.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 86 ospiti collegati
.: Discussione: Lettera del Sindaco: Perche' Milano e' citta' leader

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 22 Nov 2007 - 20:50
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

Caro Marco, cara Eddi, (cari tutti,)
adesso che vi siete scambiati tutte le informazioni per contattare via e-mail le persone referenti delle varie organizzazioni di cittadini spero proprio che non si interrompera' la comunicazione pubblica su www.partecipaMi.it e che anzi si convincano anche altri cittadini appartenenti a Comitati e Associazioni a partecipare in prima persona senza "delegare" la propria partecipazione on-line (anche per concedere un po' di respiro al "povero" Roberto Prina che quotidianamente veicola via e-mail decine di comunicazioni ai vari Comitati :-)).

A differenza di altre forme di comunicazione telematica, l’e-participation è una forma ‘da molti a molti’ che permette di condividere informazioni e conoscenza. Le e-mail, le mailing list e le newsletter occupano una piccola porzione dello spazio di discussione, perché o sono una comunicazione da ‘uno a uno’ o da ‘uno a molti’. Ma così si raggiungono quasi esclusivamente le persone che già ci sono vicine, e si forniscono risposte che, se espresse pubblicamente, potrebbero interessare un’area più vasta di persone.

Siamo a Milano, la città più cablata d’Europa, sembra. Una città nella quale le forme di partecipazione asincrone permetterebbero a molti cittadini di partecipare maggiormente. Eppure la e-participation suscita ancora reazioni tiepide, come se fosse una copia sbiadita della partecipazione fisica. Non è così: la e-participation supporta e potenzia la partecipazione tradizionale, prepara i cittadini a una discussione più consapevole e informata, perché associa sempre ad un argomento documenti di approfondimento per riuscire a formare una opinione più consapevole.

La e-participation è un luogo sempre aperto e raggiungibile. Ed è un luogo che tiene anche memoria delle discussioni e permette di seguire un percorso secondo i propri tempi e le proprie possibilità.
 
Wink
 
Oliverio 

 

In risposta al messaggio di Edvige Cambiaghi inserito il 22 Nov 2007 - 18:35
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]