.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 80 ospiti collegati

.: Eventi

« Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Giovedì, 13 Dicembre, 2007 - 22:53

Bordogna sul futuro gestionale CAM e passaggio a Milano Sport

 
 
Milano, 13 dicembre 2007
 
 
 
 
 
c.a. dell’Assessorato Trasporti del Comune di Milano;
del Settore Trasporti del Comune di Milano;
della Direzione dell’ATM di Milano
 
 
  • Oggetto: risposta del direttore Bordogna in merito a un’interrogazione del consigliere di zona 1del Gruppo Lega Nord, Stefano Bolognini, riguardante l’affidamento di incarichi gestionali dei Centri di Aggregazione Multifunzionale alla Società Milano Sport
 
Riporto, per informare politicamente e amministrativamente i colleghi, una risposta avuta da parte del Direttore Centrale Aree Cittadine del Comune di Milano all’interrogazione fatta dal consigliere di zona 1 Stefano Bolognini del Gruppo della Lega Nord in merito all’ipotesi di passaggio della gestione dei Centri di Aggregazione Multifunzionale alla società Milano Sport, questione in oggetto dell’interrogazione fatta dal sottoscritto la scorsa seduta di Consiglio di Zona, martedì 4 dicembre.
In quell’interrogazione, prendendo come riferimento il caso del consiglio di zona 1 dove una mozione proposta dalla presidente di commissione CAM/PMZ e sottoscritta da diversi consigliere e consiglieri appartenenti a entrambe gli schieramenti, chiedevo spiegazioni alla direzione di settore circa la volontà del passaggio graduale della gestione alla società stessa, senza che né la commissione preposta, né il consiglio di zona avessero potuto esaminare la natura e la portata dell’eventuale bando di cessione del servizio.
Nel testo della risposta, che allego nella sua versione integrale alla presente interrogazione, il direttore centrale tende a precisare, in riferimento al D. Lgs. 267/2000 all’articolo 107, Testo Unico per gli Enti Locali, che “i poteri di indirizzo e di controllo politico amministrativo spettano agli organi di governo, mentre la gestione amministrativa è attribuita ai dirigenti mediante autonomi poteri di spesa”.
Si deduce da questa affermazione legislativa, come tende a sottolineare Bordogna, che “la scelta di procedere alla realizzazione degli indirizzi definiti, per l’erogazione dei servizi tipici dei CAM, ricorrendo a collaborazioni di singoli professionisti (co.co.co) oppure ad organizzazioni diverse, appartiene certamente al campo più squisitamente gestionale” e che “si sta vagliando di sperimentare il possibile ricorso ad un contratto di servizio con la Società Milano Sport, del Comune di Milano, per la realizzazione di alcuni interventi che rientrano nelle linee programmatiche definite dalle singole zone, fermo restando anche la possibilità che la Società in questione possa avvalersi della collaborazione degli stessi professionisti (per cui, aggiungo, è prevista una limitazione temporale alla prestazione d’opera) che hanno già svolto, negli anni precedenti, analoghe attività nelle diverse zone”.
 
Rimangono, pertanto, diverse questioni che, in base al documento della risposta, da sottoporre alla direzione di settore:
 
  1. se in riferimento al Testo Unico per gli EE.LL. la scelta di ricorrere a organizzazioni diverse la realizzazione degli indirizzi definiti spetti esclusivamente e completamente al campo più squisitamente gestionale, quindi amministrativo e in quali termini questo avviene;
  2. di poter visionare, dato che questa richiesta è pertinente alle funzioni amministrative svolte dal Consiglio di Zona e, specificatamente, dalla Commissione CAM/PMZ, l’eventuale bando di cessione dei servizi alla società stessa;
  3. che cosa si intenda in termini quantitativi per “limitazione temporale” degli incarichi esterni, di tipo libero professionale, quindi includendo anche gli stessi incarichi di collaborazione instaurati con le attuali animatrici e gli attuali animatori, ancora in attesa di rinnovo del contratto per la prestazione prevista per il prossimo anno solare
 
Cogliendo come opportuno, importante e interessante l’impegno della presidenza del consiglio di zona 4 di indire un incontro tra il direttore centrale Bordogna, il direttore di settore zona 4 Premoselli, il presidente del consiglio di zona 4, Zanichelli, le consigliere e i consiglieri interessati, ritenendo come giusto criterio l’inoltro dell’invito ai capigruppo, e, infine, le animatrici e gli animatori dei CAM di Zona 4, incluso, ovviamente, il coordinatore, inviterei a procedere in tale senso con una certa urgenza, data l’ormai prossima conclusione dell’anno solare.
 
 
Alessandro Rizzo
Capogruppo Lista Uniti con Dario Fo per Milano
Consiglio di Zona 4 Milano