.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 42 ospiti collegati
.: Discussione: Asilo nido vigentina: l'aria è irrespirabile

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Elena Urgnani

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Elena Urgnani il 27 Gen 2010 - 12:48
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Vorrei segnalare il grave stato di degrado dell'edificio in Corso di Porta Vigentina 15/A che funge da asilo comunale.
Si è rotto un tubo di calorifero durante le vacanze di natale, nessuno se ne è accorto e l'acqua è colata impregnando i muri di una classe.
A distanza di un mese l'aria è irrespirabile, la puzza di muffa ammorba tutto l'atrio, dove i bambini mangiano e svolgono l'attività di psicomotricità una volta alla settimana.
Il grave stato di degrado dell'edificio era già stato segnalato (anche da me qui su partecipaMi.it almeno un anno fa, quando mio figlio vi è stato "ammesso"). Ora fra genitori stiamo scrivendo lettere e raccomandate, almeno i nostri rappresentanti lo stanno facendo, in attesa di risposte che arriveranno, probabilmente alla fine dell'anno scolastico.

Ora abbiamo il privilegio di frequentare una scuola maleodorante e potenzialmente pericolosa per i bambini e il personale allergico, nessun provvedimento è stato messo in atto per "isolare" la classe dal resto dell'edificio. Assistiamo al consueto rimpallo delle responsabilità, me è stato un disastro annunciato.
Quando il Comune di deciderà a ristrutturare l'intero edificio? Mattonelle sconnesse nella pavimentazione, bagni vecchissimi, davvero credete che basti una imbiancata? E nel frattempo fino a giugno i nostri bambini dovrebbero continuare a stare in quell'ambiente?
Evidentemente qui nel quartiere ci sono i genitori di serie A, che usufruiscono della struttura ristrutturata di Via Crivelli, vero fiore all'occhiello, e poi ci sono i genitori di serie B, che devono tenersi un istituto fatiscente, che sarebbe bellissimo se solo fosse ristrutturato, ma che ora è una vera fogna.

Se gli uffici competenti si prendessero le loro responsabilità bisognerebbe avere il coraggio di evacuare la scuola e nel frattempo bisognerebbe trovare un posto alle quattro classi di materna che attualmente vi fanno lezione (ma non so ancora per quanto, sto già pensando di ritirare mio figlio, sulla salute non si scherza). E avviare una ristrutturazione seria.
In altri tempi avrei contattato il Difensore Civico, che a Milano ha dimostrato una capacità di intervento notevole, ma forse proprio per questo il Comune ha pensato bene di abolirlo o sostituirlo con qualcuno più incapace.

Elena Urgnani