.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 82 ospiti collegati
.: Discussione: Muri perimetriali...che fare?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gianfranco De Gaetani

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gianfranco De Gaetani il 24 Feb 2008 - 10:55
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Sicuramente Milano ha ben altri problemi che pensare ai muri perimetrali, ma io sono convinto che il miglioramento della vita dei cittadini passa da piccoli miglioramenti: un giardinetto in più sotto casa, qualche lampione o cestino in più, un vigile in più che dia più sicurezza, il proprio mezzo pubblico che fa il suo lavoro (passa puntuale), la cancellazione delle orride tags, qualche iniziativa per non rendere la vita monotona e via dicendo..
E proprio dalla pulitura dei muri perimetrali di via Lorenteggio-Inganni-San Leonardo Murialdo e Giacinti che, passando di là, e vedendo che quel colore omogeneo dava una certa tristezza (invece, FINALMENTE, gli edifici della scuola Marconi e soprattutto la ex Devota Maculan, si presentano in modo... presentabile!) che mi sono chiesto "ma si può far qualcosa per questi brutti muri, che comunque servono"?

La prima idea che mi è venuta è quella di darli in concessione ai writters, che così avrebbero uno spazio LEGALE per dare un po' di colore a questa zona; chiaramente, NON DOVRANNO ESSERE WRITTER CHE HANNO IMBRATTATO LA ZONA COME DANNATI, come Terno e Goak, per fare 2 nomi... e chi parteciperà all'iniziativa, dovrà cercare di non imbrattare dove non è possibile (sarà fattibile? Mah...).

La seconda idea è più dispendiosa per il comune, ma secondo me, può essere una idea rivoluzionaria: e se questi muri, fossero destinati a "mostre" realizzate dalle scuole del quartiere?
Quello che mi immagino è una via in cui anziché questi muri, vi siano, chiaramente i muri, con sopra dei pannelli alla quale vengono attaccati i lavori delle molte scuole del quartiere, dagli asili, alle superiori, poi vetrati e chiaramente, illuminati (di notte).
Il risultato sarebbe di un passaggio non più fatto di fretta e, di sera, "di paura", ma più piacevole, di incontro, e la sera, più sicuro, grazie alla maggiore illuminazione.

Non so se ho reso l'idea, ma, secondo me, può essere qualcosa di sperimentabile.
In più, si potrebbe ad esempio, io meteorologo, ogni mese esporre una tabella con le temperature registrate nel mese nel quartiere (e magari qualche commento), voi del comune potreste aggiungere una parte con i progetti previsti per la zona... Insomma; potrebbe diventare utile per molte cose (vi prego: no campagna elettorale, però!)...

Buona giornata!