.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 66 ospiti collegati
.: Discussione: La telenovela delle biciclette…

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Francesca Zajczyk

:Info Messaggio:
Punteggio: 4
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Francesca Zajczyk il 5 Ott 2006 - 21:42
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

 

 

Documento presentato in Commissione Trasporti e mobilità il 21 settembre e inviata all'assessore competente 

 

 La telenovela delle biciclette

 Tanti anni fa (si trattava del 2000) il Comune di Milano ricevette dall’allora ministro all’Ambiente Edo
Ronchi un finanziamento speciale finalizzato a promuovere azioni di mobilità sostenibile, in particolare attraverso l’uso della bicicletta.

E’ in questo quadro che nel lontano ottobre 2004 (esattamente due fa) l'AMA (Agenzia Mobilità Ambiente )
contatta l’Ufficio del Mobility Manager dell’Ateneo di Milano-Bicocca per comunicare che il Comune di
Milano la disponibilità a “donare” alla Bicocca (insieme ad altre Università) una flotta di biciclette: 70 biciclette
nuove di zecca e per l’uso gratuito - seppure in comodato - entro il campus universitario da parte di docenti,
tecnici e amministrativi!

Alla risposta positiva – ed entusiasta – da parte dell’Ateneo fa seguito, però, un lungo periodo di silenzio,
fino alla primavera del 2005 quando, in modo del tutto informale, veniamo a sapere che l’amministrazione
sta procedendo a predisporre il bando per l'assegnazione dell' appalto.

Arriviamo così alla fine del 2005 quando, dato il prolungarsi del silenzio, cerchiamo di conoscere lo stato
dell’arte, anche per poter decidere se procedere da parte nostra all’acquisto di rastrelliere, alla
predisposizione di uno spazio coperto adatto per il parcheggio, etc.

In via informale, riusciamo a sapere dall’AMA che la gara si è chiusa e che da lì a poco le bici sarebbero
state prodotte e consegnate. Inoltre, in quella stessa comunicazione informale, ci viene precisato che la
quota di biciclette assegnate a Bicocca sarebbe aumentata (forse 90) avendo un altro Ente rinunciato
alla donazione. Sembra davvero di essere in dirittura d'arrivo tant'è che - essendo ormai primavera -
proponiamo di far arrivare le biciclette a settembre (2005), in occasione della settimana della mobilità.

….Di nuovo silenzio

Arriviamo così alla primavera 2006.

Dopo le elezioni comunali, verso la metà di Giugno, apprendiamo dai giornali che una prima flotta di biciclette è
stata consegnata al Politecnico.

Come mai non anche a Bicocca?

Ci riattacchiamo al telefono e finalmente a luglio ci viene comunicato che le biciclette sono pronte per la consegna.

A questo punto concordiamo che la consegna avvenga in occasione della settimana della mobilità e, nel
frattempo, cominciamo in gran fretta a predisporre tutto per l'accoglienza delle stesse.

Al rientro dalle ferie ( fine Agosto ) chiamiamo l’Agenzia Mobilità Ambiente semplicemente per conoscere il
giorno esatto della consegna e …sorpresa: ai primi del mese di Settembre ci viene comunicato che le biciclette
sono pronte per la consegna, ma – accidenti - al contratto manca la firma del dirigente di settore in
quanto dimissionario.

Conclusione: nulla può succedere fino all’avvicendamento con il nuovo dirigente.

Peccato!

Questa mattina abbiamo consegnato il premio “Drin Drin” - come l’Ateneo Bicocca, insieme a
Comieco e Assolombarda, fa ormai da tre anni - ad enti pubblici che in città si distinguono per la promozione
della bicicletta: ci sarebbe davvero piaciuto poter dire che il Comune di Milano è tra questi.

 

FRANCESCA ZAJCZYK
Consigliere comunale per l’Ulivo e Mobility manager dell’Ateneo Bicocca

 

Milano, 21 settembre 2006

 

P.S. Oggi è il 6 ottobre e…manca sempre la firma del dirigente competente!