.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 68 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alfredo De Giorgi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alfredo De Giorgi il 12 Nov 2009 - 18:30
accedi per inviare commenti
Ecopasss bufala a metà. Ottime le intenzioni pessima l'applicazione. Ha fallito il suo compito va trasformato radicalmente. Non ha reso quasi nulla se non a sostenere se stesso. E' imperativo sostituirlo con il Congestion Charge.

Ma non è assolutamente vero che mancano i mezzi pubblici, non si sono mai viste tante vetture in giro per la città, non si sono mai viste due linee della metropolitana in costruzione contemporaneamente e velocemente, ci sono treni per pendolari nuovissimi e molto belli che prima non esistevano. Si stanno facendo passi da gigante.

Ancora poco ma meglio di nulla.  Non dimentichiamoci poi che il pendolarismo non è un fenomeno da ampliare, in nessun modo è pensabile fare spostare milioni di persone ogni giorno per andare al lavoro percorrendo decine e decine di km, è necessario iniziare a pensare ad un diverso sistema di vita che non renda necessario tale spostamento quotidiano, primo è andare ad abitare più vicino al posto di lavoro sradicandosi dal concetto di non dovere mai cambiare casa. Si è scelto di vivere fuori città ? Se ne accettino le conseguenze buone e cattive o si lavori nel luogo di residenza.

Certo che Milano comprende anche le periferie, ma lo stato delle stesse è molto spesso degradato a chiara colpa di chi le abita o di chi consente vengano vissute come ora.

I primi ad avere dovere di tutelare la propria zona, almeno partendo dal proprio stabile, sono i residenti. Il degrado porta degrado e non è pensabile che il comune riesca a risolvere un problema come questo.  Posso solo osservare che anche nelle periferie sono state fatte molte opere che in precedenza neppure erano pensabili.

Mi spiegate come mai appena si va in periferia si vedono facciate piene di parabole (per la pay tv..) tanto da sembrare nel terzo mondo ? Ma non sanno in periferia che esistono gli impianti centralizzati ?  E diamine iniziamo da queste piccole ma grandi cose. Costano ? Che si disdica Sky e ci si tiri su le maniche invece.

Basta dare la colpa agli altri, converrebbe iniziare a guardare le proprie manchevolezze a fronte di pretese assurde ed irrealizzabili, che poi dovrebbero fare e pagare sempre gli altri.

Per quanto riguarda i posteggi si inizi dal non usare l'auto. L'uso quotidiano dell'auto non è obbligatorio ne' indispensabile e neppure è un diritto. Se la vita è impossibile senza auto che si cambi casa o si accetti di pagarne il doveroso dazio.


Ciao Fr3di
In risposta al messaggio di Luciana Pellegreffi inserito il 9 Nov 2009 - 09:29
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]