.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 51 ospiti collegati
.: Discussione: Case Aler - Confermato l'abbattimento

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gianfranco De Gaetani

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gianfranco De Gaetani il 7 Lug 2008 - 10:42
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva
Come è possibile leggere dall'articolo sottostante, è confermata la volontà di abbattere le case popolari dell'Aler e di ricostruire lasciando più spazi verdi.

La cosa era già nota da anni per l'area di via Giambellino, mentre sul Corriere è citata anche via Lorenteggio.
PENSO a questo punto che verranno abbattute tutte le case popolari (o quasi) tra la Via Odazio, Giambellino, Lorenteggio e Inganni.

Io, abitando nelle case Aler di via Lorenteggio, ma dopo via Inganni, ho modo di conoscere tantissime persone che abitano lì.
I pareri, come ovvio, sono diversi da caso a caso, ma la maggioranza è d'accordo all'abbattimento e alla ricostruzione, a patto che il comune si impegni a dar prima loro casa, meglio se in zona, e certamente allo STESSO PREZZO D'AFFITTO, sia nel momento di transizione, sia quando gli ridanno casa lì e che la ricostruzione, possibilmente, abbia anche come conseguenza più verde.
 Ci sono stati anche pareri negativi, ma soprattutto per la paura che non sarà come scritto sopra e chiaramente sono negativi i parare degli ... abusivi! (e non pochi...).

Anch'io sono d'accordo; le testimonianze dirette e l'aver "vissuto" quelle realtà (nel senso che ci sono stato dentro quelle case, conosco molte persone e ho fatto più volte volontariato con la Parrocchia Murialdo a portare ad esempio regali natalizi agli aniziani), non possono che farmi essere d'accordo con l'abbattimento: quelle non sono case degne nemmeno per una persona che non ha molti soldi... Non si può ristrutturare, perché le case sarebbero sempre oscene sia esternamente che, soprattutto, INTERNAMENTE. E sono ghetti...

Detto ciò, sono d'accordo anche con la nuova formula del Comune di NON COSTRUIRE PIU' GHETTI, ma di costruire con funzioni miste: è GIUSTO che anche chi è povero abbia una casa DEGNA di un essere umano e chi ha soldi... paghi di più!

Io spero sinceramente che non diventi un'occasione per andare a danno dei più deboli, che una volta rientrati gli si alza l'affitto, a questa condizione NON SONO D'ACCORDO! Niente speculazioni... dev'essere solo un'occasione per migliorare la vita del quartiere...

Chiaramente, non sono d'accordo nemmeno ad un aumento eccessivo delle volumetrie (forse un po' è normale, sia per far rientrare soldi, sia per dare casa a chi povero non è, per aver diversi ceti sociali e se si rida' casa a tutti, solo gli abusivi resterebbero fuori e non ci sarebbe il giusto mix), ma ad una gestione più intelligente sì, magari ampliando nettamente il Parco di via Odazio (e riqualificandolo!!!) e costruendo il resto (non tutto!) in altezza, CON NEGOZI, specie sulle vie principali (per ora, solo la Giambellino e parte della Segneri ha negozi), e con qualità: di torrette simili a quelle del Gallaratese ne facciamo tutti anche a meno...

Vedremo...

Ecco l'articolo:
http://img381.imageshack.us/img381/8562/p7060016tc1.jpg

Ciao!

P.s. Spero sia noto che la gran parte della delinquenza del quartiere è in quel quadrilatero e spesso questi sono abusi...