.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 112 ospiti collegati

.: Eventi

« Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
.: Giovanni Figini
Inserito da Giovanni Figini il Gio, 11/05/2006 - 13:53
La mia lista:
Lista Ferrante
Simbolo lista:
Giovanni Figini
Dove mi candido:
CONSIGLIO COMUNALE
Foto Candidato:
Giovanni Figini
Io in breve:

    Nato a Milano 50 anni fa.
    Qui lavoro e vivo con mia moglie.

Cosa ho fatto finora nella vita:
Laureato in Medicina, diploma post laurea in “Medicina d’Urgenza e Pronto soccorso medico”,specialista in Ematologia, specialista in Medicina Interna,
master  in  “Gestione e organizzazione in sanità”  c/o Scuola di Direzione Aziendale Università Luigi Bocconi, Milano
    
Ho iniziato l’attività di medico come borsista su progetto presso l’Ospedale Policlinico di Milano; successivamente medico di ruolo presso l’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone per cinque anni.
   
Da circa 20 anni medico ospedaliero presso l’Ospedale Maggiore Policlinico, oggi Fondazione, di Milano afferente all’Unità Operativa di Medicina d’Urgenza
   
Dal 1997 coordinatore dei medici della CGIL di Milano impegnato,  con i colleghi
e le altre figure sanitarie   della Funzione Pubblica milanese, nella difesa e valorizzazione della sanità pubblica da anni gravemente penalizzata da politiche sbagliate anche sotto il profilo tecnico.
Da tempo collaboro con i Colleghi di Medicina Generale aderenti all’associazione Evoluzione Medica  nella realizzazione di un rapporto indispensabile tra medici ospedalieri e medici della medicina generale sul territorio
Vi spiego perchè mi candido:
Impegnare il Comune di Milano (assente da oltre 10 anni) nella realizzazione di una rete ospedaliera cittadina in grado di abbattere i tempi di attesa per esami strumentali e coordinare al meglio i ricoveri ospedalieri.
In particolare: realizzare un coordinamento metropolitano dei Pronto soccorsi che devono essere posti in grado di utilizzare, in tempo reale, le risorse e le disponibilità delle strutture pubbliche e pubbliche accreditata al fine di eliminare il perpetuarsi scandaloso di pazienti, prevalentemente anziani, stazionanti anche per 48-72 ore nelle astanterie dei Pronto soccorsi milanesi per la colpevole mancanza di posti letto nelle medicine e detrmeninado, spesso, la necessità obbligata di ricoveri fuori città.
Valorizzare e potenziare il ruolo delle A.S.P. (Aziende di Servizi alla Persona) attraverso agevolazioni fiscali (già riconosciute alle ONLUS)  e nuove risorse ricavabili dall’abolizione di inutili accreditamenti a privati
E-Mail Candidato:
giovanni.figini2@tin.it