.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 38 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Antonella Fachin
Mercoledì, 2 Giugno, 2010 - 18:31

GLI EFFETTI DELLA FINANZIARIA SU SALUTE E SICUREZZA

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo della Finanziaria di Berlusconi / Tremonti.
Potete trovare il pdf del Decreto ad esempio all’ indirizzo:
http://transfer.hagakure.it/manageritalia/dl_20100531.pdf
A parte ogni altra considerazione sulla natura reale della Finanziaria (fare pagare ai lavoratori e ai cittadini anni e anni di sperperi a vantaggio di imprenditori e politici), metto in evidenza i contenuti gravissimi dei seguenti articoli.
ARTICOLO 7 COMMA 1
“Con effetto dalla data di entrata in vigore del presente decreto legge, al fine di assicurare la piena integrazione delle funzioni assicurative e di ricerca connesse alla materia della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro e il coordinamento stabile delle attività previste dall’ articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, ottimizzando le risorse ed evitando duplicazioni di attività, l’ IPSEMA e l’ ISPESL sono soppressi e le relative funzioni  sono attribuite all’ INAIL, sottoposto alla vigilanza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero della salute”
Con tale articolo si sopprime un istituto come l’ ISPESL: istituto sicuramente di parte, ma che comunque negli anni ha saputo dare un contributo positivo nella divulgazione di pubblicazioni tecniche e scientifiche di alto livello.
ARTICOLO 8 COMMA 12
"Al fine di adottare le opportune misure organizzative, nei confronti delle amministrazioni pubbliche di cui all' art.1, comma 2 del decreto legislativo n.165 del 2001, il termine di applicazione delle disposizioni di cui agli articoli 28 e 29 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n.81, in materia di rischio da stress lavoro- correlato, è differito al 31 dicembre 2010".
Con tale articolo si ufficializza (al di là di ogni mandato che una legge finanziaria può dare a un Governo e in barba alla Costituzione) che la legge NON è uguale per tutti.
Per i dipendenti privati la valutazione del proprio stato di stress lavoro correlato parte obbligatoriamente dal 01/08/10, per i dipendenti  pubblici  (e non si sa bene per quale motivi) parte dal 01/01/11.
Diffondete & KNOW YOUR RIGHTS !
Marco Spezia - sp-mail@libero.it
RETE NAZIONALE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO