.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 23 ospiti collegati
.: Discussione: Il Comune di Milano sembra intenzionato a rinunciare alla Difesa Civica a Milano

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 12 Mar 2010 - 11:40
accedi per inviare commenti
Dalla pagina Facebook "Salviamo il Difensore Civico metropolitano", segnalo/riporto:

COMUNICATO STAMPA - IL SENATO DEVE CONFERMARE IL DIRITTO DEI CITTADINI ALLA DIFESA CIVICA COMUNALE

Milano, 11 marzo 2010 – La legge che va all’esame del Senato impedisce ai comuni compresi nei territori delle province prive di difensore civico – sono 73 province su 110 – di avere la difesa civica comunale.
“Va data una risposta ai cittadini che, anche nei comuni maggiori, si vedono sottratta subito la possibilità di rivolgersi al difensore civico del proprio comune in cambio di una eventuale, ma irrealistica, ipotesi di avvalersi in futuro di quello provinciale”. Commenta così Alessandro Barbetta, difensore civico per la città di Milano e coordinatore dei difensori civici metropolitani, l’imminente avvio della discussione in Senato sulla legge di conversione del decreto-legge correttivo della finanziaria.
“Accentrare tutta la difesa civica comunale sul livello provinciale – conclude Barbetta – è solo una impraticabile astrazione che in realtà toglie ai cittadini il diritto di avvalersi della difesa civica. Nessuno ha ancora spiegato perché ciò debba avvenire proprio nei comuni, cioè dove è più esteso e intenso l’impatto tra amministrazione pubblica e cittadini”.
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 11 Gen 2010 - 16:58
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]