.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 39 ospiti collegati
.: Discussione: Malati di smog, più colpiti i bambini - A Milano 73 «ricoveri» al giorno per patologie riconducibili all'inquinamento

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 2 Ott 2009 - 15:42
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da milano.corriere.it:

Si accende il dibattito dopo il rapporto choc sui danni dei veleni

Smog: «Più coraggio sull’Ecopass»

«Troppi malati da inquinamento». La Moratti: continuare la lotta al Pm10

MILANO - «Bisogna avere più corag­gio nelle politiche ambienta­li». Con una convinzione: «Sui temi della salute e di una città più pulita, i milanesi so­no pronti a seguirci». E sul­l’Ecopass: «È uno strumento, non l’unico, se applicato con rigore». Sarà il dibattito politi­co (già aperto da una riunio­ne in casa Moratti) cruciale per l’autunno a Palazzo Mari­no: che ne sarà del ticket anti­smog dal primo gennaio 2010? Resterà come adesso o verrà esteso, facendo pagare più auto? L’assessore alla Salu­te, Gianpaolo Landi di Chia­venna, chiede «più corag­gio». Il responsabile della Mo­bilità, Edoardo Croci, aggiun­ge che «i milanesi sui temi ambientali sono maturi per un impegno crescente».

E il Partito democratico offre ad­dirittura «un’alleanza biparti­san per un reale potenziamen­to dell’Ecopass». Tre mesi per decidere. Co­me sarà il terzo anno di ticket antismog. Per ora, pesano due dati scientifici. Primo: l’ef­fetto sulla riduzione di traffi­co e smog è in calo. Secondo: l’inquinamento provoca 73 ri­coveri al giorno. Anche se su quest’ultimo dato, emerso da uno studio del Comune, l’as­sessore Landi spiega: «In quel numero di accesso ai pronto soccorso sono comprese an­che patologie croniche, quin­di non direttamente collegate allo smog. E in confronto con gli anni precedenti c’è un mi­glioramento». Conclusione: i passi avanti, dice Croci, «con­fermano la necessità di prose­guire nella battaglia con azio­ni strutturali».

Tradotto: il tic­ket continuerà a produrre ef­fetti positivi solo se verrà mo­dificato. Un punto sul quale ampi settori della maggioran­za hanno però alzato un mu­ro: «Non si può chiedere un euro in più, né mettere un nuovo divieto per i milanesi». Il sindaco Letizia Moratti ie­ri ha parlato soltanto in linea di principio: «Bisogna investi­re per ridurre l’inquinamen­to. I dati in miglioramento di­mostrano che la politica di contrasto allo smog deve con­tinuare». La questione è: in che termini? E quanto peserà la paura di perdere consensi? Anche chi chiede più corag­gio, come l’assessore alla Salu­te, precisa: «In ogni caso biso­gna rispettare le esigenze del mercato e del commercio, e gli equilibri politici».

Dall’opposizione arrivano però inviti a superare le caute­le: «Alcuni settori della mag­gioranza — spiega il Verde En­rico Fedrighini — hanno la consapevolezza del problema e del modo adeguato di af­frontarlo. Purtroppo prevale ancora una visione primitiva secondo cui le giuste politi­che per l’ambiente sono una zavorra e non un vantaggio per la politica». Il Partito de­mocratico va oltre: «Il centro­destra deve smetterla di esse­re un freno per la lotta all’in­quinamento — attacca il capo­gruppo, Pierfrancesco Majori­no — sulla strategia antismog siamo prontissimi a una mag­gioranza trasversale». Che non significa un appoggio in­condizionato. «L’Ecopass in queste condizioni è fallito e va potenziato — precisa Majo­rino — proponiamo una con­vergenza contro i conservato­ri di centrodestra. L’ideale sa­rebbe una conferenza pubbli­ca sull’inquinamento, per in­dividuare cinque punti d’azio­ne».

Gianni Santucci
02 ottobre 2009

Notizie correlate:

«Malati di smog, più colpiti i bambini»

Basta deroghe o estensione oltre i Bastioni, gli scenari possibili

Bici vietate nel tunnel hi-tech, città nemica di chi non inquina

La lettera: «Piste ciclabili senza togliere posti auto? Una beffa»

Formigoni al Global Climate Summit con Schwarzenegger

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 1 Ott 2009 - 17:21
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]