.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 26 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
.: La passione di scendere in campo
Inserito da Giovanni Mariosa il Ven, 05/05/2006 - 14:09
La mia lista:
Ulivo
Simbolo lista:
La passione di scendere in campo
Dove mi candido:
Consiglio di Zona 8
Foto Candidato:
La passione di scendere in campo
Io in breve:
Gianni Mariosa nasce a Sapri, in provincia di Salerno, ma vive e lavora a Milano da più di trent’anni.
E’ sposato da 24 anni e padre di una figlia di 20 anni.
Cosa ho fatto finora nella vita:
Le sue esperienze in campo sociale cominciano in Azione Cattolica, sin da ragazzo.
Nel 1993 porta la sua esperienza all’interno delle scuole: entra a far parte del Comitato Genitori nelle scuole elementari e ne assume la presidenza per quattro anni, continuando poi questa esperienza alle scuole medie. Nel 1996 viene eletto membro del Consiglio del Distretto Scolastico. Nello stesso anno conosce Albino Bresciani (Segretario della sezione del P.P.I. “Perazzoli”), che risulterà per lui un vero maestro; si iscrive al Partito Popolare e viene eletto a far parte del direttivo, nella sede di via Mottarone.
Frequenta la Scuola Diocesana “Socio Politica”, presso il Centro Lazzati. Inizia la sua esperienza nel Consiglio di Zona 20, entrando a far parte prima della Commissione Cultura, Scuola, Educazione e poi della Commissione Sport. Alcuni mutamenti della politica lo inducono a momenti di riflessione e distacco. Sarà uno degli organizzatori dei grandi eventi in Piazzale Accursio.
Nel 1998, all’interno dell’Oratorio Sacro Cuore di Gesù alla Cagnola, rifonda il Gruppo Sportivo Atlas, portandolo, con grande e continuo impegno, ad essere uno dei punti di riferimento aggregativo della zona. Oggi ricopre il ruolo di vice Presidente e allenatore.
Nel 2001 riceve il premio “Milano Produttiva” della Camera del Commercio.
Nel 2002 entra a far parte della Consulta delle Società Sportive, ove inizia una campagna a favore della gratuità per le visite mediche sportive a partire da 11 anni anche per i tesserati CSI, che otterrà esito positivo.
Nel 2004 viene eletto nel Consiglio Provinciale del Centro Sportivo Italiano (CSI), carica che ricopre attualmente.
Vi spiego perchè mi candido:
Ho sentito la necessità di presentarmi a Voi, quale candidato al Consiglio di Zona 8, poiché ritengo che il distacco, sempre più profondo, tra il mondo reale e quello politico deve trovare soluzione nei rappresentanti dei cittadini.
Da cattolico impegnato in ambito sociale, politico e sportivo, ho deciso di mettere a disposizione della nostra zona la mia esperienza, cercando di dare un contributo concreto nell’affrontare i tanti problemi esistenti.
Chi ha amministrato in questi anni si è certamente impegnato a fondo, portando senz’altro alcuni interessanti risultati; ma le cose da fare sono ancora tante e credo sia importante avere forze nuove nella politica, con tanta voglia ed entusiasmo.
Ho imparato che le soluzioni ai problemi vanno trovate vivendo le situazioni, partecipando responsabilmente alla vita della nostra zona. Ma, soprattutto, condividendo e confrontandosi, nell’interesse di tutti, superando le contrapposizioni ideologiche, dialogando oltre i confini del colore politico, rispettando le identità sociali e religiose.
Questo è sempre stato il mio modo di vivere.
Non è mia intenzione fare grandi promesse, ma sono profondamente convinto che particolare attenzione ed impegno sono richiesti da alcune problematiche. Voglio citare alcuni miei progetti:
  • organizzare le strutture sportive e culturali della zona, cercando così di dare uno spazio alle numerose associazioni che oggi sono senza una sede fissa, valorizzando il ruolo di “queste agenzie educative”, riconoscendo il loro aspetto “consulenziale” e favorendo una politica di tariffe agevolate, aiutando a stipulare convenzioni con gli enti interessati per l’affitto di strutture
  • facilitare l’accesso allo sport, lottando per ottenere la possibilità di poter effettuare le visite mediche sportive in modo gratuito dai 6 ai 15 anni. Credo infatti che fare sport fin da bambini costituisca un passaporto di buona salute e, dopo l’abolizione delle visite mediche scolastiche e di leva, il controllo medico che viene fatto per l’ingresso in una società sportiva resta l’unica visita preventiva per i ragazzi
  • particolare impegno per il rilancio dello sport anche all’interno delle scuole, perché se lo sport resta fuori da questo ambito, difficilmente potrà diventare cultura, educazione e stile di vita.
  • maggiore attenzione all’ambiente ed alla qualità della vita nella nostra zona, per ogni fascia di età: migliorare i servizi, la sicurezza e le aree verdi
  • grande attenzione agli anziani: favorire l’attività motoria e la socializzazione perché costituiscono per loro una grande risorsa vitale e sarà una delle grandi sfide del nostro tempo.
A volte sono i piccoli miglioramenti che rendono piacevole vivere la zona.
Quindi non grandi promesse impossibili da mantenere, ma un costante e profondo impegno per una maggior qualità di vita nella nostra zona.
Così la mia candidatura è un impegno verso i Cittadini della mia zona, che mi hanno visto presente in tanti ambiti sociali per gran parte della mia vita.

E-Mail Candidato:
g.mariosa@virgilio.it