.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 28 ospiti collegati
.: Discussione: Ah, le ronde condominiali

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 24 Nov 2009 - 13:08
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da Milano 2.0:

Controllo del vicinato: la Moratti prende le distanze dal progetto, la Lega critica Maullu
Pubblicato da Arianna Ascione, Blogosfere staff alle 11:47 in Milano cronaca

Come segnala Repubblica Letizia Moratti ha preso le distanze dal progetto del "controllo di vicinato" promosso dall'assessore regionale Stefano Maullu. Al momento Maullu ha lanciato la sperimentazione solo a Caronno Pertusella (Va), ma il progetto sarà applicato anche in alcuni quartieri di Milano.

La Moratti ha commentato:

"Da anni l'amministrazione si muove in questa direzione con i custodi sociali che intercettano problemi e bisogni dei cittadini. Il loro compito è prestare assistenza agli inquilini delle case popolari sulla base delle specifiche esigenze di ciascuno [...] si aggiungono iniziative sull'ampliamento dell'attività delle forze di polizia locale, finalizzate a dare un risvolto anche di carattere sociale alla loro azione. Tutte le iniziative che vanno in questa direzione sono per noi positive"

Repubblica però parla di una certa "freddezza verso l'iniziativa regionale".

Anche Matteo Salvini attacca il "controllo di vicinato":

"Sono un'invenzione elettorale: vorremmo sapere se il sindaco era stato informato o se si tratta solo di una pensata notturna di qualche redivivo"

Dello stesso avviso Davide Boni:

"Invece di rilanciare idee già viste farebbero meglio a dare un supporto più incisivo ai progetti già esistenti. Alle sentinelle io preferisco le vedette lombarde"

Roberto Caputo, consigliere provinciale Pd, ha replicato:

"La sicurezza è una cosa molto seria, come tale va affrontata dando alle forze dell'ordine gli strumenti per lavorare che ora non hanno, come macchine e benzina"

Luciano Muhlbauer infatti ha fornito i numeri dei consistenti tagli ai fondi distribuiti agli enti locali per i progetti sulla sicurezza urbana:

"Nel 2000 furono erogati quasi 7 milioni di euro, contro i soli 4,5 milioni di quest'anno. Ma l'entità dei tagli è ancora più evidente se consideriamo gli ultimi cinque anni: nel 2005 furono infatti erogati 13 milioni di euro"


In risposta al messaggio di Germana Pisa inserito il 23 Nov 2009 - 14:44
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]