.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 72 ospiti collegati
.: Discussione: Diritti e Doveri dei Cittadini

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Rosanna Saija

:Info Messaggio:
Punteggio: 44
Num.Votanti: 10
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Rosanna Saija il 18 Nov 2005 - 10:25
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva
Persone e istituzioni sono soggetti portatori di diritti e di doveri: ad un dovere del cittadino corrisponde un diritto delle istituzioni e viceversa. Ma diritti e doveri sono facce di una stessa medaglia anche nei rapporti interpersonali.
I cittadini chiedono che la vita della città migliori. Per ottenere questo, oltre a programmi e scelte che spettano alle forze politiche, credo che i cittadini debbano dare un contributo attivo ispirandosi ai valori del vivere in una comunità.
Esistono diritti di cittadinanza comuni a tutti ma esiste anche il dovere di esercitare questi diritti. Non mi riferisco solo al diritto di parola, di libertà, di giustizia da esercitare nei confronti dello Stato e degli altri cittadini, ma anche al diritto di voler vivere in una città accogliente, pulita, vivibile, sicura, con trasporti e servizi efficienti…E’ così che il diritto del cittadino diventa un dovere. Il dovere di contribuire nel suo piccolo, nel suo quartiere, a fare cose concrete e giuste, utili a sé e agli altri: c’è, in questo, il valore del gesto ma anche la trasformazione dell’uomo in cittadino, la consapevolezza che fare delle cose utili anche agli altri è fare una cosa utile anche a sé stesso.
Questo significa che i cittadini devono partecipare più attivamente, non solo con critiche ma anche con proposte, rivalutando senso civico e responsabilità civile, non solo solidarietà.
Questo significa avere rispetto degli altri, sotto tutti i punti di vista, guardare e sentire la città come cosa ( e casa) propria mettendo in rapporto interessi particolari ed interessi generali.
Rosanna Saija