.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 12 ospiti collegati
.: Discussione: Milano Expo 2015: Cittadini condannati alla protesta o coinvolti nelle proposte?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Isabella Guarini

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Isabella Guarini il 2 Apr 2008 - 12:54
accedi per inviare commenti
Anche se ritengo che sia da rivedere  l'istituto delle Esposizioni universali per le mutate condizioni iniziali, non posso non condividere la necessità che l'Expo 2015 di Milano sia da affrontare unitariamente, con la responsabilità di rappresentare l'Italia, anche nella sua diversità regionale. Bisogna convincersi che nella competizione globale non sono ammesse frantumazioni di parte, pena la scomparsa dell'dentità. Non che io sia per l'omologazione, ma sento per cultura che vi sono momenti strategici in cui bisogna essere aperti al successo di una delle città italiane che possono rappresentarci tutti. Dico questo non perché desidero il riscatto dai mali di Napoli a spese di Milano, ma perché così va il mondo, almeno quello globale. Per il tema trattato dall'Expo milanese del 2015 mi sembra che la partecipazione dei cittadini sia indispensabile se si vuole dimostrare che è a beneficio della città sostenibile da realizzare nel futuro. Per quanto attiene alle realizzazioni per l'evento espositivo, esprimo la mia critica alla concezione del recinto urbano, simile ai tanti recinti che si sono realizzati nel mondo, per le tante occasioni mondiali tradendo lo spirito della prima Esposizione di Londra del 1851, per cui Paxton realizzò il più grande ediflicio di vetro componibile, smontato dopo l'esposizione per sottolineare il carattere effimero della manifestazione, legata alla produzione industriali in continuo cambiamento. Allego l'immagine del Palazzo di cristallo di Paxton del 1851, da cui è possibile rilevare l'attualità della concezione architettonica e urbanistica.

Isabella Guarini
Allegato Descrizione Punteggio
expo.jpg
269.76 KB
Immagine del Palazzo di cristallo di Paxton del 1851, da cui e' possibile rilevare l'attualita' della concezione architettonica e urbanistica. 0
Vota l'allegato
In risposta al messaggio di Fiorella De Cindio inserito il 2 Apr 2008 - 10:45
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]