.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 148 ospiti collegati
.: Discussione: Blitz della GDF alla Clinica Santa Rita

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 10 Mar 2010 - 22:24
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da Milano 2.0:

Clinica Santa Rita, risarcimenti anticipati per quattro ex pazienti
Pubblicato da Anita Richeldi alle 15:26 in Milano cronaca

Ancora non si è concluso il processo di primo grado contro l'ex clinica Santa Rita e già quattro delle vittime presunte dell'ex primario Pier Paolo Brega Massone hanno ottenuto un risarcimento di quasi 200mila euro; gli stessi non si costituiranno parte civile.

Le dichiarazioni dell'avvocato Marzari, legale delle presunte vittime, che all'inizio di febbraio lamentava "l'inerzia della Regione" e l'assenza di risarcimento, pare abbiano colto nel segno, contribuendo ad aumentare e velocizzare le proposte risarcitorie.

L'avvocato Marco Marzari spiegava il 3 febbraio:

"Alcuni miei assistiti si sentono abbandonati. E' difficile spiegare a chi ha subito delle lesioni sulla propria pelle come mai non ha ancora visto un euro di risarcimento. (...) La Regione si è portata a casa, prima ancora dell'inizio del processo, 7 milioni di euro per danni di immagine e danni patrimoniali, ma si è disinteressata del destino dei cittadini che sono vittime di malasanità"

La clinica ha risarcito due pazienti sottoposti a un intervento al polmone senza che ve ne fosse la necessità: il primo di 61 anni ha ricevuto circa 73mila euro, mentre 42mila euro sono andati a un paziente di 72 operato per l'asportazione di due noduli sospetti.

Una paziente di 44 anni affetta da Tbc ha ricevuto circa 28mila euro sempre per un'operazione ai polmoni. Circa 54mila euro sono andati invece alla donna operata alla clavicola nonostante soffrisse solo di un'artrite peraltro inoperabile.

Riguardo al risarcimento, l'avvocato Luca Ponzoni - come riporta il Giorno - in nome dell'ex clinica Santa Rita, oggi Istituto clinico città studi, tiene a precisare che non si tratta di un'ammissione di colpa:

"Questo risarcimento non è inteso come il riconoscimento della responsabilità dei chirurghi come imputati di lesioni dolose, ma l’idea è quella di andare incontro ai pazienti e aprire una stagione nuova”.

Il prossimo 16 marzo i giudici decideranno se accogliere la superperizia richiesta dalle difese per verificare sui pazienti l'operato dell'equipe di Brega Massone. Si avvicina intanto il giorno della requisitoria dei pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano e della conclusione di questa dolorosa vicenda.


In risposta al messaggio di Alberto Farina inserito il 20 Lug 2007 - 15:08
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]