.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 111 ospiti collegati

.: Eventi

« Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
.: Raffaele Grassi
Inserito da Raffaele Grassi il Gio, 04/05/2006 - 16:19
La mia lista:
Lista Ferrante
Simbolo lista:
Raffaele Grassi
Dove mi candido:
Consiglio Comunale
Foto Candidato:
Raffaele Grassi
Io in breve:
Sono nato a Brindisi il 28 novembre 1955, vivo a Milano dal 1970, sposato con figli.
Ho conseguito il Diploma di Installatore elettromeccanico, presso l’Istituto Professionale Luigi Settembrini di Milano nel 1974.
Cosa ho fatto finora nella vita:
Dal febbraio 1979 svolgo l’attività di taxista.
Nel 1987 sollecitato e stimolato da alcuni colleghi, ho intrapreso un percorso politico sindacale che mi hanno visto per tre anni impegnato, come coordinatore del coordinamento dei taxisti socialisti.
Nel febbraio del 1990 sono stato chiamato a ricoprire la carica di Vice Segretario del S.A.Ta.M./C.N.A. (Sindacato Artigiani Taxisti di Milano e Provincia).
Il mio impegno politico-sindacale nel mondo della Cooperazione mi ha portato nel 1991 ad occuparmi direttamente nella C.T.A. (Cooperativa Taxisti Associati), attualmente sono Vice Presidente della Cooperativa.
Nel 1991 sono stato eletto nel Collegio Sindacale della Cooperativa A.R.Co. Radiotaxi 6767, ruolo ricoperto fino al 1998, allorquando sono stato eletto componente del Consiglio di Amministrazione, e nel quale sono ancora oggi impegnato.
L’impegno di consigliere, nella Cooperativa A.R.Co. Radiotaxi, mi ha dato la possibilità di confrontarmi con i responsabili delle altre strutture radiotaxi milanesi, al fine di individuare tecnologie più avanzate per migliorare le condizioni di lavoro dei taxisti ed una migliore e maggiore offerta del servizio taxi nei confronti degli utenti, attraverso un sistema di ricerca satellitare.
Dal 1999, anno di costituzione del Consorzio radiotaxi satellitare Taxiblu 4040, sono membro del Consiglio di Amministrazione con delega per i rapporti con le Istituzioni.
Nel marzo 2000 sono stato eletto Presidente del S.A.Ta.M./C.N.A., riconfermato nel 2004.

I 16 anni di attività sindacale mi hanno visto impegnato in prima fila su svariate tematiche di settore, prima fra tutte la legislazione e regolamentazione del settore taxi:
-  Legge nazionale 21/92, approvata nel gennaio del 1992;
- Legge regionale 20/95, approvata dalla Regione Lombardia nell’aprile del 1995.
- Regolamento del servizio taxi del Comune di Milano, approvato dal Consiglio Comunale nel luglio del 2000.
Come componente dell’Assemblea Nazionale della C.N.A. (Confederazione Nazionale Artigiani) e quale membro della Direzione Nazionale della CNA/Trasporto Persone, mi sono adoperato per far ottenere il riconoscimento del credito di imposta a tutte le imprese taxi, l’uso proprio dell’autoveicolo taxi fuori servizio, consentire la possibilità di fare pubblicità con i taxi, l’esenzione della TOSAP per le imprese taxi, e far riconoscere il diritto ai taxisti di Milano, di operare sugli aeroporti di Milano-Linate, Milano-Malpensa e Bergamo Orio al Serio.
In ambito più locale ho contribuito a far decollare il concetto di una Categoria più vicina ai bisogni della clientela, sostenendo la necessità di una trasparenza e certezza tariffaria, di una turnazione più flessibile alle esigenze dell’utenza, in particolar modo nelle giornate in cui si svolgono grandi eventi, ed il rispetto delle regole indispensabili quando si effettua un servizio di utilità pubblica, quale è il servizio taxi.
Vi spiego perchè mi candido:
- per realizzare una relazione fra amministrazione comunale e gli operatori del servizio taxi locale mediante una interlocuzione diretta e non mediata;
- per aumentare la ricettività del mondo politico locale verso i reali problemi della mobilità urbana con particolare riferimento alle attività dei taxi e del trasporto pubblico locale;
- per evitare le misure arbitrarie e vessatorie nei confronti della categoria occorre essere presenti, esprimere conoscenze e argomentazioni concrete;
- per eliminare la logica astratta della liberalizzazione in tutti i suoi aspetti a favore di una capacità progettuale legata al territorio, alle sue funzioni, all’ambiente ed alle sue infrastrutture;
- per una qualificazione del settore del taxi mediante un coinvolgimento permanente sulle scelte relative alla mobilità urbana ed alle attività di monitoraggio, riportando i taxi nelle piazze;
- per una integrazione attiva e non passiva dei tassisti nell’ambito delle diverse modalità di trasporto in modo costante;
- per salvaguardare e migliorare le attuali condizioni di erogazione del servizio di taxi con scelte tecniche e politiche finalizzate;
- per una  valorizzazione dell’uomo e dell’impresa di taxi sia sul piano sociale e sia sul piano economico.
E-Mail Candidato:
info@raffaelegrassi.it