.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 31 ospiti collegati
.: Discussione: Palazzo Marino: ancora rimpasti?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 7 Gen 2009 - 13:16
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Su ChiamaMilano è stato pubblicato l'articolo che riporto qui di seguito.

Ci sono alcune "anticipazioni" sul rimpasto del Sindaco Brichetto Moratti su pressione di Forza Italia:
"Le new entry quasi sicure dovrebbero essere due; i nomi più gettonati quelli dell’attuale Presidente della Commissione bilancio, Giacomo Beretta, e del Capogruppo azzurro, Giulio Gallera. Le poltrone da occupare: quella di Assessore al commercio (delega tenuta ad interim dal capodelegazione di FI Terzi, dopo la cacciata di Tiziana Maiolo) e quella di Assessore al decentramento, attualmente detenuta da Ombretta Colli, che dovrebbe essere dirottata alla presidenza del Teatro degli Arcimboldi.
“Potrebbe liberarsi anche il posto di Rossi Bernardi –confida il nostro interlocutore di FI– per il quale si sta cercando un posto nella macchina organizzativa dell’Expo.” "

Ciò che più mi amareggia è il modo "vecchio" e "padronale" di gestione del potere: governare è solo comandare e spartirsi le poltrone sulla base dei soliti "rapporti di forza".
Che ne è della MERITOCRAZIA,
delle COMPETENZE, della PROFESSIONALITA'?
Che ne è del BENE COMUNE?
Che ne è dell'operare con senso del dovere e spirito di servizio?
Che ne è della trasparenza amministrativa?

Contano -ancora oggi, come in passato- solo le "amicizie", l'"appartenenza" al gruppo di riferimento: è forse questa la modernità del centro-destra?!?!
Solo così si può spiegare l'eventuale "sistemazione", presso questo o quel ente pubblico, di persone che non sono state all'altezza degli incarichi affidati.... una per tutti: la senatrice Ombretta Colli.

NO, NON CI SIAMO!!!
Non è così che si governa Milano e la cosa pubblica!

Il sindaco Brichetto Moratti dovrebbe fare una valutazione attenta dei suoi assessori e, se non sono capaci, dovrebbe lasciarli a casa, non sistemarli su un'altra poltrona pubblica a spese dei milanesi!
Anche Forza Italia deve dare esempio di meritocrazia e non di semplice spartizione delle poltrone pubbliche.

Cordiali saluti a tutti/e
Antonella Fachin
Consigliere Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
-----------------------------------------------------

2009…L’ANNO DEL RIMPASTO
A gennaio dovrebbe essere la volta buona e FI avvisa il Sindaco: senza rimpasto blocchiamo il Consiglio comunale

L’anno nuovo porterà al gruppo consiliare di Forza Italia il tanto agognato rimpasto? Così sembra, anche se tra i consiglieri azzurri la consegna sembra essere quella della cautela. Ma dopo un anno di attesa, le promesse non mantenute da parte del Sindaco, i bocconi amari delle mancate candidature alle ultime elezioni politiche, tra i banchi dei berluscones di Palazzo Marino c’è un certo ottimismo. Complice anche il fatto di poter “riscuotere” il premio di buona condotta maturato durante la maratona per l’approvazione del bilancio.
Infatti, i consiglieri azzurri, che nel corso del 2008 hanno fatto mancare ben più di una volta il numero legale facendo irritare non poco il Sindaco, in occasione del voto sul bilancio hanno dato una prova commovente di stakanovismo facendo i turni per assentarsi, passando nottate sui banchi dell’aula consiliare, votando tra uno sbadiglio e l’altro senza mai cedere.
“Dopo l’approvazione del bilancio –avvisa un autorevolissimo consigliere di  FI– per noi non c’è alcuna delibera importante e urgente da votare prima del rimpasto.” Tradotto: se non il Sindaco non vara il rimpasto Forza Italia bloccherà il Consiglio comunale.
Le new entry quasi sicure dovrebbero essere due; i nomi più gettonati quelli dell’attuale Presidente della Commissione bilancio, Giacomo Beretta, e del Capogruppo azzurro, Giulio Gallera. Le poltrone da occupare: quella di Assessore al commercio (delega tenuta ad interim dal capodelegazione di FI Terzi, dopo la cacciata di Tiziana Maiolo) e quella di Assessore al decentramento, attualmente detenuta da Ombretta Colli, che dovrebbe essere dirottata alla presidenza del Teatro degli Arcimboldi.
“Potrebbe liberarsi anche il posto di Rossi Bernardi –confida il nostro interlocutore di FI– per il quale si sta cercando un posto nella macchina organizzativa dell’Expo.”
In questo caso, però, il peso di Forza Italia in Giunta aumenterebbe, suscitando l’irritazione di Lega e soprattutto AN che si sente sottorappresentata.
Inoltre, il cambio di tre poltrone farebbe assumere al rimpasto una dimensione indigesta per il Sindaco, che nel corso del proprio mandato ha proceduto con interventi selettivi silurando di volta in volta gli assessori sgraditi –De ALbertis, Sgarbi, Maiolo– senza mai aprire la partita del rimpasto la quale, per definizione, non ha mai un esito scontato.
       
Beniamino Piantieri