.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 82 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Cittadino Anonimizzato a posteriori

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Cittadino Anonimizzato a posteriori il 16 Nov 2009 - 00:29
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

Caro signor Franco , se si riferisce dicendo  " occhio non vede cuore non duole " al fatto che dei reperti archeologici sepolti e inaccessibili anche agli speleologi non sono in realtà un valore aggiunto , sono d  'accordo . Sa che per esempio ad Atene , città  che immagino ben più ricca di reperti archeologici di Milano - o almeno di reperti che la maggior parte delle persone a torto o a ragione potrebbe considerare di maggior valore  - hanno approfitatto degli scavi  per le metropolitane per costruire un ' intera stazione museo immersa nei reperti dell ' antichità ? Devo dire che non l ' ho vista di persona e che ne ho solo sentito parlare , per cui non posso garantire al 100% che questa notizia sia vera  , però mi sembra almeno verosimile : non può anche Milano fare qualcosa di simile ?

Le auto : io ne posseggo una , cerco di usarla il meno possibile perchè parcheggiare è sempre difficile , il traffico caotico , ecc ...

Ma il problema delle auto non è solo l ' inquinamento , anche acustico per altro , ma l ' imbruttimento  del patrimonio storico e artistico della città : un conto è parcheggiare lungo un viale largo e magari piuttosto moderno , un conto vedere piazza belgioioso  - giusto per fare un esempio ma  i casi sono ben più numerosi - con un certo numero di auto in sosta che ne rovinano l ' originaria funzione e armonia ( fossero anche tutte Bentley ).

Poi ci sono i moltissimi casi di auto parcheggiate sui marciapiedi , cosa tanto accettabile più o meno quanto lo sarebbe una folla di trattori a passo d ' uomo che impedisse il transito alle auto percorrendo le carreggiate stradali .

Io sinceramente vorrei che si puntasse anzitutto sul trasporto pubblico e sopratutto su nuove metropolitane , e anche su piste ciclabili e  pedonalizzazioni , dopodichè ,  fatto questo - ma anche contemporaneamente se fosse possibile - vorrei che si realizzassero dei tunnel stradali per facilitare l ' attraversamento della città in tutte le direzioni , con i necessari svincoli collegati alle zone strategiche , e con il necessario numero di parcheggi sotterranei e silos raggiungibili senza riuscire in superficie ( certo che sarebbe molto meglio se tutti questi lavori potessero essere fatti senza cantieri nè interferenze eccessivie in superficie )

 

Milano non ha un ' urbanistica da città imperiale o pseudotale come per esempio Parigi  , quindi veri boulevards sono pressochè assenti e in genere la maglia viaria - nonostante abbia sempre sentito parlare della città radiale cresciuta intorno alle circonvallazioni ( città radiale e circonvallazioni che comunque ci sono ) - secondo me è fatta di strade relativamente strette e abbastanza scollegate tra loro , nel senso che al di là delle circonvallazioni e di pochi assi che non chiamerei nemmeno in tal modo , la rete viaria è intricata e molto poco geometrica , almeno intendendo una geometria fatta di simmetrie e armonie diciamo classiche .

 Ergo , secondo me solo limitando notevolmente lo spazio di superficie alle auto  e facendo aree pedonali piste ciclabili metropolitane e tunnel per auto furgoni ecc.. si potrà avere una città piacevole da vivere , o almeno meno incubo di come tanti oggi la vivono .

 

Poi , non capisco come per andare a lavoro uno non possa usare i mezzi pubblici ( con tutti i limiti che oggi hanno ) , la bicicletta o andare a piedi : capisco chi deve  fare delle consegne di merci , ma gli altri molto meno , a meno che uno abiti in una zona mal servita dai mezzi e/o debba andare in ufficio in una zona altrettanto mal servita .

Lei invita a non essere provinciali : io tutte le volte che sono andato in grandi città non italiane , e non solo nel mitizzato nord Europa , ho visto metropolitane molto più sviluppate ,  trasporti pubblici mediamente conciati meno peggio , un numero di auto decisamente inferiore a quello che si vede parcheggiato lungo le strade e purtroppo anche sui marciapiedi di quelle italiane , " padane " o " subappenniniche "   che siano  , e in paesi come l ' Olanda - pianeggiante come la pianura padana - l ' uso della bicicletta diffuso come da noi forse il caffè espresso , senza che nessuno presumo si senta limitato nella propria libertà per questo motivo .

Poi , per dirla tutta , l ' ultima volta che sono stato a Londra ( agosto 2008 )  , ho trovato un ingorgo presso Piccadilly , e quando sono stato a Bucarest questo settembre 2009 sono rimasto impressionato dalla velocità delle auto lungo gli ampi vialoni della città , nonchè dal rumore , peggio che a Milano .

Ma in genere ho avuto la sensazione che anche nella malvista e considerata arretrata Romania  siano messi meglio che in Italia , almeno sotto alcuni aspetti ( però facendo una media complessiva con il poco che ho visto là , ammetto che forse ora come ora preferisco tuttosommato l ' Italia alla Romania ) .

In risposta al messaggio di Franco Giorgi inserito il 15 Nov 2009 - 18:42
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]