.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 99 ospiti collegati
.: Discussione: Blitz della GDF alla Clinica Santa Rita

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 5 Feb 2010 - 10:58
accedi per inviare commenti
Da Milano 2.0:

Clinica Santa Rita, gli ex pazienti operati lamentano di essere stati abbandonati dalla Regione
Pubblicato da Arianna Ascione, Blogosfere staff alle 08:00 in Milano cronaca

"Non siamo tutelati" lamentano alcuni ex pazienti della Clinica Santa Rita di Milano (ora Istituto Clinico Città Studi), parti civili nel processo milanese per gli interventi chirurgici inutili effettuati per gonfiare i rimborsi e truffare il SSN leggiamo su IlGiorno.

I loro legali fanno sapere che le parti in causa non hanno ricevuto "un euro di risarcimento" e denunciano "la sostanziale inerzia della Regione, a fronte del completo disinteresse dell'Istituto".

L'avvocato Marco Marzari ha spiegato:

"Alcuni miei assistiti si sentono abbandonati. E' difficile spiegare a chi ha subito delle lesioni sulla propria pelle come mai non ha ancora visto un euro di risarcimento [...]La Regione si è portata a casa, prima ancora dell'inizio del processo, 7 milioni di euro per danni di immagine e danni patrimoniali, ma si è disinteressata del destino dei cittadini che sono vittime di malasanità"

Abbiamo seguito da vicino lo scandalo della clinica Santa Rita: eravamo lì quando sono arrivate le auto della guardia di finanza lo scorso 9 giugno e avevamo raccolto a caldo le opinioni dei pazienti. L'inchiesta che riguarda la clinica era cominciata nella primavera del 2007 e le fiamme gialle avevano sequestrato migliaia di cartelle cliniche su richiesta dei pm: ad alcuni pazienti infatti sarebbero state prescritte operazioni non necessarie, ma eseguite solo per ottenere rimborsi dal SSN. C'erano anche 25 morti sospette.

Ma c'è un altro pericolo che incombe sul processo: a causa del disegno di legge sul "processo breve" potrebbe bastare l'accoglimento di una qualsiasi istanza di approfondimento istruttorio o di una qualsiasi perizia per frenare l'andamento del processo. E quindi mandare tutto a monte definitivamente.

In risposta al messaggio di Alberto Farina inserito il 20 Lug 2007 - 15:08
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]