.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 80 ospiti collegati
.: Piatto pieno, Piatto vuoto - Prodotti locali, appetiti globali
Segnalato da:
Alessandro Rizzo - Lunedì, 31 Marzo, 2008 - 11:29
Di cosa si tratta:
                                                                              
Con il Patrocinio dell’Associazione dei Geografi Italiani


2 Aprile 2008
Sala di Rappresentanza del Rettorato, via Festa del Perdono, 7 - Milano

Terza Giornata di Studi “Le ricchezze dell’Africa”

Piatto pieno, piatto vuoto

Prodotti locali, appetiti globali

                                               Fotografia di Mauro Tamburini

 
L'Africa è, nel senso corrente, frequentemente rappresentata con segni ossessivamente riproposti, ma poco e male criticamente analizzati: bambini numerosi e sofferenti, costumi stupefacenti, deserto e tramonti, natura selvaggia, centri urbani disordinati, il volto della guerra e delle epidemie... Nel mondo della divulgazione, l'Africa risulta più oggetto di moda che di conoscenza.
Esiste invece un'altra Africa conosciuta nelle sue realtà dagli operatori che su quei territori svolgono interventi per migliorare le risorse dei luoghi e la vita degli uomini; e dagli studiosi il cui ruolo è quello di analizzare e diffondere la cultura africana. Esiste cioè un'Africa ricca delle sue risorse naturali e umane che diventano motivo di impegno e di intervento da parte dei tecnici; e motivo di studio della sua cultura, cioè delle sue tradizioni, della sua letteratura, della sua musica, da parte degli studiosi.
Impegni finalizzati, nell'ambito degli interventi sul territorio e con la popolazione, aiutano a risolvere situazioni precarie. Impegni finalizzati, nell'ambito delle culture, sono l'occasione per costruire esperienza per una comprensione, scambio e diffusione di quei valori.
Territori, uomini e culture dell'Africa vengono così a significare elementi di costruzione di nuove forme di conoscenza che, pur molto lentamente, potrebbero modificare una lettura spesso falsata e quindi fuorviante della realtà africana.


Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell’Ambiente
In collaborazione con AMREF – MANI TESE
Programma
9.30-10.00
Giorgio BottaUniversità di Milano

Apertura dei lavori

Paolo Inghilleri

Direttore del Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell'Ambiente
Università di Milano
Indirizzi di saluto


10.00-13.00

Sistemi agroalimentari locali e dinamiche globali

nell’Africa contemporanea

Modera: Ettore Tibaldi
10.15-11.30

Pierpaolo Faggi – Università di Padova
Cibo e agricoltura in Africa: una lettura geografica

Antonio Onorati – Crocevia
L'Africa può nutrire se stessa. Mercato mondiale permettendo

11.30-11.45
Pausa
11.45-12.30

Stefano Allovio – Università di Milano
La "vera carne" dei pigmei: parabole identitarie e strategie alimentari in Africa centrale
12.30-13.00

Domande

13.00-14.30
Buffet equo-solidale

14.30-17.30

Gli scenari possibili:

Quali reti agroalimentari per quale sviluppo?

Modera: Giorgio Botta

Sara Bin – Università di Padova
Fagiolini verdi equi e solidali nella Valle del Sourou (Burkina Faso).
Proposte di imprenditoria etica e desiderio di autonomia locale

Valerio Bini – Università di Milano
Dopo il globale? Sistemi agroalimentari locali nella regione dell'Atakora (Benin)

Marco Simonelli  – AMREF
Alimentazione nomade e sviluppo sedentario fra i pastori Turkana (Kenya)

16.00 – 17.00  Dibattito

17.00 Conclusioni

- Odilia, reprit-il, comment veux-tu que j'y comprenne quelque chose ? Voilà des siècles que nous n'avons plus d'argent et nous mangeons toujours. Comment peux-tu faire, dis, petite soeur ?
Il riait de toutes ses dents.
- Les villages des environs sont pleins de braves gens, répondit-elle, évasive à dessein.
- Il faut bien croire qu'une providence veille sur les pauvres Noirs, dit-il en guise de commentaire tandis qu'il mangeait.
" Bien sur, reprit le garçon, la nourriture, ça n'est tout de même pas un problème : tu pourrais toujours aller en chercher au pays. Et puis moi je m'en fous ; je suis resté des semaines sans rien mâcher, en buvant juste de l'eau. Mais toi, il faut que tu manges et que tu manges bien... ".
Eza Boto, Ville cruelle 
Comitato scientifico:
Giorgio Botta; Stefano Allovio; Marco Modenesi; Liana Nissim; Ettore Tibaldi; Valerio Bini; Chiara Pirovano; Martina Vitale Ney
Segreteria organizzativa:
Valerio Bini; Chiara Pirovano; Martina Vitale Ney
ricchezzeafrica@tiscali.it
Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell’Ambiente, Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono, 7 - Milano
tel. ++39-02-50312840      
AMREF
Via Boezio, 17 – 00192, Roma  
www.amref.it
MANI TESE
Piazza Gambara 7/9 - 20146, Milano
www.manitese.it



Dove:
Sala di Rappresentanza del Rettorato, via Festa del Perdono, 7 - Milano
Quando:
Da Mercoledì 2 Aprile - 09:30 a Mercoledì 2 Aprile - 18:00
Chi organizza:
Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell’Ambiente, Università degli Studi di Milano; AMREF; MANI TESE