.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 108 ospiti collegati

.: Eventi

« Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Sabato, 10 Aprile, 2010 - 10:58

Interrogazione in merito allo stato di avanzamento lavori metro 4

 

Milano, 8 aprile 2010

 

Alla Cortese Attenzione

Alla cortese attenzione del

Assessorato al Bilancio del Comune di Milano;

Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Milano;

Assessorato alla Mobilità del Comune di Milano;

Settore Lavori Pubblici del Comune di Milano;

Settore Territorio del Comune di Milano;

Settore Mobilità del Comune di Milano;

Settore Bilancio del Comune di Milano;

Commissione Territorio del Consiglio di Zona 4 di Milano

 

Interrogazione in merito al cronoprogramma e ai costi complessivi per la realizzazione della linea della Metropolitana 4, alla notizia della possibilità di fondi disposti per la costituzione della Società appaltatrice per la prima fase dei lavori, e in attesa del parere della Corte dei Conti in merito all’accordo CIPE firmato dal Governo per lo sblocco dei fondi per il completamento dei lavori

 

Considerato che

 

Nei prossimi giorni, in attesa anche del bilancio sottoposto ad approvazione in Consiglio Comunale, la Corte dei Conti dovrà decidere se assentire alla disponibilità di 900 milioni di euro dello Stato per dare il via alla realizzazione delle linee della metropolitana 4 e 5

 

Preso atto che

 

L’Assessore al Bilancio Giacomo Beretta ha affermato che i lavori per il completamento della linea 5, che collegherà Garibaldi con Linate, “potranno prendere il via entro la fine di aprile” assicurando di aver superato anche il problema concernente i finanziamenti del Comune, previsti per una somma di 400 milioni per la realizzazione della linea 4

 

Visto che

 

«Abbiamo trovato una soluzione tecnica che ci permette di spendere i nostri fondi senza uscire dai vincoli del patto» chiosa l’Assessore, forte di un parere del Ministero del Tesoro, che ha firmato l’accordo avutosi in sede CIPE (il Comitato interministeriale per la programmazione economica) che prevedeva già da novembre i finanziamenti sulla carta necessari per il completamento delle linee

 

tutto questo viene appreso

 

da un articolo pubblicato su Repubblica Milano del 10 marzo, come spesso accade, non avendo avuto riscontri in merito dall’amministrazione comunale, neppure alle ripetute interrogazioni da me esposte in cui richiedevo lo stato attuale dell’avvio dei lavori per la realizzazione della linea metropolitana 4, interessante il nostro territorio circoscrizionale

 

nelle stesse interrogazioni chiedevo

 

delucidazioni in merito allo “stralcio dei vincoli di stabilità previsti nel decreto legge sugli enti locali previsti in un provvedimento legato, denominato testo salva-metrò, composto da sette righe ed escludente dal patto di stabilità le spese direttamente sostenute dagli enti locali e collegate a grandi eventi quale, appunto l´Esposizione universale”, soprattutto a seguito della notizia, sollevata dall’opposizione parlamentare, circa la disponibilità dei fondi solamente per quanto concerne i trasferimenti dallo Stato e non i fondi immediati del Comune

 

in base a questo punto sostanziale ostante

 

la linea 4 non poteva essere realizzata senza sforare i vincoli del Patto di Stabilità, nonostante si siano fatte pressioni affinchè vi fosse l’emendamento salva metrò

 

preso atto di fatto che

 

l’Assessore al Bilancio ha provveduto a inserire il capitolo dei finanziamenti, aggirando l’ostacolo del Patto, come fondi disponibili per la creazione della società, 80 milioni su un totale di 120, che dovrà eseguire la prima parte dei lavori, mentre i restanti fondi saranno disposti per gli anni successivi, periodo in cui si potrà, assicura Beretta, dare avvio alla comunicazione ufficiale alle imprese prequalificate, Impregilo, Cmb e Pizzarotti, per i lavori in project financing

 

constatato che

 

si ipotizza dai settori tecnici, si apprende sempre dalla stampa e non direttamente dal Comune, che il completamento dei lavori per la linea 4 non avverrà per il 2015 e che tale ritardo abbia determinato la definizione di un “piano B” tramite il quale si prevederà a inaugurare solamente il tratto che collegherà San Babila con Linate per l’Esposizione Universale

 

si chiede

 

-       all’Assessorato al Bilancio, all’Assessorato ai Lavori Pubblici e all’Assessorato alla Mobilità del Comune di Milano il complessivo costo per la realizzazione delle linee della Metropolitana previste da tempo, la linea 4 e la linea 5, nonché i tempi della loro realizzazione, a fronte della possibilità delineata dalle nuove disposizioni economiche e dalla sentenza della Corte dei Conti circa lo sblocco dei finanziamenti necessari per il proseguimento dei medesimi;

-       agli stessi Assessorati quali saranno, per quanto concerne la linea 4, le stazioni ipoteticamente disponibili per il 2015, anno dell’Esposizione, nonché quali siano le disposizioni alternative e i provvedimenti di mobilità e trasporto pubblico utili a surrogare e supplire l’assenza di un completamento entro i tempi previsti della realizzazione dei 15 Kn di corsa previsti dalla linea;

-       all’Assessorato al Bilancio quale sia la natura, le finalità e gli obiettivi, e da chi sarà gestita, della Società costituenda tramite parte dei fondi disposti e utili ad aggirare i vincoli stabiliti dal Patto, nonché, infine, su quali presupposti e contenuti si fonda il project financing che vede le tre imprese prequalificate interessate al completamento dei lavori per gli anni successivi;

-       al Settore Lavori Pubblici e al Settore Territorio del Comune di Milano in che cosa consista precisamente e specificatamente il “piano B”, se tale piano prevede una modifica del progetto di realizzazione della linea 5, i tempi di realizzazione della tratta che collegherà Linate con San Babila, i costi per la realizzazione della prima tratta e le alternative di mobilità assicurate in assenza del completamento della linea in occasione dell’EXPO 2015;

-       alla Commissione Territorio del Consiglio di Zona 4 di provvedere a inserire in un prossimo ordine del giorno di seduta un punto in cui si analizzi la situazione attuale dell’avanzamento del progetto di realizzazione della linea 4, aggiornando quella già tenuta qualche mese fa, alla luce delle novità sopraggiunte in merito, invitando l’Assessore al Bilancio, funzionarie  dirigenti dei settori interessati, nonché progettisti della linea stessa, con l’audizione di esponenti dell’ATM

 

 

Alessandro Rizzo

 

Capogruppo La Sinistra - Lista Uniti con Dario Fo per Milano

Consiglio di Zona 4 Milano