.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 57 ospiti collegati
.: Discussione: Portiamo la musica nei quartieri - Milano come una Scala a cielo aperto

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Agostino Filoscia

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Agostino Filoscia il 6 Mar 2010 - 17:23
accedi per inviare commenti
Pur apprezzando l'immagine poetica dell 'iniziativa (suono il violino classico ) sono d'accordo con Isabella Bossi Fedrigotti che senza un adeguato finanziamento tale progetto è irrealizzabile. 

Inoltre, dal punto di vista pratico credo bisognerebbe tener conto che nei quartieri vivono cittadini con gusti musicali, abitudini e ritmi di vita diversi tra loro. Chi lavora a turni o di notte,  ad esempio, potrebbe essere disturbato nel sonno dall'  esibizione diurna o serale dei musicisti. Chi ama il rap perchè dovrebbe essere obbligato ad ascoltare un mezzo soprano che interpreta Orfeo e Euridice, e viceversa ?

Secondo me sarebbe preferibile usare le poche risorse disponibili per potenziare le strutture atte ad  accogliere i concerti, in modo da avere una scelta differenziata e permettere agli artisti di esibirsi senza correre il rischio di essere denunciati per rumori molesti.
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 3 Mar 2010 - 11:25
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]