.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 38 ospiti collegati
.: Discussione: Come si vive la sicurezza a Milano

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonio Santoiemma

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonio Santoiemma il 28 Nov 2007 - 23:45
accedi per inviare commenti
CryAntonio Santoiemma
Egregio Sig. Giuseppe Chimienti,
sono Santoiemma Antonio, fondatore e presidente dell'Associazione SOS Carcere & Giustizia (onlus) di Milano, fondata nel 1996.
A fine dicembre prossimo la chiuderò e consegnerò i locali all'A.L.E.R. di Milano.
La sede dell'Associazione è in Via Salomone Oreste, 28 (trecca) che lei conoscerà senzaltro visto che è un operatore di strada e, quindi, sa benissimo quanta attenzione delle istituzioni meriti quella zona che è confinante con Ponte lambro.
Abbiamo lavorato moltissimo per quel quartiere senza alcun sostegno da parte delle Istituzioni, credo, anche per il fatto che ormai, come tutte le imprese, anche il volontariato sia diventato "holding".
Io, personalmente, queste holding le ho sempre definite e continuerò a definirle "Imprese sciacalle del disagio!".
Non accenno a particolari altrimenti scriverei in questo intervento quello che già sto scrivendo nel libro dal titolo "Io ci ho provato!".
Lei dice che non capisce se la gente prova sfiducia nei vostri confronti per scarsa professionalità, perchè siete pochi o altre motivazioni;
la gente ha fiducia nelle forze dell'ordine come nella magistratura, come nei medici o nei meccanici o nei salumieri; purtroppo, e sarà sempre così, è nell'uomo generalizzare quando non ottiene soddisfazione, anche se poi, lui stesso è una mela marcia nella sua professione.
Lei, operando sulla strada avverte il senso di paura della gente. paura ormai diffusa (a giusto motivo) come si avverte tutto il malcontento generale.
Siamo alla BABELE!
Ormai i nostri "politicanti" hanno creato il caos generale e, io personalmente, non credo che ne verremo fuori se in questo paese di Santi non succede un vero miracolo.
credo che non basteranno altre decine o centinaia di migliaia di poliziotti, eserciti di psicologi e sociologi; credo che solo l'aggregazione impegnata dei cittadini ed un vero e proprio "repulisti" dei clandestini possa far sperare ad un controllo del territorio; basti pensare che il 75% dei reati è commesso da stranieri (in maggioranza) clandestini.
Molti politici hanno affermato che gli stranieri "sono la ricchezza dell'italia!".
Non sono la ricchezza dell'italia, sono la ricchezza di molti italiani che affittano appartamenti a prezzi esorbitanti (da rapina) spesso neanche registrati (anche frode fiscale); la ricchezza delle banche che elargiscono mutui a stranieri ben sapendo che molte referenze lavorative non sono genuine; ricchezza per la molteplicità di imprese che sfruttano la mano d'opera a 4 - 5 € all'ora e tutto quello che ognuno di noi sa.
Io chiuderò l'Associazione  tra un mese, dopo 11 anni;
il mio amico, Cav. Salvatore D'Arezzo, maresciallo Capo dei carabinieri, in pensione; eletto a Consigliere di Circoscrizione per la zona 4 e Presidente della commissione Sicurezza e della qualità della vita, dopo 1 anno di estenuante sacrificio, ieri ha chiuso il punto di ascolto che aveva creato con il massimo entusiasmo nella convinzione che molto avrebbe potuto fare per la sicurezza nella zona 4.
Io, credo e mi assumo tutte le responsabilità, che il Cav. D'Arezzo, abbia avvertito nettamente la sensazione  che della sicurezza non gliene importa nulla a nessun "politicante" salvo che farsene un cavallo di battaglia elettorale, questa è anche la mia convinzione!
Credo che a gennaio Costituirò un Comitato cittadino denominato "Italia libera!", darò notizia su questo sito dell'indirizzo E-mail e darò luogo alle iscrizioni di adesione.
Il "punto di forza" del Comitato sarà quello di presenziare  ogni Consiglio comunale con lo scopo di "pressare" con mozioni e petizioni l'intero Consiglio togliendo, a chi lo merita, un po' di quel sonno beato che attualmente godono alla faccia della diffusa insicurezza di (quasi) tutti i cittadini.
Credo che le adesioni saranno tantissime, sapete perchè ne sono convinto?  Perchè la paura della gente è tanta!
Sig. Chimienti, la ringrazio per il suo intervento, la ringrazio anche per il lavoro che svolge con abnegazione e senso del dovere, sia come militare, sia come cittadino.
Un cordiale saluto a tutti.   Antonio Santoiemma
E-mail Soscarcere@soscarceregiustizia.org
In risposta al messaggio di Giuseppe Chimienti inserito il 14 Lug 2007 - 20:03
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]