.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 73 ospiti collegati
.: Discussione: I cantieri dei bambini

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 25 Maggio 2010 - 15:28
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

SABATO E DOMENICA CANTIERI APERTI AI BAMBINI
Simini: “Due giornate per scoprire da vicino i grandi progetti che cambieranno la città”

Milano, 25 maggio 2010 – Sabato 29 e domenica 30 maggio, i cantieri di CityLife e Porta Nuova, di Galleria del Corso (dov’è in atto la trasformazione delle storiche sale cinematografiche Excelsior e Mignon in due distinti negozi) e della  Metropolitana Milanese (per il prolungamento della linea M3 in direzione Comasina) rimarranno aperti per ospitare visite guidate rivolte a gruppi di bambini tra i 5 e gli 11 anni accompagnati dai loro genitori. I quattro cantieri rimarranno aperti dalle ore 9.30 alle 18.30. Per prenotare le visite occorre telefonare al numero 02.91431512 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 e sabato 29 maggio, o sul sito www.fondazionericcardocatella.org. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Riccardo Catella con il patrocinio del Comune e di Milano Expo 2015.

“Il titolo dell’iniziativa – I cantieri dei bambini - è straordinariamente evocativo – ha detto l’assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici Bruno Simini - perché la fantasia dei bambini è un ‘cantiere’ già di per sé. È per questo che il tema delle costruzioni in senso ampio da sempre ispira e attrae il pensiero dei piccoli. Spesso, tuttavia, questa fantasia non ha la possibilità di avere un contatto con il mondo reale. Grazie a questa bellissima iniziativa, per la prima volta, daremo, dunque, la possibilità ai bambini di vedere il processo di costruzione nelle sue dimensioni naturali”.

Alla presentazione dell’iniziativa erano presenti oggi a Palazzo Marino, assieme all’assessore Simini , Manfredi Catella, Presidente della Fondazione Catella, Claudio Artusi, amministratore delegato di CityLife, Aldo Mazzocco, amministratore delegato di Beni Stabili e Lanfranco Senn, Presidente di Metropolitana Milanese.

I cantieri da visitare sono quelli che nei prossimi anni cambieranno il volto della città: dai futuri quartieri di CityLife e Porta Nuova, tra la ex Fiera e Garibaldi, dove sorgeranno due avveniristici insediamenti residenziali con uffici, servizi e grandi parchi pubblici, al cantiere di Beni Stabili in Galleria del Corso, che trasformerà le storiche sale cinematografiche Excelsior e Mignon in due distinti negozi, fino al cantiere di Metropolitana Milanese per il prolungamento della linea M3 verso il quartiere Comasina. 

Le visite, che saranno aperte anche ai figli delle maestranze, saranno guidate da studenti del Politecnico di Milano che illustreranno i meccanismi che regolano e fanno funzionare un cantiere in sicurezza ed efficienza.

I bambini e i loro genitori saranno accolti in cantiere e divisi in piccoli gruppi, a ciascuno verrà fornito un caschetto e una t-shirt personalizzata. Ogni gruppo sarà accompagnato lungo un percorso suddiviso in tre tappe (in alcuni cantieri sarà consentito ai più piccoli cimentarsi in attività edili in forma di gioco):

•        “In cima alla gru”: i bambini saliranno sulla cabina di comando di una piccola gru, un addetto spiegherà il funzionamento del macchinario e la fase preparatoria del cantiere legata agli scavi
•        “Mattone su mattone”: ai bambini verranno consegnati gli strumenti per edificare un muro sotto la guida di un operaio esperto, che spiegherà loro le fasi di costruzione 
•        “Tubi nas costi”: su un lungo muro di cantiere i bambini potranno dipingere e installare tubi, simulando le attività legate alla finitura degli edifici.

Le visite saranno precedute da una campagna di comunicazione sulle cesate di cantiere che ritrae le maestranze al lavoro assieme ad alcuni bambini, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza partecipata nei cantieri e di mostrare il lavoro e la vita che ogni giorno si svolge all’interno. 

“Abbiamo voluto promuovere questa iniziativa, che ritengo assolutamente innovativa – ha dichiarato Manfredi Catella, Presidente della Fondazione Catella – perché crediamo che i grandi cantieri oggi presenti a Milano siano una vera e propria fucina, dove si giocano contemporaneamente il futuro della città, che nei prossimi anni consegneremo ai più piccoli completamente rinnovata, e il presente di Milano, fatto di lavoro ed operosità. I cantieri aperti ai bambini e ai loro genitori renderanno i cittadini protagonisti di questo cambiamento in atto, mostrando a tutti il lavoro di centinaia di persone che si svolge ogni giorno dietro le cesate, e permetteranno inoltre di promuovere la cultura della sicurezza sul lavoro, messa in atto con successo proprio in luoghi tradizionalmente considerati ‘a rischio’ come i cantieri edili”.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa della Fondazione Catella – ha affermato Aldo Mazzocco, amministratore delegato di Beni Stabili - perché crediamo fortemente alla possibilità di riconciliare gli interessi dell’industria dello sviluppo immobiliare e delle costruzioni con quelli della popolazione; a cominciare dai bambini, involontari e unici eredi delle cose che pensiamo, che disegniamo e che costruiamo oggi. La divulgazione di una cultura della sicurezza nei cantieri è poi fondamentale per questa opera di riconciliazione e va a supportare un’evoluzione, che dev e essere soprattutto normativa, di uno dei mestieri più antichi”.

“Offrire alle future generazioni l’opportunità di toccare con mano la città che verrà è un’occasione rara - ha detto il Presidente di Metropolitana Milanese spa Lanfranco Senn - anche più difficile è riuscire a raggiungere simultaneamente diversi scopi come far condividere ai bambini il lavoro con gli operatori dei cantieri e far comprendere le fasi della costruzione di una grande infrastruttura come la metropolitana che, per la sua complessità, esige grande impegno nel garantire sicurezza ed efficienza. Sono certo che sarà un grande evento”.

Claudio Artusi, amministratore delegato di CityLife, ha commentato: “L’educazione alla sicurezza, a partire dall’età infantile, passa necessariamente attraverso la percezione sensoriale di quanto ci circonda. Pur in un contesto ludico, ritengo che offrire ai bambini l’opportunità di operare in un ambiente sicuro in presenza di oggetti potenzialmente pericolosi, sia di grande valore. L’intento è di far percepire la sicurezza come valore positivo e indispensabile, frutto della capacità individuale e collettiva di attenzione e senso critico, ancor prima che di regolamenti. E altresì di trasmettere come costruire sia essenzialmente un segno di progresso e di tensione verso un mondo migliore. Per questi motivi, CityLife e il general contractor Tre Torri partecipano con grande convinzione all’iniziativa, aprendo il cantiere alla curiosità dei bambini”.

Prenotazioni:
tel. 02.91431512
sito: www.fondazionericcardocatella.org
Si può prenotare la visita a un solo cantiere; ogni bambino dovrà essere accompagnato da un adulto.
Ogni adulto accompagnatore potrà portare con sé al massimo 2 bambini  

Indirizzi dei cantieri:
•        “Excelsior Galleria del Corso” di Beni Stabili - Galleria del Corso 4
•        City Life - viale Duilio 5
•        Maciachini/Comasina prolungamento linea 3 di Metropolitana Milanese – via Pellegrino Rossi, angolo Don Grioli
•        Porta Nuova - largo De Benedetti
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 24 Maggio 2010 - 15:10
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]