.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 64 ospiti collegati
.: Discussione: Presidente Palmeri: "Acquisire dati su assunzioni e consulenze in partecipate e renderli trasparenti come avviene per Comune"

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 3 Feb 2011 - 19:09
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

SOCIETÀ PARTECIPATE. PALMERI: “CHI SI OPPONE A CONOSCERE E RENDERE PUBBLICI TUTTI  I  DATI  SU ASSUNZIONI E CONSULENZE? SE TUTTI D’ACCORDO LO SI FACCIA SUBITO”

Milano,  3 febbraio 2011 – “Alla luce di quanto sta emergendo, e più volte, in diverse realtà comunali come Atm e Milano Ristorazione, vi è l’assoluta, improrogabile  necessità  di  fare luce su assunzioni e consulenze in tutti gli  enti  e  società  partecipati  o controllati, in ragione della massima trasparenza  dovuta  ai cittadini. Per il Comune questo è avvenuto anche su Internet:  ora  anche  per  gli altri soggetti abbiamo chiesto di conoscere quanto  prima,  e  poi rendere pubblici nelle forme consentite, gli elenchi dei  contratti  a  tempo  indeterminato  e  determinato  e  degli incarichi stipulati  nel  periodo  giugno  2006-gennaio  2011,  con l’indicazione dei nominativi,  del costo aziendale, della retribuzione o compenso lordo (così come  anche  di  ogni altro genere di costo derivante dall’esecuzione degli stessi)  e  della  modalità  di  selezione (tipologia di concorso, chiamata diretta).  Chi  si  oppone?  Se  tutti  sono d’accordo lo si faccia subito, perché altrimenti si ha l’impressione che si voglia guadagnare tempo”.

Lo  ha  detto Manfredi Palmeri, Presidente del Consiglio comunale di Milano che,  due settimane fa, aveva inviato una richiesta in tal senso al Sindaco Letizia  Moratti,  all’Assessore al Bilancio Giacomo Beretta, al Presidente della  Commissione Bilancio Carola Colombo, al Presidente della Commissione Attuazione programma enti a partecipazione comunale Fabrizio Spirolazzi, al Direttore  generale  Antonio Acerbo, al Segretario generale Giuseppe Mele e al Direttore del Settore Presidenza Pietro Buononato.
La  lettera,  cui  non  è  stato dato riscontro, è stata adesso inviata per conoscenza a tutti i consiglieri comunali.

“Aspetto  una  risposta  o  almeno  una  prima disponibilità in merito – ha aggiunto  Manfredi Palmeri – e rinnovo la più ampia collaborazione affinché si  possano  acquisire,  nel  rispetto dei diritti di tutti i soggetti, una serie  di  elementi determinanti per la trasparenza, indispensabile per una piena  conoscenza  e  valutazione. È giusto che i giornali facciano le loro inchieste,  ma è altrettanto giusto che l’Amministrazione faccia il proprio dovere”.

“Nell’ambito  delle  possibilità consentite dalla normativa – ha proseguito Palmeri  –  tutti  i soggetti controllati o partecipati dovrebbero compiere un’azione concreta nel senso della chiarezza e della trasparenza per fugare ombre  e  dubbi,  in  analogia  con  quanto  si  è  già realizzato o si sta realizzando  nei  Comuni, che hanno l’obbligo di rendere pubblici i dati su dirigenti  e  consulenti  in attuazione della legge n. 69 del 2009 e del D. Lgs. n. 150 del 2009”.

“Non ho elementi per fare paragoni con altre realtà comunali in Italia – ha spiegato il Presidente Palmeri – ma so che a Milano bisogna fare chiarezza, dissipando  una volta per tutte ogni perplessità, dubbio o fraintendimento: è  certamente  una  forma  di  tutela sociale, anche per non (con)fondere i precari  con  i  privilegiati.  Serve  infatti  pure  a  capire chi è stato eventualmente  favorito  dal  punto  di  vista  economico  o  con canali di assunzione  facilitati  che  garantiscono un posto di lavoro a vita, e chi, invece,  ha  solo incarichi da co.co.co. o consulenza con compensi di poche centinaia di euro al mese”.
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 23 Gen 2011 - 00:17
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]