.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 21 ospiti collegati
.: Discussione: Controlli anticlandestini sui mezzi pubblici

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Germana Pisa

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Germana Pisa il 9 Giu 2008 - 20:56
accedi per inviare commenti
Hai detto quanto avrei voluto dire io, lo hai detto nel modo migliore possibile. Ti ringrazio. Noi tutti dobbiamo interrogarci profondamente su quanto sta avvenendo o meglio non dobbiamo smettere di interrogarci e di essere vigili. Quest'aria che c'e' in giro e' foriera del moltiplicarsi di virus...A Torino, leggevo in una lettera ad un quotidiano l'altro ieri, su di un mezzo pubblico sono saliti uomini e hanno accostato uomini e donne stranieri presenti. Li hanno divisi tra uomini e donne. Quando questi mostravano la carta di identita' italiana dicevano che "non gliene fregava niente di quella carta di identita'" che "la pacchia era finita"...
Hanno fatto scendere uomini e donne e li hanno caricati su di un mezzo, come avvenuto a Milano. Uno solo dei fermati, un marocchino, ha reagito: ha chiesto di spiegare perche' lo volessero fermare, ha esibito il documento, si e' rifiutato di andare, ha detto che voleva consultare il suo avvocato. Lo hanno lasciato stare.
Ma, intorno, della gente presente, nessuno ha avuto da ridire, anzi. Dall'interno del mezzo e poi anche dai balconi delle case vicino qualcuno ha applaudito alla prova di forza prepotente ...





Sii attento mentre parli: con le tue parole tu crei il mondo attorno a te (detto navajo)
In risposta al messaggio di Antonella Fachin inserito il 8 Giu 2008 - 15:05
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]