.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 43 ospiti collegati
.: Discussione: Cancellare il TRAM a Milano? Progetto antistorico contro il buon senso.

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Luca Geoni

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Luca Geoni il 28 Apr 2011 - 13:18
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Intanto in giro per il mondo vengono impiantate nuove tranvie
L'ennesima in Francia:

Il tram più colorato del mondo è partito il 18 aprile sulle rotaie di Reims: l'inaugurazione, per la prima volta, è stata trasmessa in streaming. L'evento di Reims è solo il primo di un semestre che si annuncia all'insegna del tram 2.0. Per maggiori info cliccare qui. Il 25 giugno si parte ad Angers, un'installazione simile a quella di Reims: alta qualità estetica e utilizzo del sistema APS (alimentation-par-le-soil) per l'attraversamento del centro storico. Per maggiori info cliccare qui. Non solo Francia: da qualche giorno è iniziato l'esercizio della linea 1 della tranvia di Zaragoza (link) e, rimandendo sempre in Spagna, a giugno (data da fissare) tocca alla piccola città andalusa di Jaén (link). In tema di Tram 2.0 è però la Francia, ancora una volta, a dettare la linea: è qui, e precisamente a Orléans - dove già negli anni Novanta la cosiddetta "Tramway Renaissance" aveva toccato l'apice con la realizzazione della linea 1 - che la nuova "Tramway wave" si sta concretizzando. CLEO, la linea 2 di Orléans, è in costruzione e partirà solo nel 2014: ma sin da ora si intravedono i caratteri principali di un nuovo concept, in cui la progettazione trasportistica diventa vero e proprio marketing urbano. Ottima la presentazione e di altissimo livello il modo di coinvolgere la cittadinanza facendo del trasporto un prodotto locale, con un packaging tale da essere socialmente rilevante. Un ricostituente per una ormai ex-città depressa che ha convinto la Banca Europea degli Investimenti a finanziare il 40% dell'opera (link).

ma anche in USA non si scherza:

L'americana Federal Transit Administration ha approvato un finanziamento federale di 460 M$ per il progetto "Central Corridor light rail". Si tratta della seconda linea metrotranviaria per la metropoli del Minnesota dopo la Hiawatha line (19,8 km), attivata nel 2004. Minneapolis (382.520 ab.) e Saint-Paul (285.068 ab.) sono note come "città gemelle": la prima è la città più grande dello Stato, la seconda la capitale amministrativa. Insieme formano un'area urbana di 3,2 milioni di residenti. Il "Central Corridor" è la prosecuzione della Hiawatha verso Saint-Paul: 18 km di percorso per 23 fermate. L'investimento previsto è di 957M$ (736M€ pari a 41M€/km). Con l'approvazione della FTA, il progettoarriva al 50% di finanziamento nazionale: il 30% sarà erogato dal "Counties Transit Improvement Board", un consorzio tra le 5 contee interessate dalla linea. Il restante 20% sarà coperta dallo Stato del Minnesota, dalle contee di Ramsey e Hennepin, dal Met Council, dalla municipalità di St-Paul e dall'associazione privata "Central Corridor Funders Collaborative". La linea entrerà in servizio nel 2014. Maggiori informazioni cliccando qui

Paesi piricchi o più poveri di noi? mah

IN TRAM WE TRUST
In risposta al messaggio di Luca Geoni inserito il 12 Apr 2011 - 15:13
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]