.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 47 ospiti collegati
.: Discussione: Cantiere in piazza XXV Aprile, la situazione è insostenibile

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 29 Ott 2007 - 15:59
accedi per inviare commenti

Da Milano 2.0:

Uno spiraglio si apre sul cantiere di Piazza XXV Aprile: nuovi video ed interviste

Pubblicato da Simona Mapelli alle 13:20 in Interviste, Milano accade (cronaca), Video


A distanza di qualche tempo siamo tornati ad occuparci del caso di Piazza XXV Aprile. Pare iniziare a vedersi un bagliore di luce in fondo al tunnel. O quanto meno, il fatto inizia a muovere associazioni su più fronti.

Oggi davanti al Bar 25 si è presentato il vicepresidente dell'Epam, Alfredo Zini, in rappresentenza del settore dei Pubblici Esercizi per discutere di soluzioni concrete, come lui stesso ci ha detto:

le richieste di chi deve convivere con una situazione al limite della fantascienza sono molto chiare: creare un tavolo di dialogo con Comune, Provincia e Regione, insieme agli operatori della zona e associazioni commercianti per trovare una soluzione reale e che soddisfi tutti quanti.

Alle belle promesse siamo tutti abituati e alle parole ora devono seguire i fatti. Quelli veri. Anche perchè in vista dell'Expo 2015, per cui Milano ha buonissime possibilità di vincere, di cantieri ne sorgeranno molti altri e con loro ulteriori disagi per i commercianti, se non si inizia a pensare a un piano comune di lavoro.

Per mettere i puntini sulle, intanto, abbiamo fatto un giro intorno al cantiere insieme a Giuseppe Catapano, che porta avanti da mesi senza arrendersi questa battaglia. E' inconcepibile, oltre all'inganno anche la beffa. Sicurezza inesistente, buchi aperti ovunque, non ci sono nemmeno le passerelle per entrare nei pochi esercizi che hanno ancora la serranda alzata e adesso che il maltempo è alle porte sapete cosa succederà? L'intera area diventerà una fangaia ancora più impraticabile. Per non parlare del degrado, l'immondizia, l'odore nauseabondo e molto altro. Tutto quello che potete veder in questo video

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 6 Set 2007 - 16:11
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]