.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 109 ospiti collegati
.: Discussione: Il Garante degli Animali

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 17 Gen 2007 - 12:03
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Buongiorno a tutte/i,

conme contributo di riflessione desidero portare a Vostra conoscenza l'intervento del Consigliere comunale dei Verdi, Maurizio Baruffi, nella seduta del 20 novembre scorso, prorpio sul nuovo Garante per gli animali.
Non mi risulta che il consigliere abbia già ricevuto le informazioni e i chiarimenti richiesti.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano

 
Le nomine della Moratti (20.11.2006)
 
“Mi risulta che sia stata fatta recentemente dal Sindaco una nuova nomina, quella del Garante degli animali, che era stato istituito con Regolamento dalla scorsa Consiliatura. E mi risulta che sia stato nominato Garante per gli animali della città di Milano il signor Gianluca Comazzi. Il signor Gianluca Comazzi, rispetto ad una ricerca effettuata in Internet, mi risulta essere innanzitutto un candidato della Lista Moratti alle scorse elezioni comunali, candidato al numero 21 della lista, psicologo, vicepresidente dell’Associazione Culturale ‘La Staffetta’; un giovane di 26 – 27 anni, che è arrivato decimo alle elezioni, nella sua lista, con 328 voti di preferenza, e che cinque anni prima, nel 2001, era candidato invece di Alleanza Nazionale ed eletto nel Consiglio di Zona 9.
Il signor Comazzi, sempre in base a questa breve ricerca effettuata in Internet, risulta appunto essere vicepresidente dell’Associazione Culturale ‘La Staffetta’; questa associazione ‘La Staffetta’ ha un Presidente onorario, che è il Consigliere Regionale di Forza Italia Alessandro Colucci, e risulta, come attività di questa Associazione Culturale ‘La Staffetta’, oltre alla presentazione di un volume presso la libreria/caffè - Il Domenicale, che credo sia quell’iniziativa culturale del senatore Marcello Dell’Utri, a questa iniziativa aveva partecipato come moderatore Gianluca Comazzi, ed in questo caso nel 2004 il Presidente onorario de ‘La Staffetta’ non era il Consigliere Regionale di Forza Italia, Alessandro Colucci, ma la deputata Chiara Moroni, sempre di Forza Italia nuovo P.S.I.. Ebbene, questa associazione ‘La Staffetta’, che si chiama in modo più completo ‘La Staffetta New Generation Club’, risulta essere un’associazione che fa alcune iniziative, insieme all’ospedale San Paolo, nell’ambito di un programma che viene finanziato non so bene se direttamente dal San Paolo o da qualche altro Ente, ma di un programma che ha un concorso di disegno che si intitola ‘L’Antartide lo immagino così’ ed una serie di altre iniziative che nulla hanno a che fare con il mondo degli animali.
Ora, io non ho nulla in contrario sul fatto che le persone si appassionino alle questioni più diverse, però mi risulta che nella delibera di Giunta, votata lo scorso luglio, che delineava in base al Regolamento sugli animali in città quelle che dovevano essere le funzioni del Garante degli animali e le caratteristiche che doveva avere questa persona, in questa delibera si diceva che la persona doveva essere competente in materia, in possesso di adeguato titolo di studio ed idoneo curriculum e che avesse esperienza nella promozione…”.
“Dicevo che la persona doveva essere competente in materia (parliamo di animali, non di psicologia o dell’Antartide), che dovesse avere un adeguato titolo di studio ed un idoneo curriculum e che “abbia esperienza nella promozione ed organizzazione di iniziative nel campo della tutela e protezione degli animali”. Io le chiedo, Presidente, di trasmettere a questo Consiglio l’atto di nomina del Sindaco nei confronti della persona di Gianluca Comazzi, di verificare se è vera la voce che si è sparsa rapidamente, cioè che su questo incarico vi sia un emolumento di circa 90.000 euro per il signor Comazzi, perché ricordo a tutti i colleghi che nell’ambito del dibattito sull’istituzione del Garante per i diritti degli animali, di fronte all’obiezione degli uffici che si sarebbe creata una figura che avrebbe comportato oneri per l’Amministrazione, insieme ai colleghi di Forza Italia, a Pennisi, a Massari, ad altri colleghi con i quali ci eravamo occupati del tema, avevamo esplicitamente detto che la figura del Garante degli animali doveva essere una figura di carattere onorario e prestigioso e che non ricevesse alcun tipo di emolumento a parte dell’Amministrazione.
Chiudo ricordando l’unica traccia di passione animalista del signor Comazzi che ho potuto rintracciare su Internet, e cioè che il signor Comazzi aveva partecipato, in qualità di candidato alle elezioni, ad un discorso, fatto dal palco, al termine di una manifestazione contro la vivisezione che si era svolta durante la campagna elettorale, con l’arrivo in piazza del Duomo; da quel palco aveva parlato un candidato delle liste di Centrosinistra ed uno delle liste di Centrodestra, ed il signor Comazzi era intervenuto, subito dopo di lui era intervenuto Alessandro Colucci, Consigliere Regionale di Forza Italia, dicendo alla piazza: ricordatevi che se tutti voi siete qui è grazie a Letizia Moratti che, candidata a Sindaco, ha ottenuto piazza Duomo per l’arrivo della manifestazione. Lodevole, interessante.
Vorremmo conoscere il curriculum del signor Comazzi per sapere se è altrettanto lodevole ed interessante e funzionale alle esigenze dell’Amministrazione ed alle casse dell’Amministrazione Comunale”




 

 

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 19 Dic 2006 - 22:17
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]