.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 57 ospiti collegati
.: Discussione: Moratti e Ferrante, scambio di accuse sui rom

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Paolo Ramella

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Paolo Ramella il 16 Mar 2006 - 10:12
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Pur non conoscendo la situazione, è evidente che vivere in un container non sia il massimo. Ricordo, però, che esistono le case popolari (sicuramente inferiori rispetto alla richiesta) e ogni cittadino che ne ha diritto si mette in lista. E' sempre stato così. Se poi si preferisce soffiare sulla polemica, occorrerà dfare le solite distinzioni fra regolari-irregolari, chi ha diritto alla casa popolare e chi no, eccetera. Allo stato attuale, nel territorio della città di Milano, i posti disponibili sono quelli che sono. Se poi in futuro verranno costruite nuove abitazioni come qualcuno ha detto-promesso allora si aprirà un varco. credo però che i numeri di richieste saranno sempre superiori alle disponbilità. Questo significa che il problema va affrontato in sede almeno provinciale.
In risposta al messaggio di Corrado Angione inserito il 14 Mar 2006 - 17:42
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]