.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 64 ospiti collegati
.: Discussione: Blitz della GDF alla Clinica Santa Rita

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 22 Maggio 2009 - 10:04
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Per opportuna riflessione riporto un articolo tratta dal n. 39 di Newsbook a cura di RLS, ReteLombardaSalute.

Giustamente il consigliere regionale Cipriano rileva che: "la cosa più grave è che da  giugno dello scorso anno –cioè da quando è scoppiato il caso della S.Rita – la regione non ha fatto nessun radicale cambiamento nelle regole che governano il sistema sanitario lombardo.”

Quanti altri casi di interventi impropri e/o gonfiati  e/o inesistenti ci sono in Lombardia e non ne abbiamo ancora sentore? Se i controlli, meramente FORMALI,  sono solo il 3-5% del totale, statisticamente le cliniche e gli istituti privati sanno che il 95-97 %delle pratiche e relative richieste di rimboro da parte del servizio sanitario sono FUORI CONTROLLO!!!

VOTATE gente, ma meditate .. anche!

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
PS: candidata al collegio 12 Milano Lambrate - Forlanini
per la lista civica "un'ALTRA PROVINCIA" Massimo Gatti Presidente
-----------------------------------------------------------------------------------
Santa Rita: Solo gravi errori medici?
Milano 19 maggio 2009 “Leggiamo ancora di lesioni gravissime procurate a pazienti da interventi impropri praticati alla clinica S. Rita dall'ex primario Pier Paolo Brega Massone. Interventi impropri – afferma Cipriano -ripetuti su persone a cui era stato diagnosticato “un sospetto tumore”, per le quali sarebbe stata sufficiente una semplice terapia medica, che ha portato come conseguenza – in alcuni casi -anche alla perdita dell’ autosufficienza e al ricovero da allora in un'altra  struttura sanitaria.
Solo gravi errori medici? Oppure il fatto è che il sistema sanitario lombardo è basato sui DRG cioè sul pagamento a prestazione e più l’intervento è importante e invasivo  e più la Regione paga?
Noi pensiamo che la seconda sia la riposta esatta aggravata da una grande crudeltà e da una pratica non deontologica della professione medica -commenta Marco Cipriano- .
Ma la cosa più grave è che da  giugno dello scorso anno –cioè da quando è scoppiato il caso della S.Rita – la regione non ha fatto nessun radicale cambiamento nelle regole che governano il sistema sanitario lombardo.”
Marco Cipriano Vice Presidente Consiglio Regione Lombardia- Consigliere regionale SD
In risposta al messaggio di Antonella Fachin inserito il 15 Maggio 2009 - 09:09
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]