.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 56 ospiti collegati
.: Discussione: Un "buco nero" nella viabilità, Zona Tre Castelli direzione Bucinasco

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Vigo

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Vigo il 27 Ott 2006 - 12:19
accedi per inviare commenti
Sulla questione dell'iscrizione a qualche commissione devo pensarci, il tempo che il lavoro mi lascia è molto poco e se assumo un impegno intendo farlo con convinzione e dedizione, vedremo se ci sarà sazio anche per questo.

Tuttavia ritornando alla questione della bretella di Via Chiodi ritengo che sia opportuno che la Zona 6 venga dotata di un collegamento decente e che gli abitanti della via Martinelli vengano sgravati da una servitù folle.
 
Inoltre, mi pare opportuno che della questione debba necessariamente essere interessata anche la Provincia di Milano, visto l'interesse sovraccomunale di area vasta che riveste l'asse stradale di collegamento con il Comune di Buccinasco che serve migliaia di persone ogni giorno, tra cui i mezzi pubblici che potrebbero accelerare la velocità commerciale del servizio, con enormi benefici per l'azienda trasporti e per l'utenza.

Questo è il tipico tema da "Città Metropolitana" a cui il Presidente Penati mi pare particolarmente attento, varrebbe la pena coinvolgerlo opportunamente, senza una macro regia della mobilità la Città di Milano è destinata a spegnersi irreversibilmente.

E' a dir poco scandaloso che non ci sia una regia comunale degna di tale nome che sappia mettere in cantiere un upgrading indispensabile, e che invece si preferica sfiancare i cittadini per decenni con inutili gimcane che devastano la vivibilità e producono inquinamento tossico tra le case.

Questa disattenzione troppo vistosa merita di essere rimossa con grande energia, ed il Comune di Milano, ancora una volta  incredibilmente assente, deve essere richiamato al rispetto del mandato amministrativo e al soddisfacimento di antichi bisogni dei cittadini per troppo tempo snobbati e dimenticati.

Grazie in anticipo per un proficuo inetressamento.
Cordiali saluti.

Enrico N. Vigo

In risposta al messaggio di Adele Vignola inserito il 25 Ott 2006 - 21:14
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]