.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 47 ospiti collegati
.: Discussione: Moratti in campo, parte la sfida per il Comune

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 29 Dic 2005 - 18:22
accedi per inviare commenti


L'altra campagna elettorale per il Comune


Blog e web-cam, la sfida virtuale dei candidati

Denunce e proposte. «Le tecnologie? Strumenti utili per far affiorare le emergenze della città». Ma c’è anche chi usa solo telefono e bus


Incontriamoli sul web. I candidati alle elezioni usano molto il linguaggio e le possibilità di internet: dai 3600 blog di Letizia Moratti al sito di Dario Fo collegato a quelli di Beppe Grillo e Daniele Luttazzi, dal "giornale online" di Bruno Ferrante alla web-cam di Davide Corritore e al negozio strutturato come un sito di Milly Moratti. Ma si comincia da un voce fuori dal coro, quella di Ombretta Colli, candidata indipendente: «I cittadini cui mi rivolgo io non conoscono internet. Per questo ho scelto altre strade per parlare con loro». In attesa di un blog, «ho messo a disposizione un numero di telefono e ho affittato un autobus con il quale giro per la città, dando passaggi alle casalinghe che vanno a fare la spesa o agli anziani che sono in giro per qualche commissione. Sul bus ci sono posti per sedersi e bere un caffè, un the o una tisana e per chiacchierare dei problemi di questa città e di chi la abita».


Lo staff di Bruno Ferrante ha scelto l’idea del sito-giornale, «di facile accessibilità, con le notizie a portata di mano, le dichiarazioni e, soprattutto, spazio per gli interventi della gente normale». Nella pagina di mercoledì, per esempio, c’erano un messaggio dei clochard («Il Comune ci chiede di costituirci in associazione per dialogare con loro») e quello di una coppia che aveva trascorso la notte in via Lecco. Ha fatto molto discutere il sito della Moratti, molto ricco (e costoso) perché è stato registrare un dominio per ogni strada di Milano. E quindi, cliccando su «Dì la tua», si entra in uno dei 3900 blog corrispondenti ciascuno ad una via, si trovano cinque proposte di argomenti su cui ci si può sbizzarrire per protestare, proporre, denunciare, chiedere. «Abbiamo avuto circa 185 mila contatti», spiegano dallo staff garantendo che «i numeri non sono inventati nè gonfiati, come può verificare chiunque sommando i numeri dei visitatori di ogni sezione».


Dario Fo ha già un suo blog, che nella home page riporta il manifesto ideato da Oliviero Toscani (lo slogan scelto è «Milano non avere paura, io non sono un moderato»), che rimanda ai siti di Beppe Grillo e Daniele Luttazzi, sostenitori della corsa del Premio Nobel. Il sito, oltre alle proposte per la città, contiene anche la storia artistica di Dario Fo e Franca Rame, tratta dall’archivio dei due artisti, con il lungo elenco, nazione per nazione, di tutte le compagnie straniere che hanno rappresentato le opere della coppia nel mondo. Punta molto su internet Davide Corritore, l’unico candidato ad usare la web tv: da dopo le vacanze, «ogni giorno dialogheremo in modo interattivo con i cittadini». E il web è servito a Corritore anche per reclutare nuovi volontari, una cinquantina di studenti, che saranno impegnati attivamente nell’ultimo mese di campagna elettorale. Milly Moratti, infine, utilizza ancora il sito di ChiamaMilano attivato come consigliere comunale: in attesa di un sito ad hoc, c’è poi il negozio di largo Corsia dei Servi, dove ci si incontra, si parla, si ha accesso ai servizi. Non solo web, insomma.



di Elisabetta Soglio



In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 15 Dic 2005 - 11:37
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]