.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 41 ospiti collegati
.: Discussione: Centri estivi materne e graduatorie nidi: una vergogna!

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 28 Ago 2008 - 11:46
accedi per inviare commenti
Da milano.repubblica.it:

http://milano.repubblica.it/dettaglio/Asili-adesso-il-Comune:-avverte-via-sms-le-famiglie/1505902


Asili, adesso il Comune:
avverte via sms le famiglie

Quattordicimila messaggini per il cambio di data dell'apertura
di Alessia Gallione


In tanti, ancora in vacanza, lo hanno letto ieri pomeriggio: «Il Comune di Milano comunica che le scuole dell´infanzia aprono le attività a orario completo con i bambini l´8 settembre 2008». Il testo è sempre quello comparso sui cartelli affissi ai cancelli delle materne della città. Ma adesso, dopo le proteste dei genitori, Palazzo Marino ha deciso di correre ai ripari. E di avvisare anche via sms le 14mila famiglie che hanno un bambino alle materne.

Per non rischiare che qualcuno si accorga soltanto accompagnando il figlio a scuola che l´inizio delle attività degli asili (i nidi riprenderanno regolarmente dal 1 settembre a seconda degli inserimenti) è stato posticipato di una settimana. «Non abbiamo potuto avvertirli prima - conferma l´assessore alla Scuola Mariolina Moioli - e non volevamo creare ulteriori disagi». Ma per il consigliere del Pd Andrea Fanzago «questa è la dimostrazione che la decisione ha creato e continuerà a creare disagi. Nonostante un sms ricevuto con 5 giorni di anticipo molti si erano organizzati in modo diverso».

La circolare con il nuovo calendario è stata firmata il 14 agosto: per i nidi, come sempre, le lezioni inizieranno il primo lunedì di settembre. Non per le materne: quest´anno l´assessorato ha deciso di uniformare la prima campanella a quella delle scuole statali. Si parte l´8, quindi. Ma come avvisare tutti? Mariolina Moioli aveva promesso: «Avvertiremo i genitori in ogni modo possibile». E, visto che le proteste non si placavano dopo l´annuncio di aver pubblicato gli nuovi orari solo sul sito del Comune e sui cancelli delle scuole, ecco la decisione.

Per la prima volta in questa amministrazione, l´assessorato è ricorso agli sms per raggiungere anche chi non è ancora rientrato in città: l´invio dei 14mila messaggi - non per chi frequenta il primo anno che ha l´inserimento in giorni diversi - è stato affidato a una società esterna ed è costato circa mille euro. «Il problema era non essere riusciti a comunicare la notizia prima - spiega l´assessore -per il resto l´8 si inizierà a pieno regime. Lunedì 1 e martedì 2 settembre i bambini non sarebbero comunque andati perché le educatrici avrebbero utilizzato quei giorni per riorganizzare le attività. Mercoledì e giovedì il servizio avrebbe funzionato mezza giornata».

Ma il consigliere del Pd David Gentili e quello dei Verdi Maurizio Baruffi hanno chiesto che l´assessore sia presente a una commissione da convocare con urgenza per spiegare la situazione. «Che il Comune corra ai ripari adesso è l´ammissione di una colpa di cui o l´assessore o qualche dirigente dovrà rispondere - dice Baruffi - Il calendario scolastico regionale è stato approvato il 21 dicembre 2007. Era necessario aspettare Ferragosto per adeguarsi a quella delibera?».

(28 agosto 2008)
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 26 Ago 2008 - 20:59
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]