.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 52 ospiti collegati

.: Eventi

« Gennaio 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Fiorello Cortiana
Lunedì, 4 Luglio, 2011 - 10:19

Black block in Val di Susa?

x quelli come i black block la TAV è un pretesto così come Genova 2001 a loro interessa l'esercizio dell'estetica della violenza non i diritti e la qualità sociale/ambientale.
Ho un'idea chiara, visto che a Praga erano già in azione ed io ero sul ponte ad interpormi tra "tute bianche" e polizia. A Genova 2001 ero andato già giorni prima e loro erano nel campeggio, mentre in città con i container era stato preparato un percorso/trappola obbligato per il corteo pacifico. Abbiamo presentato una documentazione filmata in Parlamento dove era evidente che i black block assaltavano indisturbati le vetrine di una banca e la polizia attaccava il corteo dal lato opposto.
In ogni caso occorre impegnare la politica e non la polizia.

caro compagno,

aggiungerei, dopo "impegnare la politica e non la polizia", costruire un fronte unito, democratico sul serio (e non solo come brand nel simbolo), svincolato dal circuito di De Benedetti e delle Coop, che sono diventate oramai un'altra lobby di questo paese, e che prospetti una vera alternativa di sistema economico e sociale. Lo si chiami socialismo del XXI secolo o come si vuole, ma unire le lotte è l'unico modo che hanno i NO TAV per darsi prospettiva.

Luca Angelo Rodilosso

Commento di Luca Angelo Rodilosso inserito Mar, 05/07/2011 17:38