.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 33 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti


Nessun commento...

.: Il Blog di Fiorello Cortiana
Venerdì, 25 Marzo, 2011 - 18:20

Milano, 23 marzo 2011

Come ogni anni, anche quest'anno, mercoledì 23 marzo 2011, l'Associazione Nazionale Arditi d'Italia e la Unione Nazionale Combattenti della Repubblica Sociale Italiana, rappresentate dai due rispettivi Presidenti, Armando Santoro e Pierpaolo Sivestri, hanno reso omaggio, prima al Monumento ai Martiri della Rivoluzione Fascista del Cimitero Monumentale di Milano, dove sono sepolti gli squadristi milanesi caduti negli epici scontri contro le forze sovversive ed antinazionali, poi alla tomba del poeta-soldato Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del Movimento Futurista.  I brevi discorsi di rito, prima della chiamata del Presente, sono stati fatti dal bravissimo Vittoriano Peiyrani. Alla cerimonia era presente Donna Monica Mussolini, vedova del Comandante Vittorio, figlio del Duce e Colonnello della Guardia Nazionale Repubblicana della RSI, accompagnata da Lorenzo Castello e Roberto Jonghi Lavarini. Sono intervenuti diversi ex Combattenti ed Ausiliarie e numerosi militanti politici del Comitato Destra per Milano, della Fiamma Tricolore e del Movimento Lealtà e Azione, oltre al Prof. Antonio La Bollita del Popolo della Libertà, Valerio Zinetti della Lega Nord e Vittorio Barberi, già vice Federale del MSI-DN di Milano.

Venerdì, 25 Marzo, 2011 - 14:43

interrogazioni presentate in Consiglio di Zona 4 il 24 marzo 2011


Giovedì, 24 Marzo, 2011 - 09:30

stasera giovedì 24 , ore 21: i cittadini per isapia si incontrano all'ARCI Bellezza

Ai Cittadini per Pisapia: un brevissimo aggiornamento e una convocazione urgente.

Dopo l'incontro di giovedì scorso all'Arci Bellezza alcuni di noi hanno partecipato alla riunione della Coalizione - forze politiche (partiti e liste civiche) che sostengono la candidatura di Giuliano Pisapia - dove Giuliano era atteso ma non è potuto intervenire.

Tra le molte cose dette (racconteremo...) è stato comunicato che, in base a regole definite alla chiusura delle primarie, esiste all'oggi lo spazio per presentare UNA SOLA LISTA CIVICA nuova, chiedendone l'apparentamento' alla coalizione che sostiene  Giuliano.
Quindi la lista di Milly Moratti - chi era presente all'incontro di giovedì ricorda la discussione - e quella dei Cittadini per Pisapia dovrebbero fondersi in una lista unica.
Milly era presente, ha ribadito le sue ragioni, a questo punto si è concordato un incontro/confronto ufficiale tra le due liste alla presenza di Gianni Confalonieri - responsabile politico dello staff di Pisapia - per un'ultima verifica; l'incontro è avvenuto ieri - lunedì - nessun accordo raggiunto (racconteremo ...), si è concluso con l'incarico a Confalonieri di consultare Pisapia sull'opportunità o meno di una lista civica connotata nel simbolo da un nome (Milly Bossi Moratti), e ci darà risposta .....

Per raccontare, ragionare e decidere insieme ci vediamo quindi

Importante esserci, puntuali e numerosi!
 

Mercoledì, 23 Marzo, 2011 - 12:59

AGCOM non censurare Internet

Martedì, 22 Marzo, 2011 - 14:00

Coltivare la memoria

AUT Un viaggio con Peppino Impastato
Abbiamo utilizzato le sue parole, siamo andati nella sua casa, camminato con i suoi amici, mangiato con il fratello, 
abbiamo visto aprirsi le porte di casa Badalamenti.
La rivolta antimafia di Peppino Impastato raccontata in presa diretta.
venerdì 25 ore 21,00 @barrio's  Milano
Lunedì, 21 Marzo, 2011 - 10:37

Ignazio La Russa e Letizia Moratti per la Pacificazione Nazionale

http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/03/19/foto/i_simboli_fascisti_a_palazzo_marino-13830819/1/

http://www.ilgiornale.it/milano/in_piazza_labaro_decima_proteste_comunita_ebraica/20-03-2011/articolo-id=512608-page=0-comments=1

Grande successo della manifestazione patriottica organizzata, sabato a Milano, dal vice Presidente del Consiglio Comunale, Comm. Stefano Di Martino, Dirigente del Popolo della Libertà, alla quale hanno partecipato oltre quattrocento persone e numerose autorità civili, militari e religiose. Al mattino vi è stata una conferenza storica, presso la prestigiosa Sala Alessi di Palazzo Marino, con gli interessanti interventi del Cav. Dott. Federico Pizzi, giovane Presidente della Associazione Ragazzi del 99 (Casa Savoia ed il Risorgimento), del giornalista Marco Valle (La Nazione Armata), di Dario Macchi, giornalista, Paracadutista della Folgore e Presidente della Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia di Milano (Da El Alamein alle Missioni di Pace), dello storico Alberto Velati (La Grande Guerra) e del chiarissimo Prof. Massino De Leonardis, Ordinario di Storia delle Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica di Milano (L’Italia nella Nato).

Hanno portato il loro saluto: il Senatore Franco Servello (figura storica della destra milanese, già dirigente del MSI, di AN ed ora dei Seniores del PDL), l’Ing. Michele Puccinelli (Coordinatore del Movimento Destrafuturo – La nostra Destra nel PDL), l’On. Massimo Corsaro (vice-Capogruppo del Popolo della Libertà alla Camera dei Deputati), il Sindaco di Milano, Letizia Moratti, il Ministro della Difesa, On. Ignazio La Russa. Alla manifestazione sono giunti diversi saluti ufficiali e telegrammi, fra i quali, quello di S.A.R. Vittorio Emanule, Duca di Savoia e Principe di Napoli, Capo di Casa Savoia, letto da Stefano Di Martino, quello del Comandante Mario Bordogna (Presidente Nazionale dei Combattenti della X MAS) e quello del Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni, Presidente del Centro Studi Storici e Politici Intenazionali Patria e Libertà.

In sala erano presenti i vertici lombardi delle Forze Armate italiane con il Generale Camillo De Milano, Comandante del Presidio Militare di Milano, il Generale Arnaldo Cassano, vice Presidente Nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro, il Comandante della Voloire di Milano, il Generale Fantasia, Decorati al Valor Militare, Ufficiali, Sottoufficiali, Soldati, Cadetti della Scuola Militare Teuliè di Milano e Crocerossine in Divisa, AssoArma e praticamente tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, una Delegazione dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, partigiani bianchi (cattolici e monarchici) insieme a reduci della Repubblica Sociale Italiana. Finalmente tutti insieme nel nome della Patria e della Bandiera Tricolore, simbolo della unità nazionale.

Presenti anche numerosi esponenti della cultura, dirigenti e militanti politici, fra i quali: la Gran Dama Silvana Fiolini Alessio, il Nob. Cav. Sandro Pierato (Membro della Consulta dei Senatori del Regno), Carlo Brignolo Gorla, Flavio Nucci, Enrico Verga e Dario Vermi di Destrafuturo, Franco Polver (Presidente del Comitato Milano Capitale d’Europa), il Prof. Antonio La Bollita, Mario Mazzocchi Palmieri (Dirigente del Comitato Destra per Milano - LiberaMente nel PDL) e Francesco Sciscio, candidati rispettivamente in zona 8, 7 e 2 di Milano, in abbinamento a Stefano Di Martino che si ricandida in Comune, questa volta, per fare l’Assessore.

Il Tenente Paracadutista Roberto Nera, dopo avere salutato il S.Te. Peroncini (novantenne reduce di El Alamein, presente in sala) ha mostrato un commuovente filmato sui nostri soldati in missione in Afganistan. Il novantenne Pasquale Cioffi, pluridecorato Volontario prima in Russia e poi nella RSI, Presidente della Associazione Arma di Cavalleria, ha ufficialmente consegnato alla Città di Milano, la gloriosa bandiera del Savoia Cavalleria, ricordano come i discendenti di questo corpo glorioso siano oggi impegnati, proprio a Milano, in sostegno alle Forze di Polizia, a garantire la sicurezza dei milanesi. Successivamente, anche l’Associazione Arma Artiglieria ha consegnato una targa ricordo al Sindaco di Milano

Presenze simboliche assai significative, nel 150° Anniversario della Unità Nazionale, quelle dei Comitati Tricolori Italiani nel Mondo, degli Esuli delle Terre Irredente di Istria-Fiume-Dalmazia, di ebrei italiani di origine libica, di discendenti di Ascari ed Ufficiali del Regno Italiano di Albania, e dei nipoti degli eroi della Prima Guerra Mondiale, Ammiraglio Paolo Tahon de Revel e Generale Diaz della Vittoria.

Dopo la conferenza, alla presenza della Banda Musicale che ha suonato inni patriottici (Inno di Mameli, Marcia Reale ed Inno del Piave) sono state deposte tre corone di alloro alle lapidi di Palazzo Marino che ricordano la Vittoria della Grande Guerra. Poi si è formato un corteo patriottico che ha sfilato, da Piazza della Scala, attraversando la Galleria Vittorio Emanuele, raggiungendo, fra ali festanti di milanesi e turisti incuriositi, Piazza del Duomo dove, dopo aver suonato il silenzio di ordinanza in Onore di tutti i Caduti, è stata depositata una corona di alloro al monumento a Vittorio Emanuele II, Padre della Patria e primo Re d’Italia.

Che emozione vedere sfilare decine di insegne militari e, per la prima volta, insieme: la bandiera sabauda (con scudo e corona) della Guardie d’Onore al Pantheon e quella della RSI (con aquila e fascio), la bandiera degli Arditi (nera con il gladio oro) con il labaro della Decima Flottiglia Mas del Comandante Principe Junio Valerio Borghese. Infatti, alla manifestazione erano presenti anche: la storica Associazione Nazionale Arditi d’Italia – ANAI (con il suo Presidente Nazionale, Pierpaolo Silvestri, e Lino Menghini), l’Unione Nazionale Combattenti della Repubblica Sociale Italiana – UNCRSI (con il presidente Armando Santoro, Volontario della Legione Autonoma Ettore Muti, ed il presidente onorario Dario Buzzi), le Ausiliarie della Associazione Culturale Servizio Ausiliario Femminile (le prime donne soldato in Italia), l'Associazione San Marco ed una folta delegazione della Associazione Combattenti della gloriosa X MAS, rappresentata, oltre che daL vice Presidente Nazionale, Sergio Pogliani, da ben tre reduci di guerra, applauditissimi dai milanesi: la Medaglia d’Argento al Valore Militare, Sottocapo Giancarlo Panichini dei Mezzi di Assalto, i Marò Iwan Bianchini (encomio solenne per la battaglia di Tarnova) e Vincenzo Oliveti dei Nuotatori Paracadutisti.

“Mi auguro che le celebrazioni dei 150 anni possano aiutare il processo di pacificazione nazionale. Percorso non facile, perché ci sono ferite ancora aperte e chi ha combattuto su fronti opposti fatica ancora a vedere nell’altro un compatriota. Credo che questo sia anche il significato del messaggio del Presidente Napolitano, vedere nei valori della Italia unita, la nostra storia e la nostra identità, nel rispetto di tutti coloro che si sono sacrificati per gli ideali di libertà ed indipendenza” questa l’importante dichiarazione del Sindaco Letizia Moratti.

“Dopo queste celebrazioni, coloro che hanno sempre cercato di dividere l’Italia in due, tra buoni e cattivi, non potranno più fare a meno di pensare che c’è un’unica storia italiana, con momenti belli e con momenti brutti. Noi lo abbiamo sempre sostenuto e, quando vedi la tua verità sulle labbra del tuo avversario, devi gioire, perché questo è il segno della vittoria. Come ci ha insegnato un grande italiano (Giorgio Almirante)” ha ribadito il Ministro Ignazio La Russa.

“Mi dispiace per le polemiche di alcuni giornali e per le strumentalizzazioni elettorali della sinistra sulla presenza del labaro della X MAS, associazione alla quale sono onorato di appartenere come socio simpatizzante. Ribadisco che la manifestazione di sabato non è stata affatto una provocazione ma un gesto di autentica riconciliazione nazionale fra veri patrioti che hanno combattuto, in divisa e con onore, su fronti diversi, durante la guerra civile che ha sconvolto e diviso gli italiani dal 1943 al 1945 ed oltre. Il Sindaco Moratti e il Ministro La Russa, con la loro presenza e le loro dichiarazioni, hanno perfettamente compreso lo spirito patriottico della iniziativa, alla quale hanno partecipato, fianco a fianco, ex combattenti del Regno d’Italia e della Repubblica Sociale Italiana.” Ha dichiarato Roberto Jonghi Lavarini, Presidente del Comitato Destra per Milano (LiberaMente nel PDL) e probabile candidato alla Presidenza di Zona 1 del Comune di Milano, come confermato anche dall’On. Massimo Corsaro.

N.B. (per politici faziosi e giornalisti ignoranti): La Marina Anti Sommergibili è stata fondata nel 1915 e vanta ben 32 Medaglie d'Oro al Valor Militare. L'Associazione Combattenti X MAS è regolarmente riconosciuta dalla Repubblica Italiana, in quanto facente parte della Associazione Nazionale Marinai d'Italia. Per questo, il labaro della X MAS ha sfilato anche al Raduno Nazionale di Reggio Calabria ed i reduci sopracitati sono stati ufficialmente invitati come relatori al Collegio Navale Morosini di Venezia. Il Corpo degli Arditi, eroica e pluridecorata formazione di volontari della Grande Guerra, è stato invece fondata nel 1917 e vanta ben 242 Medaglie d'Oro al Valor Militare. L'Associazione Nazionale Arditi d'Italia (ANAI) è stata fondata nel 1920 e, anche dopo la Seconda Guerra Mondiale, ha sempre partecipato alle manifestazioni militari e patriottiche, venendo riconosciuta, di fatto, dal Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga.

Sabato, 19 Marzo, 2011 - 12:38

Arcigay Milano lancia "Milano siamo anche noi"

Arcigay Milano CIG Centro di Iniziativa Gay rianima il dibattito pubblico cittadino, sempre più distratto da argomenti che poco influenzano il benessere delle persone, puntando su temi importanti quali quelli a noi cari dei diritti civili, della salute, del rispetto e dell'inclusione sociale che realmente incidono sulla felicità e la vita di chi abita la città.

E’ partita in questi giorni la campagna "Milano siamo anche noi - cittadine e cittadini che amano Milano".
Questo progetto è formato da due iniziative complementari e convergenti:
- Da lunedì 21 marzo inizierà un’opera di sensibilizzazione cittadina con una campagna mediatica su free-press, siti web e attraverso la distribuzione di materiale informativo sul territorio per proporre una piattaforma di atti amministrativi concreti, non dei semplici buoni propositi, che farebbero amare di più Milano, rendendola una città migliore.
- E' stato creato un social network, raggiungibile al sito: www.milanosiamoanchenoi.it .

Questo è uno spazio di aggregazione dove commentare e integrare la nostra piattaforma, proporre nuovi temi, raccontare la propria testimonianza, condividere le proprie idee per amare di più Milano.
Nei fatti, si tratta del primo social-network dei diritti civili, della laicità e sull’inclusione sociale.
Saranno organizzati degli incontri pubblici, il primo il 13 aprile prossimo, anche in occasione della competizione elettorale, ma che non si esauriranno con le elezioni e vorranno continuare con appuntamenti periodici ricorrenti.

Queste iniziative non riguardano SOLO i gay, le lesbiche, gli extracomunitari, gli stranieri, gli invalidi, i precari, le persone trans, gli anziani soli, le madri single…. ma riguardano tutti. "Milano siamo anche noi" parte dalle loro esperienze, quelle che abbiamo incontrato e che incontriamo da 27 anni di attività, per parlare del bene comune, che è di tutti i cittadini e di tutte le cittadine che vivono questa città.

"Milano siamo anche noi" vuole essere un termometro cittadino, un aggregatore civico e un laboratorio di idee permanente, un luogo d’incontro e confronto tra coloro che da troppo tempo, troppi anni sono rimasti inascoltati, per mettere in rete progetti e strategie comuni d’azione e intervento. Vuole essere nei fatti uno strumento di creazione e trasmissione di concrete politiche pubbliche.

Da lunedì 21 marzo partirà la distribuzione di 220 mila cartoline sul territorio cittadino raffiguranti sei soggetti diversi e la divulgazione di altro materiale informativo e pubblicitario via stampa e web e attraverso stand e presidi itineranti.
Per maggiori informazioni: http://www.arcigaymilano.org/siamoanchenoi/

 

18/03/2011 - Arcigay Milano

Venerdì, 18 Marzo, 2011 - 12:59

150° Unità Nazionale e riconoscimento Combattenti della RSI

Abbiamo molto apprezzato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per come, ieri, ha festeggiato e commemorato la nostra unità nazionale. E' stata estremamente significativa, ad esempio, la presenza di S.A.R. il Principe Vittorio Emanuele di Savoia e degli altri membri della Real Casa, alla cerimonia ufficiale che si è svolta al Pantheon di Roma, in ricordo del primo Re d'Italia. Domani, a Milano, ci sarà un'altro importante passo ufficiale verso la pacificazione nazionale: il Sindaco Letizia Moratti ed il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, interverranno al convegno storico organizzato dal vice-Presidente del Consiglio Comunale, Stefano Di Martino, al quale parteciparanno tutte le associazioni combattentistiche e d'arma, comprese quelle degli ex combattenti della Repubblica Sociale Italiana. Ringraziando il Ministro La Russa, il Presidente Di Martino ed il Presidente del nostro comitato, Roberto Jonghi Lavarini, per il loro sincero spirito ed impegno patriottico, auspichiamo che il Governo guidato da Silvio Berlusconi e la maggioranza di centro-destra (PDL-LEGA), nel 150° Anniversario della Unità Nazionale, riconoscano, finalmente, lo status di combattenti e soldati agli oltre 500.000 volontari italiani, sopratutto giovani e giovanissimi che, nel 1943, aderirono alla RSI, facendo una scelta ideale, per l'onore d'Italia. Sarebbe un gesto assolutamente giusto e dal forte significato simbolico che rafforzerebbe lo spirito nazionale ed agevolerebbe la costruzione di una memoria storica condivisa.
 
Comitato DESTRA PER MILANO - LiberaMente nel Popolo della Libertà

Giovedì, 17 Marzo, 2011 - 10:27

17 marzo ore 21: I "cittadini per Pisapia" si incontrano per una partecipazione civica

Carissime/i,
segnalo l'appuntamento di domani sera: il primo incontro pubblico di tutti i cittadini che hanno aderito all’appello per una partecipazione civica autentica e libera, a sostegno del candidato sindaco del centro-sinistra Giuliano Pisapia.
All’incontro sono ovviamente invitati tutti coloro che, pur non avendo (ancora!) aderito all’appello, sono sinceramente interessati alla formazione di una lista civica integra da condizionamenti partitici e onestamente volta a dare voce alle istanze dei cittadini non sempre e non ancora, purtroppo, rappresentate dai partiti.
Sono sempre più convinta che la buona e sana politica deve ri-partire dai cittadini onesti che hanno buon senso e valori/principi chiari, come quelli espressi nella nostra Costituzione, e senso della legalità.
Invito, anche come promotrice dell’appello, tutte le persone che provono interesse per la nostra iniziativa a diffondere l’appello e l’allegato invito ad amici e conoscenti di Milano.

Chi desidera far parte di questa stimolante e importante esperienza potrà segnalare la propria disponibilità a candidarsi già durante la serata di Giovedì 17 (ore 21, ARCI Bellezza) e comunque entro Martedì 22 ore 18.00, per consentire la presentazione degli elenchi dei candidati nei tempi prescritti e nel rispetto delle formalità.
Cari saluti a tutte/i.
Antonella Fachin

Da: parola ai cittadini parolaaicittadini@gmail.com
Inviato: mercoledì 16 marzo 2011 1.06
A: parola ai cittadini
Oggetto: I "CITTADINI PER PISAPIA" SI INCONTRANO - GIOVEDI 17 MARZO ORE 21.00 - COMUNICATO E INVITO


Coordinate GPS (45.44860169618364, 9.194778800010681)
A 10 giorni dalla pubblicazione dell’appello molti hanno espresso l’adesione, attraverso e-mail o social networks, usati per facilitarne la diffusione. Qui sotto l’elenco dei firmatari ad oggi.
Il numero di adesioni, la loro qualità e i commenti che spesso le accompagnano ci consentono di ri- affermare che “…è necessario quindi costruire un ambito largo, unitario e aperto ma chiaramente connotato a sostegno del candidato sindaco Pisapia che completi l’arco della rappresentanza politica e sociale della coalizione e sia così utile per la vittoria elettorale. Un ambito nel quale le molteplici esperienze diffuse sul territorio si possano riconoscere ed esprimere…”.
I PROMOTORI : l’appello è stato redatto e messo in rete da cittadini simpatizzanti della lista civica Uniti con Dario Fo impegnati in movimenti e associazioni, alcuni consiglieri della lista, e promosso da subito da alcuni cittadini impegnati nell’Officina per la Città.
Abbiamo preferito inizialmente firmarlo come Cittadini per Pisapia perché non venisse inteso come un invito a ricostruire la nostra Lista civica – esperienza che in quanto tale concluderemo con l’elezione del nuovo consiglio comunale – travisando così il suo significato politico fondamentale di appello aperto e unitario, connotato dall’obiettivo comune di aiutare la vittoria – fondamentale – di Giuliano Pisapia. 
LA CARATTERIZZAZIONE POLITICA : è quella espressa con limpidezza dai contenuti dell’appello e si colloca nell’ambito del sostegno alla candidatura Pisapia oggi, in una logica di partecipazione attiva alla gestione del proprio territorio, con l’attivazione di uno ‘spazio comune permanente’ dove tutti i soggetti e le esperienze attive nella nostra città si possano coordinare.
ALLORA, COSA FACCIAMO ? : “ …La costruzione di una lista cittadina a sostegno del candidato sindaco Pisapia aperta a tutti i soggetti non istituzionali…” è una risposta possibile a breve termine all’esigenza di rappresentanza non assolta dai partiti politici; stiamo chiedendo a tutti i firmatari dell’appello di farci sapere il tipo di impegno che ciascuno è disposto ad assumersi (breve termine: promozione della lista e/o candidarsi per il consiglio comunale e/o di zona – medio  termine: costituzione e organizzazione dello “spazio comune permanente”).
Invitiamo tutti quelli favorevoli alla costituzione di una lista a diffondere l’appello tra amici e conoscenti sollecitandoli a mettersi in gioco da subito.
Chi desidera far parte di questa stimolante e importante esperienza potrà segnalare la propria disponibilità a candidarsi già durante la serata di Giovedì 17 e comunque entro Martedì 22 ore 18.00 per consentire la presentazione degli elenchi dei candidati nei tempi prescritti e nel rispetto delle formalità.
I riferimenti di contatto sono i seguenti :
Telefonici : 339.2248095 oppure 347.2198163
Milano 15 marzo 2011
Bianca Dacomo Annoni, Giuseppe Natale, Amalia Navoni, Paolo Cagna Ninchi, Marina Rizzi, Paolo Meyer, Luigi Caprarella, Antonella Fachin, Alessandro Savioli, Patrizia Miozzi, Alessandro Rizzo, Silvio Agnello,
Elena Acunzo, Enzo Arighi, Marco Antoniotti, Carla Basciano, Giuseppe Berger, Lisa Bignoli, Alberto Biraghi, Rosella Blumetti, Andrea Bonessa, Linda Bovio, Monica Bozzellini, Paola Broggi, Mauro Campoleoni, Flora Cappelluti, Francesca Carmi, Lucia Carosella, Maria Cristina Castellani, Laura Censi, Maria Cerruti, Frank Cimini, Adriana Corbetti, Silvia Crovato, Francesco Dambrosio, Enrica D'Auria, Lorenzo De Ferrari, Massimo De Giuli, Marcello Del Bono, Anna Del Gaudio, Deborah D'Emey, Piera Digonzelli, Nicola Di Monte, Nelly Diop, Paola Domenichini, Paola Fantaguzzi, Annapaola Fascetti, Costanza Firrao, Valeria Gandus, Dilva Giannelli, Natalino Grigolato, Mariateresa Lardera, Carlo Alberto Lascaro, Cesarina Lesmo, Lina Loconsolo, Davide Lorenzoni, Mariagrazia Maffina, Rolando Mastrodonato, Elena Mazzola, Camilla Mian, Annamaria Migliore, Francesca Milone, Luisa Motta, Giulia Noris, Anna Pacchiarotti, Francesco Paolella, Luciano Pasetti, Emanuele Patti, Dijana Pavlovic, Simona Peverelli, Gloria Piana, Isa Polenghi, Davide Puglisi, Armando Rinaldi, Marina Rizzi, Gabriele Ronconi, Giovanni Rota, Mario Saccone, Silvia Salamon, Francesca Santori, Gabriele Scafati, Rita Scaramelli, Martin Selvas, Roberto Serafin, Silvana Sermisoni, Silvia Sissi Serra, Claudia Stramentinoli, Marina Varriano, Davide Zucchelli.


La candidatura a sindaco di Giuliano Pisapia rappresenta una reale occasione per chiudere il ventennio di governo del centro-destra; dobbiamo vincere, e per questo è importante saper leggere e valutare la consistenza numerica ma anche le caratteristiche delle forze in campo.
Le primarie hanno evidenziato - accanto ai partiti del centro sinistra e a esperienze civiche come la lista Uniti con Dario Fo per Milano - anche una molteplicità di soggetti non istituzionali, espressione di una società non rassegnata che molto ha contribuito al successo della consultazione popolare, sia attivamente nella campagna sia altrettanto attivamente con il voto a quei candidati che hanno identificato come portatori di un progetto vicino al sentire delle persone.
Sono associazioni, comitati, movimenti, gruppi e singoli cittadini attivi che caparbiamente continuano e continueranno ad impegnarsi per cambiare volto a questa città, nei quartieri, nelle scuole, nelle università, nei centri sociali e culturali.
Molte di queste realtà faticano a far sentire la loro voce, non si considerano rappresentate dai partiti politici, né di sinistra né di centro, e sempre più si rifugiano nell’area diffusa dell”astensionismo attivo” o “polemico”; devono invece trovare finalmente espressione e rappresentanza reale, oggi nell’impegno per sconfiggere il centro-destra e domani nel nuovo governo della città.
E’ necessario quindi costruire un ambito largo, unitario e aperto ma chiaramente connotato a sostegno del candidato sindaco Pisapia che completi l’arco della rappresentanza politica e sociale della coalizione e sia così utile per la vittoria elettorale.
Un ambito nel quale le molteplici esperienze diffuse sul territorio si possano riconoscere ed esprimere, in un progetto di cittadinanza fondata su valori comuni e non su interessi, su solidarietà e non su egoismi, su partecipazione e non su sudditanza a poteri altri; per affrontare con trasparenza ed efficacia le grandi questioni dello sviluppo urbanistico e della dimensione metropolitana della città, in cui si inseriscono le diverse problematiche sociali, culturali, ambientali sulle quali devono avere voce  i cittadini che quotidianamente le affrontano.
E’ una proposta  per contribuire attivamente alla vittoria di Giuliano Pisapia, ma che non si limita a un’aggregazione funzionale a questo obiettivo: invita a guardare anche oltre, e si configura come premessa per la costruzione di uno ‘spazio comune permanente’ dove  tutti i soggetti e le esperienze attive nella nostra città destinatari di questo appello si possano incontrare, confrontare, coordinare e organizzare proposte e iniziative, superando la frammentarietà che è spesso di ostacolo all’essere riconosciute come una risorsa – e non un problema - per la città e le sue istituzioni.
Potresti condividere e sostenere questo appello nei suoi contenuti;
Potresti contribuire da subito alla costruzione di una lista cittadina a sostegno del candidato sindaco Pisapia aperta a tutti i soggetti non istituzionali;
Potresti collaborare alla costruzione dello “spazio comune permanente”;
Allora mandaci una e-mail oppure iscriviti a uno dei nostri gruppi e fai girare l’appello tra i tuoi contatti :
E-Mail
Facebook
Myspace : Gruppo Cittadini_per_Pisapia (http://www.myspace.com/cittadini_per_pisapia)
Twitter : Gruppo per_pisapia (www.twitter.com/per_pisapia)
__._,_.___
Mercoledì, 16 Marzo, 2011 - 16:40

Giappone: un incontro per capire

 
" La catastrofe nucleare giapponese e le possibili ricadute radioattive sulla nostra salute . Preoccupazioni e prevenzione: il ruolo dell'Amministrazione Locale"

Le particelle immesse nell’atmosfera dalle centrali danneggiate sono, per ora, gli isotopi iodio 131 e cesio 137. Una ipotetica fusione nucleare incontrollata ne riverserebbe quantità immense. Queste particelle in assenza di vento tendono a precipitare nelle aree di emissione. Con la ventilazione possono essere trasportate a distanza. La propagazione delle particelle è strettamente legata alle condizioni atmosferiche presenti in loco. Direzione e intensità del vento alle diverse quote andranno a condizionare concentrazione e destinazione delle particelle. Pioggia o neve faranno precipitare al suolo le sostanze radioattive. In questo momento l'Italia NON è in pericolo ma la contradditorietà delle notizie ufficiali obbliga ad una sistematica e attenta analisi per un efficace coordinamento di una informazione tempestiva e dell'assunzione delle precauzioni necessarie in vista di una possibile ricaduta di Cesio radioattivo 137 e Cesio 134 sui nostri campi e sui nostri cibi
Qui può svolgere una funzione efficace l'Amministazione Locale.

un incontro utile per capire

Marted' 22 marzo, ore 17,30 Sala Riunioni dei Gruppi Consiliari, via Marino 7

Partecipano:

- Dott.Claudio Ivan Brambilla - Ospedale dei Bambini Buzzi

- Dott. Attilio Speciani - Eurosalus

- Prof. Pier Mario Biava - Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico Multimedica

- Carlo Montalbetti - Consigliere Comunale ApI

Coordina Fiorello Cortiana

...
28 29 30 31 32 33 34 35 36
...
RSS feed