.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 54 ospiti collegati
.: Disabili: Landi inaugura la mostra "Un . di vista"
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Lunedì, 18 Gennaio, 2010 - 15:29
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

DISABILI. LANDI INAUGURA LA MOSTRA “UN . DI VISTA”


Milano,  18  gennaio  2010  –  Domani,  martedì 19 gennaio, alle ore 11.00, presso  l'Aula  Magna  del  Museo  di Storia Naturale, in corso Venezia 55, l’assessore  alla  Salute Giampaolo Landi di Chiavenna inaugurerà la mostra fotografica  "Un  .  di  Vista.  Viaggio  fotografico  attraverso i servizi dedicati  ai  cittadini  milanesi disabili" che illustra la vita quotidiana dei cittadini disabili che usufruiscono dei servizi comunali.
Nell’occasione   verrà   presentata anche una ricerca commissionata dall'Assessorato alla Fondazione Università IULM sul tema "Comunicare la disabilità".

Interverranno il fotografo Paolo Liaci e, in qualità di testimonial, l’ex campione di basket Dino Meneghin.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

DISABILI. IN MOSTRA I SERVIZI OFFERTI DAL COMUNE 

Milano, 19 gennaio 2010 – E' stata inaugurata oggi, presso l'Aula Magna del Museo di Storia Naturale, la mostra fotografica "Un . di Vista. Viaggio fotografico attraverso i servizi dedicati ai cittadini milanesi disabili". Centocinquanta scatti del fotografo Paolo Liaci, raccolti in una pubblicazione realizzata in 1500 copie, illustrano la vita quotidiana dei disabili milanesi che usufruiscono dei servizi comunali. Le attività offerte spaziano dai laboratori di ceramica, pittura, teatro, informatica, piscina e altro. 

Le fotografie, esposte in sequenza filmica, mostrano come la persona disabile, destinata a dipendere dall’ambiente che le sta intorno, abbia necessità di essere circondata da un luogo accogliente e funzionale che contribuisce a determinarne il benessere. Le immagini mostrano come attraverso i servizi erogati dal Comune, per i disabili si aprono nuove possibilità per scoprire abilità ancora sconosciute.

La mostra, aperta al pubblico fino all’8 febbraio con ingresso gratuito dalle ore 9.00 alle ore 17.00 con orario continuato, vuole anche essere l'occasione per avviare un progetto più ampio: richiamare l’attenzione di tutta la città sui servizi e gli interventi che il Comune di Milano, attraverso l’attività dell'Assessorato alla Salute, ha attivato in questi anni per i disabili milanesi.
Assieme alla mostra è stato presentato anche un rapporto, commissionato dall’Assessorato all’Osservatorio sulla Comunicazione e la Disabilità della Fondazione dell’Università Iulm. La ricerca nasce dall’esigenza di comprendere quali siano le modalità attuali con cui chi eroga servizi alla persona entra in contatto, informa e comunica con i disabili. L’universo della disabilità milanese è complesso e multiforme. Esso è composto dalle persone disabili, dai loro familiari e dalle associazioni che se ne prendono cura, tutti soggetti che esprimono bisogni, richieste, esigenze e problematiche. Proprio per dare risposte concrete a queste esigenze si è deciso, attraverso un lavoro scientifico di ricerca, di avviare un confronto su percorsi e servizi mirati che possano, partendo dall’ambito comunicativo, entrare a pieno titolo nella dimensione strategica dell’erogazione dei servizi e della definizione delle politiche. 
Il rapporto fornisce quindi un ulteriore strumento per un nuovo e possibile modello di politica sociale che l’Assessorato intende perseguire, radicato nel territorio e reso tangibile sia dall’ampliarsi delle tipologie dei servizi offerti sia dall’estensione degli interventi. L’obiettivo è definire strategie di azione che pongano sempre al centro la vita della persona disabile e della sua famiglia.  

“La domanda che una persona disabile porta con sé  - ha spiegato l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna - è una domanda di vita analoga a quella che ci poniamo noi: riconoscimento della propria soggettività, possibilità di esprimere le proprie potenzialità, opportunità di vivere esperienze diversificate, occasioni e contesti per costruire legami e affetti, oltre che il mantenimento della salute”. 
“Parlando di disabilità – ha aggiunto - l’amministratore pubblico deve essere consapevole che esistono zone d’ombra da affrontare e superare, perché la disabilità non sia un aspetto di cui liberarsi, ma una realtà da liberare”.
“La mostra – ha concluso Landi - vuole essere un’importante testimonianza della volontà del Comune e del mio Assessorato di rafforzare il sistema di servizi e di interventi dedicati alla popolazione disabile per garantire risposte di qualità e in sin tonia con le esigenze individuali”. 

Scarica/leggi il comunicato stampa della Fondazione Iulm
Dove:
Aula Magna del Museo di Storia Naturale, in corso Venezia 55
Quando:
Martedì 19 Gennaio - 11:00