.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 71 ospiti collegati
.: "Il pensiero e la forma" mostra di scultura di Max Squillace
Segnalato da:
Leandro Amstel Grasso - Mercoledì, 24 Febbraio, 2010 - 14:08
Di cosa si tratta:

Amstel Gallery, galleria d’arte moderna e contemporanea di Leandro Amstel Grasso, è lieta di annunciare l’apertura della nuova mostra di scultura di Max Squillace: “Il pensiero e la forma”. La mostra avrà inizio alla presenza dell'artista il prossimo lunedì 1 marzo alle ore 18:30, presso Amstel Gallery a Milano, in viale Campania 5, angolo Corso XXII Marzo, dove sarà visitabile con ingresso libero fino al prossimo 13 marzo, con orario continuato dalle ore 12,00 alle ore 20,30, tutti i giorni ed anche la domenica su appuntamento. In occasione dell'apertura che si terrà lunedì 1 marzo alle 18,30, per festeggiare il compleanno dell'artista delizieremo anche il vostro palato con una degustazione di vini e prodotti tipici. Per maggiori informazioni: www.amstelgallery.it o http://www.maxsquillace.altervista.org/




BIOGRAFIA DELL'ARTISTA

Nato nel 1946 a Zinga, nella provincia di Crotone, nel 63 si trasferisce a Milano, successivamente a Brugherio, nel 2001 a Trezzo s/Adda - MI. Frequenta il liceo Artistico di Brera e dopo il diploma, si iscrive all'Accademia di Belle Arti, dove segue il corso di scultura tenuto da Luciano Minguzzi e Nino Cassani. Ma, più che all'accademia, è nella fonderia artistica dove saltuariamente lavora che apprende i rudimenti della scultura. Nel '67, su segnalazione del prof. Paganini, suo insegnante di modellato al liceo, inizia a lavorare alla RAI, dove realizza fino al '69, anno in cui viene chiamato da Ro Marcenaro e Paolo Villani presso una casa di pro-duzione cinematografica per animare la plastilina in uno spot che reclamizza un noto amaro. Questa attività lo impegna, dandogli però modo di dedicarsi anche alla scultura, sino al 1981. È in questi anni che collabora, sempre come animatore, anche con Bruno Bozzetto, Armando Testa, Maurizio Nichetti. 

Dopo le prime esperienze con le animazioni, da alle sue plastiline un'impronta personale, dove il modellato prende il sopravvento. Ne consegue un continuo susseguirsi di immagini in divenire dalle quali spesso trae spunto per fusioni in bronzo. Tutto mira quindi alla sua formazione: la scultura è sempre presente. Nel 1971, dopo un breve soggiorno a Parigi, in collaborazione con altri brugheresi e appoggiato dall'allora sindaco Ettore Giltri e dall'assessore Luciano Rossi dà vita a Brugherio alla Comunità d'Arte, che trova spazio nei locali di Villa Sormani, e ne assume la presidenza. È del 1975 la sua prima opera pubblica, una serie di cinque pannelli realizzati in cemento armato sulla facciata del palazzo Municipale di Ornago; dell'anno successivo è il monumento al Bersagliere di Melzo. Nel 1978 realizza il monumento al Donatore di Sangue, commissionategli dall'AVIS di Brugherio, che simboleggia la solidarietà fra gli uomini. Ultimo in ordine di tempo è il monumento ai Caduti di Trezzano Rosa e il progetto per la realizzazione dell'area circostante. 

Sempre nel '75 partecipa a una mostra di scultori contemporanei assieme a Bodini, Capello, Cassinari, Fabbri, Fiume, Meloni, Giò Pomodoro, Sassu, Treccani ed altri che si svolge a Cadorago, Seregno e Monza. L'esposizione alla galleria Art 54 di New York, curato da Marianne Duteurtre gallerista e mecenate, alla quale è legato da profonda amicizia, segna l'inizio di una lunga serie di viaggi all'estero che lo portano in Svizzera, Germania, Olanda, Belgio, Austria e in Francia dove, a Mouans-Sartoux nel 1994, realizza una meridiana in pietra e bronzo per il giardino della villa dei signori Burke e a Vence, nel 1995, una fontana in pietra della Sine per il giardino del Centro d'Arte VAAS. A Nashville nel Tennessee (USA) nel 1996 realizza due pannelli di notevoli dimensioni per l'interno di un "music restaurant". In tutti questi paesi ha allestito mostre personali che hanno sempre suscitato l'interesse dei visitatori e della stampa.

Dove:
Amstel Gallery Milano
Quando:
Da Lunedì 1 Marzo - 18:30 a Sabato 13 Marzo - 20:30
Chi organizza:
Leandro Amstel Grasso
Contatti:
Amstel Gallery Viale Campania,5 angolo Corso XXII Marzo, Milano 0291531510 o 3343311885
Sito web:
www.amstelgallery.it