.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 72 ospiti collegati
.: Discussione: W Pisapia nuovo Sindaco di Milano.

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Vigo

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Vigo il 18 Giu 2011 - 06:30
accedi per inviare commenti
Quanto paventato andrebbe meglio argomentato, nei termini espressi sembra più una delusione elettorale che altro.

La questione dell'aria che respiriamo a Milano non è qualcosa che possa essere trattata alla leggera con motivazioni meschine, il problema va affrontato con estrema serietà. Le patologie che colpiscono principalmente bambini ed anziani (sistema respiratorio, allergie etc.) hanno costi sociali enormi ben più alti di qualsiasi altro argomentare, sia economici che etici, perchè si colpiscono indiscriminatamente gli affetti di ogni famiglia.

La città va governata ed amministrata al meglio delle possibilità che, insieme lo stato dell'arte della nostra preparazione scientifica e sociale, abbiamo a disposizione.

Forse l'ecopass era congeniato male, faceva acqua da tutte le parti, occorre capire come si possa migliorare lo strumento affinchè abbia il minor impatto negativo possibile ed il maggior effetto positivo possibile, con il bilancio ovviamente in positivo.

Ho scritto anche in questo forum la mia avversione ad un ecopass mal congeniato come quello dell'era-Moratti, ma ad una congestion-charge che abbracci tutto il parco circolante sarei più che d'accordo, nel centro allargato di Milano occorre muoversi col mezzo pubblico e con le piste ciclabili e con tutti quei mezzi intelligenti che una comunità possa mettere a disposizione, tutto meno che l'auto privata perchè questa necessita di parcheggi, inquina e trasforma la vita cittadina in un inferno invivibile, con gravi rischi documentabili per la salute.

La città va riportata alla sua funzione originaria, non solo assecondata all'uso dell'auto come oggi, ci vuole un equilibrio più salubre.

Quanto alla distribuzione delle merci in città occorre fare chiarezza, bisogna circolare in ore ben determinate e riconvertire il parco circolante con mezzi a metano o elettrici, è una strada senza ritorno.

Concludo con quello che ritengo un assurdo, e cioè quello che consente a molti artigiani marginali, che operano prevalentemente in città, di utilizzare mezzi obsoleti diesel che ammorbano con ventate di particolato nero la città in
ogni ora del giorno, sono troppi ed impuniti, occorre fermarli con misure adeguate e con aiuti alla dismissione obbligatoria, certi relitti che girano sono un pugno nello stomaco inaccettabile.

Concludo che avere dubbi sulla Giunta Pisapia per la questione Ecopass mi pare più pretestuoso che sensato, credo sia meglio partecipare al brainstorming e contribuire a costruire una città più sana e vivibile.

Mi auguro che si riprenda presto anche a parlare di MM6, MM7, MM8, MM9 etc.etc., il metrò deve andare avanti senza fermarsi c'è ancora tantissimo da fare e viaggiare sotto terra è la soluzione in assoluto migliore.

Enrico Vigo
In risposta al messaggio di Pietro Dalpe inserito il 17 Giu 2011 - 13:38
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]