.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 103 ospiti collegati
.: Discussione: Concessione permessi a sale gioco

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giacomino Bari

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giacomino Bari il 5 Apr 2008 - 09:00
Discussione precedente · Discussione successiva
L'01/04 il CDZ 2 si è riunito per decidere della concessione di permessi per l'esercizio come sale giochi nei locali situati in:

Via Ponte Seveso, 40; (io abito a circa 300 metri da quì)
Viale Monza 110;
Via Derna, 3.

Come cittadino ho chiesto di effettuare un intervento che di seguito riassumo.

Come cittadino abitante in zona 2 vorrei portare a conoscenza dell'assemblea la situazione presente presso uno degli indirizzi in cui si vuole procedere alla concessione di apertura di esercizi di sala giochi: Via Ponte Seveso 40.
Vivendo nel quartiere sono sicuro di esprimere i risentimenti che si genererebbero tra gli abitanti alla notizia che venga concesso il permesso di aprire l'ennesimo esercizio di sala giochi nella zona (il secondo sulla Via Ponte Seveso ove si scommette d'azzardo). Oltre ad attirare illusioni di "facili" vincite creano anche e soprattutto dipendenze da gioco - riporto a riguardo alcuni dati presi da un articolo del Corriere della Sera del 25 settembre 2000 a riguardo del gioco d'azzardo e videopoker:

Secondo l'ultimo rapporto dell' Istituto di ricerca Eurispes sarebbero circa 700 mila gli italiani appassionati di giochi d'azzardo; quasi 400 mila gli «schiavi» del videopoker: un sistema più semplice rispetto alla tradizionale partita a carte, ma molto più veloce e, soprattutto, maledettamente più dispendioso. Il monitor diventa un'irresistibile calamita, a una «mano» di carte ne segue subito un'altra. I gettoni spariscono rapidamente, inseguendo l'illusione del poker o anche di un improbabile «full». Facilissimo perdere, indispensabile pagare subito e in contanti. Altrimenti alla cassa sono guai: spesso dietro i gestori si nasconde la mano della criminalità organizzata, del racket, dell'usura. Le cronache degli ultimi mesi sono piene di persone completamente rovinate dal vizio del «poker elettronico», di famiglie sfasciate, di delitti sanguinosi, segno della lotta tra bande rivali per aggiudicarsi il controllo dei locali.

Pagina 22
(25 settembre 2000) - Corriere della Sera

Oltre a questo si somma il fatto che la Via Ponte Seveso e sue adiacenze (la parallela Via Sammartini) NON SONO tuttora "ben frequentate" anche per la vicinanza alla Stazione Centrale.
Per tutto quanto sopra sono sicuro di portare il parere contrario di numerosi cittadini della Zona 2 alla concessione del permesso di esercizio di sale giochi per tutti gli indirizzi indicati.

Una copia del testo è stata consegnata al presidente di Commissione Commercio-Artigianato-Orientamento Prof.le - Giuseppe Gismondi con allegati alcuni articoli di giornale tra cui il seguente:

www.ilsecoloxix.it/genova/allegati/310 507%20terza.pdf

La commissione si è espressa con consulto "chiuso" - i risultati saranno comunicati ai diretti interessati (anch'essi presenti all'assemblea).

La mia personalissima impressione è in una negazione delle concessioni.
Comunque mi adopererò per informarmi a riguardo.

Comunque: mio personale commento:

I signori consiglieri sino ai signori assessori vanno tenuti d'occhio in maniera più incisiva.

Giacomino