale: le norme, che fissano nel numero di 7 il limite massimo di commissioni istruttorie, vengono chiaramente eluse, mentre ritengo moralmente e giuridicamente più corretto modificare/aggiornare le norme, ove necessario, piuttosto che applicarle in maniera “creativa”!
-         Molte delle Commissioni si riuniscono almeno una volta alla settimana e durano mediamente un’ora: ciò significa che tutte le settimane, dalle ore 17/18 sino alle ore 19/20, vengono convocate 8/10 riunioni e, a mio parere, non tutte sono così necessarie e/o ricche di argomenti da trattare.
Colgo comunque l’occasione per informarvi, nel caso non lo sappiate, che -se desiderate, come spero, partecipare alle 7+5+1 (!) Commissioni di Zona- sul sito del Comune trovate il modulo per richiedere l’iscrizione alla/e Commissione/i di vostro interesse e l’invio delle relative convocazioni per fax, per email o per sms.
Mi viene talvolta il sospetto che “l’appetito vien mangiando”, perché la partecipazione a una riunione da diritto a ogni Consigliere di Zona, nel caso non lo sappiate, a un gettone di presenza, per un ammontare massimo lordo mensile di € 510. La partecipazione, peraltro, non deve essere piena: basta rimanere in aula per poco più della metà del tempo previsto (ossia 35 minuti se la riunione è di un’ora) e si ha diritto al gettone! Nelle prime riunioni, inoltre, i Consiglieri di zona indicavano personalmente l’ora di arrivo ….. e ho avuto la “sensazione” che qualcuno facesse il furbetto, indicando l’ora di inizio della riunione anche quando arrivava in ritardo!!!!
Anche in questo caso, lo spirito della norma è un altro: consentire ai Consiglieri di Zona di dare un contributo economico affinché svolgano con maggior impegno il loro ruolo istituzionale, che richiede disponibilità di tempo, non quello di arrotondarsi lo stipendio!!!!
Dagli esempi che ho riportato è di tutta evidenza che questa maggioranza di centro-destra interpreta le norme a proprio piacimento, senza rispettarne la “ratio”, ossia lo scopo, la ragione per la quale sono state emanate.
E’ mio impegno –e l’ho già comunicato nella conferenza dei Capigruppo- segnalare irregolarità e altri aspetti che contrastano con il dovere di un Amministratore pubblico di operare correttamente e con senso etico.
Sulla questione dell’orario, il Presidente della Zona ha accolto la mia segnalazione e ha dato disposizione che l’ora di arrivo e di uscita dei Consiglieri sia indicato sul modulo di presenza dal verbalizzante della riunione e non dai singoli interessati!
Nella speranza di incontrarvi presso la sede del Consiglio di Zona, in via Sansovino 9, sarei lieta di ricevere segnalazioni, proposte e contributi per cercare, assieme, a migliorare la qualità della vita in Milano e a favorire un nuovo modo di vivere la città, per la promozione di una “società affettiva e solidale”, nella quale il senso civico e quello etico prevalgano sull’individualismo e sul menefreghismo.
Cordiali saluti
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Uniti con Dario Fo per Milano

RSS feed