.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 143 ospiti collegati
.: Discussione: Lettera aperta sull'emergenza abitativa a Milano, i ROM e altro

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 21 Set 2010 - 14:47
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da milano.corriere.it:

Gallera: «non esiste che il Comune crei corsie preferenziali»

Pdl: sulle case ai rom non si fa retromarcia

«Rivedere il piano di assegnazione di 25 appartamenti dell'Aler a famiglie di via Triboniano»


MILANO - Linea dura. Il Pdl insiste sul fatto che si debba rivedere il piano di assegnazione di 25 appartamenti dell'Aler ad altrettante famiglie che lasceranno il campo di via Triboniano. «La questione andava affrontata in un altro modo - insiste il capogruppo in consiglio comunale, Giulio Gallera - e comunque non esiste che il Comune crei corsie preferenziali proprio sul tema degli alloggi, con le liste d'attesa che abbiamo».

Né piace la via d'uscita che era stata ipotizzata, cioè di affidare ai rom non gli appartamenti dell'Aler ma le case confiscate alla mafia: «Si tratta - corregge il presidente dell'assemblea consiliare, Manfredi Palmeri - di beni che, come previsto, programmato e deliberato, vanno affidati agli enti attivi sul territorio e riconvertiti in tempi rapidi in risorse utili per la città, quali asili, scuole, luoghi di incontro e di cultura per i milanesi».

Il sindaco Letizia Moratti ha ieri proseguito le consultazioni
con i vertici del partito, per individuare una soluzione in grado di conciliare la linea indicata dal gruppo, con il piano che è stato già approvato e che viene difeso dall'assessore Mariolina Moioli. Un problema politico, insomma: per questo si attenderà anzitutto che i riflettori si spengano sul caso che ha tenuto banco la scorsa settimana. Nel frattempo, si lavorerà ad un nuovo progetto complessivo, per dimostrare con i numeri e i progetti che verranno chiusi alcuni campi e che saranno assegnate case solo alle famiglie di rom in stato di emergenza.

Elisabetta Soglio
21 settembre 2010

In risposta al messaggio di Luciana Pellegreffi inserito il 19 Set 2010 - 18:44
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]