.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 804 ospiti collegati

.: Eventi

« Luglio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Antonella Fachin
Venerdì, 19 Febbraio, 2010 - 16:50

"poteri speciali" in vista di Expo 2015: lettera aperta al sindaco

Di seguito il testo della lettera aperta inviata dal consigliere comunale Basilio Rizzo al Sindaco Moratti sulla speciale normativa in via di approvazione al Parlamento sui "poteri speciali" in vista di Expo 2015.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliera di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
Facebook: Antonella Fachin
-----------------------------------------------------

Al Sindaco di Milano
Dott.ssa Letizia Moratti
Palazzo Marino
Ill.mo Signor Sindaco,
dalla stampa e direttamente dalla nostra ex-collega sen. Marilena Adamo ho appreso che il Parlamento si appresta ad approvare una speciale normativa –forse costruita su misura per altri- secondo la quale (in sostanza assimilando le attività in vista dell’Expo a quelle proprie della Protezione Civile) sono previste deroghe a numerosi adempimenti, controlli, passaggi istituzionali propri delle ordinarie procedure per i lavori pubblici.
Non posso esimermi a priori dal notare che le calamità naturali sono ovviamente imprevedibili nei tempi del loro determinarsi mentre l’Expo ha tempi precisi di programmazione…
In ogni caso per un verso le recenti vicende relative a lavori affidati alla Protezione Civile che al di là delle eventuali deplorevoli responsabilità penali di singoli hanno trovato nelle procedure speciali una sorta di "facilitazione" oggettiva del rischio di distorsione e per l’altro le Sue recenti dichiarazioni in Consiglio (a seguito del caso
Pennisi) in cui ha ribadito il Suo impegno per la trasparenza, il rispetto di procedure ed organi di controllo, mi inducono a chiederLe un atto di coerenza con un impegno totale sul piano della cosiddetta questione morale, che risulti anche fortemente simbolico: dichiari solennemente Sig.ra Sindaco che non intende avvalersi di poteri speciali, che crede nelle istituzioni elettive e in tutti gli organi di controllo e garanzia previsti dal normale ordinamento.
Non ne trarrebbe prestigio solo la Sua persona, ma se ne gioverebbe anche l’immagine della nostra città invertendo una tendenza che l’ha costretta, in questi giorni, a vedere adombrato il suo ruolo di capitale morale d’Italia cui molto tutti insieme teniamo.
Con rispetto e speranza.
Basilio Rizzo
Milano, 19 febbraio 2010