.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 14 ospiti collegati
.: Discussione: REGALI POLITICI "Il mercato di Bonola ora a P.ta Genova"

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Luciano Bartoli

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Luciano Bartoli il 4 Ott 2010 - 04:11
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

 

dopo IL GRANDE SUCCESSO DEL MERCATO DI BONOLA ....

ORA ANCHE PORTA GENOVA!!!!

Così da giovedì 7 ottobre la zona 6 si "regala" di una nuova iniziativa privata.

_____________________________________

Per comprendere "la novità" è necessario  leggere un vecchio articolo scritto da Santucci Gianni, pubblicato dal Corriere della sera: 

Gli abitanti: sporcizia e scippatori. Dimenticata la destinazione originale. Esposto al Comune dei residenti: il mercato delle «pulci» della domenica ha trasformato il quartiere in un fortino del degrado

 

I Dvd a cinque euro. I Cd a tre. Per risparmiare ci sono anche le promozioni. E poi telefonini, monitor, computer portatili. Vestiti usati e scarpe. Abusivi ai confini: i senegalesi con le borse e le felpe taroccate, i romeni con attrezzi da lavoro. Protestano da mesi gli abitanti di Bonola. «Il mercato delle pulci della domenica crea caos e sporcizia». Non solo. Secondo la delibera comunale che lo autorizza, sarebbe un mercato per il baratto, per lo scambio di merci, o al massimo per la vendita di oggetti usati o di «collezionismo privato».

E per questo gli organizzatori pagano meno rispetto agli altri mercati della città. Invece, in buona parte, si tratta di attività commerciali come tutte le altre. In un esposto inviato in Comune, gli abitanti aggiungono: «Molti oggetti in vendita sono di dubbia provenienza». Domenica mattina: mercato affollato, centinaia di famiglie passano, si fermano a curiosare, qualcuno compra.

Spiega il consigliere dei Verdi Enrico Fedrighini, che ha raccolto le denunce del quartiere: «Il problema di questo mercato è che non c' è più rispetto delle regole: sugli spazi, sui pagamenti, sui controlli». Per l' occupazione del piazzale di fronte al centro commerciale Bonola, gli organizzatori del mercato pagano poco più di 67 mila euro l' anno (per 48 domeniche).

«Ma un vero mercato all' aperto in quella zona - continua Fedrighini - pagherebbe circa 217 mila euro.

Se il Comune ritiene che abbia una funzione sociale, continui ad autorizzarlo, ma evitando che sia una zona franca».

Tra banchi, ombrelloni e teli stesi a terra, ci sono molti venditori in regola con le norme. Mettono in mostra fumetti, piccoli oggetti di antiquariato, vecchi dischi.Altri invece allestiscono interi banchi di Cd e Dvd ancora sigillati.

Niente a che fare con «l' usato» o la «collezione privata».

Ancora: «Molto spesso si vedono in giro scippatori - racconta un abitante della zona - la polizia controlla, ma purtroppo la zona è nel caos». Gli abusivi, in una domenica mattina qualsiasi, sono più di quaranta. Ognuno ha il suo spazio e la sua merce.

Le Nike taroccate, le borse false, i cd masterizzati. «Non danno fastidi particolari - racconta una donna che ha appena acquistato un vecchio candelabro per trenta euro - ma perché in centro il Comune fa le crociate contro gli ambulanti abusivi, mentre qui nella lontana periferia lavorano indisturbati?». Negli ultimi mesi l' Amsa ha incontrato i responsabili del mercato e la situazione della pulizia è migliorata.

Con un problema: «Quando il centro commerciale è aperto - spiegava l' azienda in una lettera un paio di mesi fa - il piazzale del mercato viene subito occupato dai clienti e pulire diventa molto difficoltoso». 48 *** LE DOMENICHE in cui, ogni anno, si svolge il mercato di Bonola *** 67.052 *** LA SOMMA in euro pagata all' anno dagli organizzatori al Comune * * *

La scheda Il mercato Il mercato delle pulci di Bonola si svolge per 48 domeniche all' anno.

Secondo le «linee guida» della delibera che lo autorizza, «la finalità dell' evento è l' esposizione, lo scambio e vendita di beni usati e di oggetti provenienti dal collezionismo privato... con esclusione di operazioni di natura commerciale» I costi Il mercato di Bonola occupa una superficie di circa 10 mila metri quadrati. In base a quello spazio, il corrispettivo pagato al Comune è di 67.052 euro l' anno. Se quello stesso mercato venisse considerato attività commerciale comune, dovrebbe pagare una tariffa intorno ai 217 mila euro l' anno Le proteste I cittadini di Bonola protestano per il caos che si crea nella zona (parcheggi, traffico, sporcizia) e per l' alta presenza di abusivi che ogni domenica circondano il mercatino delle «pulci»

_____________________________________

 

 Le iniziative private non sono certo una novità per  Consiglio di zona 6 che saprà sicuramente chi ringraziare.