.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 98 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giuliano Gavazzi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giuliano Gavazzi il 25 Nov 2009 - 13:50
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

Cari redattori del documento di proposte, una semplice domanda: dove avete visto tutte queste richieste di piste ciclabili e dove si dice che siano un primo passo per facilitare l'uso della bicicletta in città? Mi pare sia abbastanza evidente dagli interventi in questa e altri thread che per chi la bicicletta la usa la condivisione della strada è la richiesta principale. Questo passa per la moderazione del traffico e altri interventi mirati a facilitare la circolazione in bicicletta (p.es. il "controsenso" nelle vie piccole a senso unico). Certamente non passa attraverso la costruzione di utopiche piste ciclabili, che sono percorsi a ostacoli e pericolosi incroci con la viabilità ordinaria e non. Alla beffa (la loro inutilità in ambiente cittadino) si aggiunge il danno dell'obbligo imposto dal CdS, così che chi a ragione non le usa si trova automaticamente nel torto.

A proposito di moderazione del traffico (quindi anche della velocità) non ne vedo nota nel documento presentato sinora, anzi, leggo "limitazione del nostro diritto a muoverci velocemente" e vorrei sapere dove è sancito questo preteso diritto...  I diritti che conosco sono quello alla vita e alla salute, alla protezione dai soprusi, al non essere limitati nei movimenti sul territorio, tutti diritti che sono lesi dalla pretesa di certi individui di poter usare l'automobile ovunque e in qualunque modo e di aver strade costruite ovunque. Il nostro diritto alla mobilità è un diritto della persona, non dell'automobilista.

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 25 Nov 2009 - 09:09
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]