.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 68 ospiti collegati
.: Linea Diretta con il Consiglio di Zona 6
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Angelo Valdameri il Sab, 13/10/2007 - 07:41

Case dell'Acqua", presentata mozione in CdZ6

Ho presentato in CdZ6 assieme al consigliere Bombonati una mozione sottoscritta dalla stragrande maggioranza dei consiglieri di zona sulle "Case dell'acqua". Si chiede di valutare la possibilità di realizzare queste case dell'acqua anche in zona 6 .Oramai sono una realtà in quasi tutto l'hinterland milanese, da Buccinasco, a Rozzano, opera, Abbiategrasso, S.Giuliano, Corsico, ecc. importante per le persone e le famiglie che sempre in maggior numero ne fanno uso quotidiano.Si tratta di un locale contenente le apparecchiature ed una zona coperta ove sono ubicati 3 erogatori d'acqua.Il tutto in ca 30 mq, incluso un patio. L'acqua erogata è leggermete refrigerata e frizzante.Pesca dall'acquedotto ed è super controllata.A.Valdameri
In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Angelo Valdameri il Ven, 12/10/2007 - 11:09

Ho presentato in Consiglio di Zona 6 ieri sera 10 ottobre l'interrogazione che allego sul grave stato ed incuria in cui versa l'area del demanio comunale adiacente l'ospedale San Paolo e il Tennis Club Barona. Poichè non è in carico alla Parchi e Giardini nessuno ne cura la manutenzione. Ho rilevato la presenza anche dell'ambrosia, nociva per le allergie. Spero che da qui scaturisca un interessamento dell'Amministrazione omunale e avvenga il passaggio alla Parchi e Giardini. L'area potrebbe così essere accorpata all'adiacente area verde e diventare un grande parco attrezzato con aree giochi per bambini e aree cani. A.Valdameri, consigliere di zona 6 Lista Fo

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Valentina Talla il Mar, 09/10/2007 - 14:15

vorrei capire perché i lavori per la sistemazione della linea tramviaria 14 e per la contestuale eliminazione del pavé, che sono stati fatti in via solari, si sono fermati all'altezza del civico 6 (dove si trova l'ultima rotonda prima di arrivare all'incrocio semaforico con coni zugna) anziché proseguire anche nell'ultimo tratto fino a coni zugna, come sarebbe stato assolutamente opportuno, considerate le condizioni del pavé che è sconnesso in più punti e molto pericoloso per pedoni e motorini e la forte rumorosità dello stesso soprattutto nelle ore serali e notturne al passaggio di macchine e tram.
valentina

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Max Lehmann il Ven, 05/10/2007 - 10:06

Non so se questa questione sia mai stata posta in passato, ma a me sembra piuttosto rilevante.

Cosa devono fare i residenti che abitano lungo i viali della cerchia (es. Viale Papiniano, Viale Coni Zugna) per parcheggiare nella loro zona di competenza?

Infatti questi cittadini abitano di fatto fuori dall'area e quindi dovrebbero pagare per entrare dentro la cerchia, ma il 90% della loro zona di parcheggio si trova dentro i bastioni.
Per assurdo se non trovo parcheggio sulle strisce gialle nelle uniche 2 strade fuori dai bastioni, dovrei pagare il ticket per parcheggiare sulle strisce gialle della mia zona?

Se qualcuno di voi sa come dovremo comportarci vi saremo molto grati, augurandosi che quando hanno progettato l'ecopass abbiano pensato a questo problema che riguarda credo migliaia di cittadini che abitano lungo i bastioni.

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Salvatore Chiaia il Gio, 04/10/2007 - 13:16

Leggo con sorpresa
dal sito del Comune di Milano (zona 6)
che oggi (4/10/2007) si riunisce la Commissione Navigli.

Le sorprese sono 2:

1) Nessun cittadino e' stato convocato (come in genere accade). Nemmeno i comitati sono stati convocati.

2) Il punto 4 dell'odg recita: Continuazione isola pedonale!
     Gia' il CDZ6 (all'unanimita') ha bocciato qualunque tipo di prolungamento della disastrosa isola pedonale 2007. Perche' adesso questa mozione si trova anche in questo odg? Dobbiamo pensare a qualche strano trucchetto?

Grazie e Cordiali Saluti,
     Salvatore Chiaia

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Daniela Nencini il Gio, 04/10/2007 - 10:04

gentili Signori e Signore,
approfitto di questo fantastico mezzo di comunicazione per chiedere un consiglio per una mia cara amica alla quale è stato proposto un alloggio popolare in Via Mazzolari.
le ho promesso che avrei fatto il possibile per sapere da persone che vi abitano o conoscono bene la zona.
lei è una donna sola, con due figlie adolescenti e che per lavoro (è sarta serale in teatro) rientra la sera tardi (anche verso l'una di notte).  non guida.
le sue perplessità solo:
1. i mezzi pubblici (frequenza regolare?)
2. sicurezza, soprattutto al mattino presto e alla sera tardi.
grazie per quanto potrete suggerirmi!
Daniela

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Fabrizio Pallotta il Lun, 01/10/2007 - 17:22

Buongiorno.

A seguito dei numerosi incidenti stradali mortali verificatisi quest'estate, che hanno visto coinvolti quasi sempre motociclisti (quasi sempre sbruffoni, cafoni e che pensavano di essere al Mugello), è stata cambiata la sincronizzazione dei semafori di Piazza Bolivar, con un impatto sul traffico a dir poco allucinante.

Subito dopo l'apertura della corsia preferenziale della filovia, il traffico era stato ridotto moltissimo, tanto che la decennale e perenne coda nel tratto Misurata/Tripoli era sparita. Non potevo credere ai miei occhi, ero così contento...che l'hanno ricreata.

Capisco che evitare gli incidenti stradali sia un dovere delle Istituzioni (sebbene molti motociclisti se la vanno proprio a cercare e talvolta si meritano anche ciò che poi trovano), ma creare traffico e inquinamento per risolverli mi sembra assurdo, specialmente quando basterebbe testare il lavoro fatto per trovarne i bachi.

Nello specifico, i semafori della rotonda di Bolivar sono stati settati come segue:

- Scatta il verde per la corsia preferenziale, in entrambe le direzioni, mentre restano rossi i semafori delle carreggiate normali;
- Rosso per la preferenziale e verde per le normali, ma restano rossi quelli al centro della piazza, così che i veicoli appena partiti sono costretti a bloccarsi subito per poi ripartire tre secondi dopo (!!!!!!). E questo è il primo problema, poichè si causa una sorta di bruco che blocca le auto per alcuni preziosi secondi in mezzo alla piazza.
- Dopo una decina di secondi circa, scatta il rosso per le corsie normali, che erano da poco partite dopo "l'effetto bruco" di cui sopra.

Unitamente a Bolivar c'è il problema del semaforo di fronte al Media World che:
- Funziona sempre, anche di notte, e anche in assenza di pedoni;
- Le auto che girano in direzione Tortona sono poche rispetto al tempo di durata del verde per tale direzione;
- Il rosso conseguente per direzione Cassala è lungo un'infinità e spesso inutile, dato che i pedoni che attraversano, anche quelli che scendono dalle filovie, riescono tranquillamente ad attraversare due volte senza affanno;
- Non si spegne mai, mentre dovrebbe venir attivato dai pedoni o da un sensore per la presenza di auto che girano in direzione Tortona

Questo semaforo è causa di frequenti intoppi che, a cascata, si ripercuotono sino in Piazza Napoli e, in forma minore, nelle ore di punta, fino in Piazza Bolivar.

Unitamente alla considerazione dei semafori all'incorcio Washington/Foppa, i miei suggerimenti sono:

1 - Invertire l'ordine dei semafori ai lati e agli incroci di Bolivar, ovvero i semafori ai lati della rotonda di Bolivar, direzione Napoli e Tripoli, devono scattare prima di quelli agli incroci; i semafori degli incroci di Bolivar devono scattare poco dopo;

2 - Entrambi i semafori della piazza, direzione Napoli e Tripoli devono avere un verde più lungo di circa 10 secondi, in quanto si riuscirebbe a smaltire più coda, essendo i tratti Bolivar verso Tripoli e Bolivar verso Napoli sempre sgombri (provare per credere);

3 - Il semaforo di fronte al Media World dev'essere rivisto. Dovrebbe essere davvero intelligente e quindi dovrebbe spegnersi per venir accesso da un pulsante dai pedoni e da un sensore per le auto che devono svoltare.

Letizia Moratti vuol promuovere i semafori intelligenti, forse dovrebbe passare in Piazza Bolivar (sempre che sappia dove sia...).

Cordiali saluti,
Fabrizio Pallotta.

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Enrico Vigo il Ven, 28/09/2007 - 06:13

Il Comune si muove per piantare 500.000 nuovi alberi in città, e la Zona 6 si sta muovendo per promuovere operazioni in questo senso? Che dice la Commissione?

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Angelo Fiorani il Gio, 27/09/2007 - 11:10

Collegando via Santander a via Ettore Ponti, si consentirebbe un collegamento veloce con la circonvallazione di viale Cassala, evitando di passare davanti alla IULM, e di intasare via a.Tosi , sulla cartina di tutto milano, la strada che costeggia il Lambro meridionale è scomparsa, eppure la strada e li da vedere, chiusa da un mucchio di macerie da molti anni .
L'apertura di via santander consentirebbe di snellire il traffico attualmente caotico nella zona suddetta, chiedo gentilmente quali sono i progetti del consiglio di zona 6 in merito.

     Angelo Fiorani

In risposta al messaggio di inserito il
:Info Utente:







Inserito da il Inserito da Oliverio Gentile il Lun, 24/09/2007 - 20:09

Dal sito Web del Comune di Milano:

Mobilità sostenibile

Ecopass e il piano per Salute e l'Ambiente

Gli assessori Colli e Croci hanno presentato i nuovi provvedimenti ai presidenti dei nove Consigli di Zona

Il piano per la salute e per l’ambiente e l’Ecopass sono stati illustrati ai nove presidenti dei Consigli di zona dall’assessore alle Aree cittadine e ai Consigli di zona Ombretta Colli e dall’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci. Ai presidenti è stato distribuito del materiale che servirà loro per rispondere ai cittadini.

“E’ importante che all’interno della campagna di comunicazione relativa all’Ecopass i Consigli di zona ricoprano un ruolo di rilievo – ha detto l’assessore Colli -. Il messaggio che arriva alla cittadinanza deve essere chiaro e diretto e in questo senso le zone possono essere di grande aiuto”.

“I Consigli di zona sono la prima interfaccia tra l’Amministrazione e il cittadino – ha continuato l’assessore Colli – ed è importante che siano costantemente informati di quello che succede all’interno di Palazzo Marino. Durante l’incontro i singoli presidenti hanno rivolto perplessità e proposte sull’Ecopass, soffermandosi in modo particolare sul problema della regolamentazione della sosta, del potenziamento del trasporto pubblico e della viabilità all’interno della cerchia dei Bastioni”.

Nella prima parte dell’incontro, l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci ha esposto nei dettagli la delibera per l’introduzione della pollution charge, uno dei provvedimenti previsti dalla Giunta per la tutela della salute e dell’ambiente, approvata lo scorso 20 luglio e che dispone l’istituzione di una zona a traffico limitato, corrispondente all’area delle cerchia dei Bastioni a cui le auto potranno accedere pagando un contributo in base alle emissioni inquinanti prodotte. In seconda battuta è stato affrontato anche il tema della sosta regolamentata che costituisce un altro degli interventi destinato a coinvolgere tutte le Zone della città, sia in centro che in periferia.

“Questo incontro – ha spiegato l’assessore Croci – ci ha consentito di confrontarci più direttamente con le esigenze dei cittadini che attraverso i presidenti dei Consigli di zona ci fanno pervenire istanze e suggerimenti per migliorare i nostri interventi sul territorio in tema di mobilità. Per questo abbiamo dato garanzia che i problemi rilevati e le perplessità esposte a cui abbiamo già dato una prima risposta oggi, saranno oggetto di un approfondimento, anche tecnico, che sarà illustrato in incontri nei singoli Consigli di zona, in programma a partire dalla fine di ottobre” .

(24/09/2007)

In risposta al messaggio di inserito il
...
30 31 32 33 34 35 36 37 38
...
RSS feed