.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 19 ospiti collegati
.: Discussione: Volontari in rivolta: traditi dalla politica

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 10 Apr 2008 - 16:05
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da www.chiamamilano.it:

UN NUOVO CANTIERE PER IL WELFARE
Associazionismo e privati in campo per sollecitare più interventi per il sociale

Solo “briciole” al Welfare. Istituzioni e politica, di destra come di sinistra, non danno risposte ai bisogni sociali.
Parte da questa provocatoria denuncia l’iniziativa promossa martedì 8 aprile presso la sede dell’Acli da 36 gruppi e associazioni, non solo di Milano.
Dal mondo del volontariato e del terzo settore nasce il “Cantiere per un Patto costituente di un nuovo Welfare”, uno spazio di riflessione e iniziativa sui temi sociali con l’obiettivo di risvegliare l’attenzione delle istituzioni governative sui diritti della cittadinanza e sulla sicurezza sociale.
Dalla Casa della Carità al Centro Ambrosiano di solidarietà, dalle associazioni nazionali come Acli, Lila e Lunaria alle organizzazioni che si occupano delle tossicodipendenze come Fict, Forum Droghe e FeDerSerD. Ma l’iscrizione è aperta a tutti, anche ai singoli cittadini.
“Serve una grande operazione di tipo culturale per sviluppare coesione sociale”- sostiene Don Virginio Colmegna della Casa delle Carità (ascolta l’intervista). “Non possiamo essere soltanto chiamati a colmare i buchi e nelle emergenze”.
E per quanto riguarda i rom?
“Serve sviluppo urbanistico. Nella Milano dell’Expo non dovrà esserci nemmeno una favelas”.
Anche il ceto medio popolare oggi è in grave difficoltà, spiega Gianni Bottalico- dell’Acli Milano (ascolta l’intervista). “Una larga fascia di popolazione non è rappresentata dalle istituzioni. Bisogna portare al centro dell’attenzione politica  i problemi veri delle persone; il lavoro e i servizi alla famiglia”.
Chiunque vorrà potrà aderire al Patto e avanzare proposte attraverso il nuovo sito web www.cantierewelfare.org attivo tra pochi giorni.
Dal lavoro e dalla collaborazione di tutti emergerà una vera e propria piattaforma sul welfare che verrà presentata in tarda primavera.

Giulia Cusumano

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 9 Apr 2008 - 14:13
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]