.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 147 ospiti collegati
.: Discussione: Manutenzione straordinaria per la Milano-Meda: Via Fermi, cantiere anche di notte

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 20 Ago 2010 - 18:15
accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

Collega la città con la SS 35 e l'A4

Riapre Viale Fermi, "cantiere modello"

I lavori hanno riguardato la pavimentazione, completamente rifatta per un chilometro e mezzo, nel tratto tra Ponte F.S. e viale Rubicone. L'assessore ai Lavori Pubblici Simini: "Intervento a tempo di record per garantire una viabilità più sicura"

Sopra, come si presenta ora viale Enrico Fermi a lavori completati. Le speciali macchine movimento-terra adottate per la nuova pavimentazione

Milano, 20 agosto 2010 - “Oggi, con un anticipo di ben dieci giorni, abbiamo terminato i lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale di viale Enrico Fermi. In poco più di un mese e mezzo siamo riusciti a rimettere a nuovo un arteria stradale lunga 1 km e mezzo che attendeva un intervento da molto tempo".
Lo comunica l’assessore ai Lavori Pubblici e Infrastrutture Bruno Simini.

L’intervento in viale Enrico Fermi, nel tratto compreso tra il Ponte F.S. e viale Rubicone, ha previsto una spesa di circa 1.500.000 euro. L’arteria Enrico Fermi si sviluppa da via Valassina a viale Rubicone e costituisce il collegamento principale vesto la Statale SS 35 e l’innesto alle autostrade per Torino e Venezia.

“La pavimentazione del viale era molto sconnessa e pericolosa, perché composta da lastre di calcestruzzo la cui posa risaliva agli anni Sessanta", prosegue Simini che spiega: “Dopo diverse verifiche, abbiamo optato per la soluzione tecnica che ci sembra possa garantire i migliori risultati: la pavimentazione in calcestruzzo è stata interamente demolita e, con un macchinario particolare, è stato formato un nuovo pacchetto di sottofondo. Abbiamo, infine, consolidato tutto il fondo stradale  e rifatto completamente il manto con nuovi materiali che danno maggior elasticità e durata alla copertura ("conglomerato bituminoso modificato"). Su questi lavori c’è una garanzia estesa fino alla fine del 2012.
“Con questi interventi fatti davvero a regola d’arte – conclude l’assessore – abbiamo reso questa strada al alta densità di traffico sicura, liscia e con un’aderenza assoluta".


Lo stato degradato e pericoloso del manto stradale che caratterizzava viale Enrico Fermi prima dell'intervento di ripavimentazione

In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 23 Lug 2010 - 16:42
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]