.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 29 ospiti collegati
.: Discussione: Palazzo Marino: ancora rimpasti?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 29 Ott 2009 - 13:04
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da milano.corriere.it:

Palazzo Marino, Cambio di competenze in giunta. terzi alle Scuole Civiche

La Moratti non si occuperà più di vigili
La delega passa a De Corato


Ridimensionato Croci, più potere sul traffico al vicesindaco. La Moioli alla Fondazione Welfare


MILANO - Il giro di deleghe di giunta è definito. Il sindaco Letizia Moratti ne sta discutendo con i rappresentanti dei partiti di maggioranza e già questa se­ra, al termine delle consulta­zioni, potrebbe firmare le nuo­ve designazioni. Un rimescolamento che di fatto depotenzia il ruolo del­l’assessore Edoardo Croci, al quale però formalmente resta la delega della Mobilità e che continua ad occuparsi del pro­getto Ecopass. Viene però affi­dato al vicesindaco Riccardo De Corato il compito di attua­re e seguire i provvedimenti che riguardino lo snellimento del traffico.

Nello specifico, De Corato avrà la responsabili­tà del controllo dei tempi dei cantieri; della fluidificazione del traffico tranviario (con par­ticolare attenzione al proble­ma del difficile passaggio dei jumbo tram); del controllo della sosta non regolamenta­ta. Oltre a tutto questo, la Mo­ratti rinuncia alla sua delega alla Polizia municipale per affi­darla al vicesindaco, che use­rà i ghisa per rendere le strade di Milano meno trafficate. I cambi interni non finisco­no qui. All’assessore Marioli­na Moioli viene affidato il compito di soprintendere alla Fondazione Welfare (che l’as­sessore Andrea Mascaretti si era tenuto nel momento del passaggio dal Lavoro al Decen­tramento). In cambio, la Moio­li cede la gestione delle Scuole Civiche al collega Giovanni Terzi, che completa le compe­tenze sull’agricoltura con i contratti agricoli oggi seguiti dall’assessore Gianni Verga. E Verga rinuncia anche alla defi­nizione delle politiche di hou­sing sociale, traslocate all’as­sessore all’Urbanistica, Carlo Masseroli.

E se pare evidente il ridi­mensionamento di Croci, tut­to il resto assomiglia ad un complesso gioco di bilancino per mantenere inalterati gli equilibri interni alla giunta, nei rapporti di forze tra i parti­ti di maggioranza, e in partico­lare all’interno del Pdl. La Mo­ratti potenzia il ruolo della fi­datissima Moioli, il Pdl riesce a commissariare il traffico, banco di prova decisivo all’av­vicinarsi delle scadenze eletto­rali, De Corato ottiene il con­trollo della polizia municipale. Resta da capire quali valuta­zioni faranno ora i partiti, a co­minciare dalla Lega che aveva chiesto al sindaco di sfruttare l’occasione per organizzare un rimpasto complessivo. Og­gi, il responso e domani, in giunta, i cambi ufficiali.

Elisabetta Soglio

29 ottobre 2009
In risposta al messaggio di Antonella Fachin inserito il 7 Gen 2009 - 13:16
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]